benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

Uniti una volta di più, rialzarsi subito in gara 2 e riprendersi l’inerzia della serie

19/05/2019
TUTTE LE NEWS »

L’Olimpia ha perso gara 1 concedendo ad Avellino 19 rimbalzi d’attacco e tirando dall’arco con il 24%, terza peggior prova stagionale. La spiegazione della sconfitta è tutta in questi numeri: le guardie dell’Olimpia hanno fatto 2/13, le ali forti 0/5. Solo Vlado Micov ha mantenuto una certa pericolosità dall’arco. Nella stessa serata Avellino ha fatto 11/25. Dove occorre migliorare per ribaltare subito l’inerzia della serie è chiaro. L’Olimpia è ritornata in palestra domenica pomeriggio. Kaleb Tarczewski ha avuto un problema alla schiena nel corso di gara 1, ma è il momento di serrare le fila, non di piangersi addosso o individuare i colpevoli. La serie contro Avellino non è un normale quarto di finale tra prima e ottava, perché la Sidigas vale più dell’ottavo posto e perché Milano – anche dimenticando la perdita di Arturas Gudaitis – senza le sue guardie titolari, ma soprattutto senza Mike James (in campionato oltre 15 punti e 5 assist di media), assenza inusuale rispetto alla stagione, non è ovviamente la stessa squadra. I margini di errore si riducono e serate disastrose al tiro come quella di gara 1 si pagano. L’Olimpia è rientrata a meno due in gara 1, ha avuto i palloni del pareggio, del sorpasso, ma ha sempre sbagliato i tiri del ricongiugimento. Avellino ha speculato sulla serata negativa ed è stata premiata. Rimediare a rimbalzo, contro una squadra che con questo assetto ha sempre in campo un centro di posizione e un 4-5 impiegato da ala forte, non è facile ma andrà fatto con il sostegno di tutti gli uomini in campo, ma il vero problema è stato rimanere 15 punti sotto la media stagionale. Qui per i biglietti: Gara 2 è lunedì alle 20.30 al Mediolanum Forum.

Qui per scaricare le note statistiche della partita: Milano-Avellino Quarti Gara 2

LA STORIA DELLA SERIE

Gara 1, Olimpia-Avellino 74-82: Milano trova una notte di tiro da dimenticare, 6/24 da tre con tutte le guardie che producono insieme due triple a segno su 13 e nessuna dalle ali forti. Avellino sfrutta gli errori per correre in contropiede e poi tirare bene soprattutto dopo un primo periodo favorevole all’Olimpia, 20-13. La Sidigas controlla anche i rimbalzi d’attacco usando il suo quintettone con un centro vero e Ike Udanoh da ala. Quest’ultimo segna 18 punti con nove rimbalzi. Keifer Sykes aggiunge 21 punti. L’OIimpia ha 23 punti da Vlado Micov (4/7 da tre) e 4/4 da Kaleb Tarczewski.

NOTE SULLA SERIE

MICOV – I 23 punti di Vlado Micov in gara 1 sono il suo record stagionale in campionato e di tutti i tempi in una partita di playoff.

CINCIARINI – Con i 4 assist di gara 1, Andrea Cinciarini allunga ulteriormente il suo margine nella classifica di tutti i tempi nei playoff. Adesso il Capitano ha 284 assist in carriera ed è 16 da quota 300.

TARCZEWSKI – Kaleb Tarczewski con le 4 schiacciate di gara 1 ne ha 35 in carriera nei playoff, a meno due dal record di società detenuto da Samardo Samuels con 37. Kaleb Tarczewski è salito al secondo posto della classifica di società per numero di schiacciate in maglia Olimpia in assoluto. Kaleb adesso ne ha 109 in 65 partite. Con la prossima schiacciata eguaglierà le 110 di Samardo Samuels.

CHI SONO GLI ARBITRI

Gara 2 sarà arbitrata da Tolga Sahin, Lorenzo Baldini e Guido Giovannetti

Gara 3 sarà arbitrata da Carmelo Paternicò, Alessandro Martolini e Denis Quarta

L’OLIMPIA NEI PLAYOFF

38 PARTECIPAZIONI – L’Olimpia partecipa ai playoff per la 38° volta. Nessuna squadra ha preso parte ad un maggior numero di edizioni. Nei 37 precedenti, ha vinto il titolo 9 volte e 18 volte ha partecipato alla finale scudetto. Otto volte la sua corsa si è fermata in semifinale e otto volte nei quarti, tre volte non ha superato gli ottavi di finale (attualmente non esistenti). In totale l’Olimpia ha giocato 89 partite di playoff nella propria storia (prima assoluta) con 44 vittorie e 45 sconfitte dopo gara 1.

NEI QUARTI – L’Olimpia ha giocato 34 serie di quarti di finale con 26-8 di bilancio. Nelle singole partite vanta 72 vittorie e 37 sconfitte; in casa è 48-13, in trasferta è 24-24. In 25 occasioni ha affrontato i quarti di finale con il vantaggio del campo e il bilancio è di 21-4. L’Olimpia è 12-4 nei quarti di finale giocati al meglio delle cinque partite come quest’anno.

GARA 1 DEI QUARTI – Da quando i quarti di finale si giocano al meglio delle cinque partite (al meglio sette nel 2013), l’Olimpia è 11-7 in gara 1. Solo cinque di queste 17 partite sono state giocate in trasferta e il bilancio è 1-4. L’ultima volta successe nel 2009 contro Teramo e l’Olimpia vinse la partita e poi anche la serie (3-1). In casa quindi il bilancio è 10-3.

GARA 2 DEI QUARTI – L’Olimpia è 23-11 in gara 2 dei quarti di finale, inclusa una striscia di 14 vittorie di cui le ultime 11 disputate in casa (da segnalare che fino al 2009 nei quarti di finale gara 1 e 2 si giocano in alternanza casa e fuori tra chi aveva il fattore campo a favore).

 

JAMES NUNNALLY
KALEB TARCZEWSKI
CURTIS JERRELLS