Successiva
Precedente
martedì 22 ottobre 2013
Zalgiris Kaunas: comincia l’attesa!

Debutto casalingo in Eurolega per l’EA7 Emporio Armani. Si gioca giovedì 24 ottobre contro lo Zalgiris Kaunas, ottavo confronto di sempre tra questi due club, partita già cruciale per la qualificazione alle Top 16 tra due formazioni che hanno perso all’esordio assoluto. Olimpia senza Angelo Gigli e Kristjan Kangur. Qui potete scaricare le note della partita: EA7-Zalgiris Game Notes (Nella foto Keith Langford a canestro in una delle due gare della stagione passata)

OLIMPIA-ZALGIRIS FU FINALE DI SAPORTA NEL 1998

Lo Zalgiris Kaunas è stato fondato nel dopoguerra e ha vinto quattro volte il titolo dell’Unione Sovietica. Nel 1985 e nel 1987 lo fece con uno squadrone che poi diede alla nazionale sovietica il nucleo dell’oro olimpico di Seul 1988 ovvero Arvydas Sabonis, Sergei Iovaisha, Rimas Kurtinaitis e Valdemaras Homicius. Quella squadra arrivò alla finale di Coppa delle Coppe perdendo con il Barcellona e di Coppa dei Campioni perdendo con il Cibona di Drazen Petrovic. Dopo l’indipendenza della Lituania ha vinto per nove volte consecutive il titolo lituano ma soprattutto nel 1999 ha vinto l’Eurolega battendo a Monaco di Baviera in finale la Virtus Bologna con Tyus Edney e l’ex Olimpia, Anthony Bowie. L’anno prima Saulius Stombergas segnò 35 punti in finale e lo Zalgiris vinse la Coppa Saporta sconfiggendo in finale proprio l’Olimpia di Franco Casalini, subentrato a Franco Marcelletti dopo la rimonta in semifinale sul Panathinaikos (Flavio Portaluppi, oggi general manager Olimpia, era in campo). Fu 82-67 il finale: si giocò a Belgrado.

I PRECEDENTI DI OLIMPIA-ZALGIRIS

Lo Zalgiris lo scorso anno ha battuto l’Olimpia due volte su due, ambedue le gare furono tirate e l’ultima, a Milano, finì 65-67 con Keith Langford che ebbe il tiro del pareggio nel finale. A Kaunas finì 92-87  per i lituani anche se l’Olimpia giocò una grande gara comandandola per quasi 35 minuti. Keith Langford contro lo Zalgiris ha stabilito il record personale in Eurolega di punti in una gara con 35 punti quando giocava nel Maccabi. In assoluto le due squadre si sono incontrate 7 volte con un bilancio di 4-3 per lo Zalgiris. Nella stagione 1985/86, lo Zalgiris di Arvydas Sabonis vinse 80-79 contro l’Olimpia a Kaunas, ma Milano si rifece in casa vincendo 95-66. La stagione successiva, quando l’Olimpia avrebbe vinto la prima delle due Coppe dei Campioni consecutive, si impose sullo Zalgirios due volte su due, 75-71 in casa, 100-85 a Kaunas. Da allora lo Zalgiris ha vinto tre volte consecutive, prima nella finale di Saporta Cup del 1998 (82-67) e poi nelle due gare della stagione scorsa.

ZALGIRIS: COM’E’ ANDATO FINORA

Lo Zalgiris nella lega lituana ha giocato finora solo due partite, vincendo la prima 100-71 contro lo Dzukija e la seconda 83-57 contro lo Zvaigdes in cui Martynas Pocius ha segnato 22 punti e Justin Dentmon 21. In Eurolega ha debuttato contro il Real Madrid in casa perdendo 83-63 contro una delle grandi favorite di questa competizione. Paulius Jankunas è stato il miglior marcatore (15 punti) e il miglior rimbalzista (8). Il grande Saras Jasikevicius ha segnato 13 punti.

LA ZALGIRIS CONNECTION

La guardia dello Zalgiris, Justin Dentmon, ha giocato brevemente a Milano nella stagione 2011/12 arrivando per sostituire l’infortunato JR Bremer prima che cominciassero i playoff. Di fatto fu impiegato solo nei quarti di finale contro Venezia (3-0) perché già da gara 1 di semifinale fu rimpiazzato dallo stesso Bremer e non giocò più. Dentmon è arrivato a Kaunas in estate. Ksistof Lavrinovic, ala-centro dello Zalgiris, infortunato e non ancora utilizzato, non è un ex ma ha giocato a Siena insieme a David Moss per due stagioni delle cinque vissute in Toscana, in ognuna delle quali Luca Banchi era assistente allenatore della Montepaschi. Keith Langford al Khimki ha giocato assieme a Robertas Javtokas e a Paulius Jankunas. Dei giocatori dello Zalgiris l’unico ad aver giocato in Italia, a parte Lavrinovic e Dentmon, è stato Tadas Klimavicius, un nazionale visto a inizio carriera a Fabriano. Martynas Pocius, lituano che ha giocato a Duke, lo scorso anno ha battuto il Barcellona di CJ Wallace nella quinta partita della finale per il titolo spagnolo giocando nel Real Madrid.

