Successiva
Precedente
sabato 6 aprile 2013
Torna Hairston, vola l’Olimpia: 93-65

L’Olimpia segna 54 punti nel primo tempo, record stagionale, di cui 30 nel solo primo tempo, dilaga e vince in modo convincente contro Pesaro togliendo respiro a Rok Stipcevic con la staffetta Green-Bremer. E’ la vittoria stagionale numero 16, la sesta in casa, chiude una ministriscia di due sconfitte interne in fila, Alessandro Gentile supera quota 1000 punti in carriera e prolunga una seria di otto gare consecutive in doppia cifra. Un bel sabato sera al Forum, grazie anche al ritorno di Malik Hairston con una settimana di anticipo (era fermo invece Giachetti, invocato dal pubblico, per una contrattura). Ha debuttato anche Andre Merlati nel finale.

PRIMO TEMPO - Si tira con percentuali altissime in avvio, segna tantissimo Pesaro ma risponde l’Olimpia. Ioannis Bourousis segna i primi due mezzi ganci, Gentile mette la prima tripla, poi ruba palla e schiaccia, segnano da tre anche Green e Bourousis. Dopo sei minuti, primo time-out, è 19-14 Olimpia. Il vantaggio si gonfia a sette punti quando arriva un 6-0 costruito sotto canestro da Andrea Crosariol. L’EA7 riprende subito il controllo della gara, Fotsis si fa luce con due rimbalzi d’attacco che trasforma in canestri, Radosevic completa un gioco da tre punti e dopo il secondo fallo di Gentile, al rientro, Malik Hairston segna due volte di prepotenza in penetrazione. Il primo quarto è roba da 30 punti e più sette. Hairston attacca il canestro e segna dalla media, Bourousis controlla i rimbalzi (Radosevic commette il secondo fallo e torna a sedere), Melli chiude un contropiede e a sei minuti dall’intervallo il margine di vantaggio tocca la doppia cifra, sul 36-26. E’ un momento buono per l’Olimpia, Melli segna due volte da tre, lo imita Bremer, a rimbalzo d’attacco è dominio e il vantaggio lievita a +18 due volte, la seconda su uno strepitoso assist di Marques Green per Bourousis. Il primo tempo si chiude sulla tripla di Green allo scadere che dà il massimo vantaggio sul 54-35.

SECONDO TEMPO - Il vantaggio tocca i 22 punti sul 57-35 perché Antonis Fotsis si presenta con una tripla. La zona di Pesaro abbassa il ritmo e qualche palla persa riduce il margine a 14 punti sul 63-49. Ma Gentile e Green (da tre) riaprono 19 punti di vantaggio con tre minuti da giocare nel terzo periodo. Nonostante il quarto fallo di Gentile resta lì, 19, 70-51 alla fine del terzo periodo. Nel quarto, l’Olimpia controlla la partita, c’è una fiammata di Leon Radosevic che risponde alla grande prova di Crosariol. Gentile va in doppia cifra per l’ottava volta di fila, Langford riposa, Bourousis produce la settima doppia doppia stagionale e Andrea Merlati segna i primi punti in serie A.