IL MITO JASIKEVICIUS

Lo Zalgiris ha messo sotto contratto il 37enne Sarunas Jasikevicius, uno dei più grandi playmaker lituani di tutti i tempi, con una carriera leggendaria alle spalle. Saras, com’è noto, ha lasciato la Lituania che era poco più di un bambino per giocare negli Stati Uniti, a Maryland, salvo rientrare alla fine del quadriennio universitario in patria ma per giocare a Vilnius. Dopo un anno a Vilnius, Jasikevicius è decollato per vincere l’Eurolega al Barcellona nel 2003, al Maccabi nel 2004 e nel 2005 (Mvp delle Final Four). In seguito ha giocato anche nella NBA, negli Indiana Pacers, prima di tornare in Europa e vincere ancora l’Eurolega al Panathinaikos (2009). Dopo un ultimo anno al Barcellona, insieme a CJ Wallace, Saras è tornato in Lituania unendosi infine allo Zalgiris Kaunas con il quale da professionista non aveva mai giocato. Jasikevicius arriva a Milano a 5 assist di distanza dai 700 in carriera. Sarebbe il quarto giocatore di sempre a raggiungere quella cifra.

NOTE ZALGIRIS KAUNAS

Paulius Jankunas è a 6 rimbalzi da quota 900 in carriera. Sarebbe il decino giocatore a raggiungere quel traguardo… Robertas Javtokas è a 4 stoppate dalle 100 in carriera… Attenzione ai tiri liberi: Martynas Pocius ha segnato gli ultimi 15 tentati in Eurolega, Sarunas Jasikevicius gli ultimi 12. Quest’ultimo con il 92.0% ovvero 529/575 nell’arco di 203 partite giocate è primo di tutti i tempi in Eurolega nei tiri liberi.

LA STRISCIA DI LANGFORD

Keith Langford ha segnato 20 punti anche ad Istanbul allungando a quota 11 la sua striscia di gare in doppia cifra in Eurolega con la maglia di Milano, 13 in totale. Langford è andato in doppia cifra in 22 delle ultime 23 partite giocate in Eurolega. Non solo: nelle ultime tre partite di Eurolega giocate ha sempre segnato almeno 20 punti. In questo avvio di stagione Keith Langford ha segnato in tre partite ufficiali un totale di 68 punti, 29 a Brindisi, 20 a Istanbul e 19 contro Varese. 22.66 di media. Ha 24.0 di media in campionato. Ecco tutte le prove di Langford in Eurolega, maglia Olimpia.

Stagione Avversario Punti
2012/13 Efes 16
2012/13 @ Zagabria 17
2012/13 Vitoria 13
2012/13 @ Kaunas 24
2012/13 Olympiacos 17
2012/13 @ Efes 15
2012/13 Zagabria 11
2012/13 @ Vitoria 16
2012/13 Kaunas 20
2012/13 @ Olympiacos 21
2013/14 @ Efes 20

 

LANGFORD QUANDO VEDE KAUNAS…

Keith Langford ha giocato sei volte in carriera contro lo Zalgiris e ha una media di 19.8 punti segnati per ogni gara con 4.8 rimbalzi, 3.3 assist e il 42.8% nel tiro da tre. Contro lo Zalgiris ha stabilito il suo primato di punti e rimbalzi in Eurolega (35 e 8) sia pure al Khimki, ma anche il record di punti in Eurolega in maglia Olimpia con 24, l’anno passato in trasferta. Da notare che Angelo Gigli, stagione 2006/07, giocava a Treviso, contro lo Zalgiris, ebbe 16 punti, 6 rimbalzi e 25 di valutazione.

I PRIMATI EUROPEI DI GENTILE E MELLI

Alessandro Gentile a Istanbul è andato in doppia cifra in gare di Eurolega per la quinta volta abbattendo il suo record di punti che era di 13 (al Pireo lo scorso anno) e ora è 19. Curiosamente ha ritoccato il suo primato in ognuna delle ultime due partite giocate in Eurolega. Primato personale anche i 9 rimbalzi di Nicolò Melli a Istanbul di cui 6 in attacco (record anche questo). Il suo record risaliva alla stagione 2010/11 quando catturò 8 rimbalzi contro il CSKA Mosca.

NOTE OLIMPIA SUL CAMPIONATO

Con 4.0 rimbalzi offensivi di media, Samardo Samuels è leader nel campionato italiano nella specialità assieme a Greg Brunner, Omar Thomas, Curtis Kelly e Oberah Anosike. Samuels con 8.0 è anche quinto rimbalzista assoluto. L’Olimpia ha tre giocatori tra i primi 10 nella valutazione media: Keith Langford è quinto, David Moss è sesto e Samardo Samuels è decimo (primo Will Thomas di Avellino). Nicolò Melli è secondo assoluto nelle stoppate con 1.5 di media: la classifica è comandata da Shawn King della Virtus Bologna. Keith Langford sta segnando 24.0 punti di media per gara. Lo sopravanzano Dwight Hardy (Bologna) e Drake Diener (Sassari) con 25.5.