Successiva
Precedente
sabato 15 settembre 2012
Tiri liberi e tiri da tre tradiscono l’EA7 a Caorle

Tiri liberi e tiri da tre abbassano il livello di efficacia dell’attacco e condannano l’EA7 Emporio Armani contro la Virtus Bologna (che rispetto a Modena non schiera Kenny Hasbrouck ma ritrova Poeta e Gigli) nella prima gara del torneo di Caorle. L’Olimpia segna appena 62 punti e perde. Le percentuali dicono tutto. Dalla lunetta si finisce con 7/18, il 39% e da tre con 3/18 ovvero il 17%. Così la sconfitta è inevitabile nonostante le 16 palle perse cui viene forzata Bologna. Solo tre gli uomini in doppia cifra, capeggiati dai 13 in 15 minuti di Richard Hendrix che aggiunge anche 7 rimbalzi (fa meglio Fotsis con 8). 11 Bourousis e 10 Langford, ma tutti nel secondo tempo e nel finale sbaglia tre liberi su quattro, che avrebbero forse cambiato la storia della rimonta.

LA CRONACA - Coach Scariolo usa i tre esterni americani, Cook, Langford ed Hairston, più Fotsis e Bourousis. Ma i cambi cominciano frenetici dopo pochi minuti. Alla fine del primo periodo, entrano in nove, tutti tranne Giachetti (e Tsiaras). Debutta in maglia EA7 Rok Stipcevic (e segna subito in entrata), debutta anche Melli al rientro dall’infortunio. L’inizio del secondo quarto è complicato. Dopo lo 0-5 per chiudere il primo, Bologna costruisce nove punti di vantaggio sul 23-14. A fermare l’emorragia è un gran canestro di Gianluca Basile. Ma il momento negativo prosegue, la Virtus va avanti 31-16 segnando a ripetizione in contropiede mentre l’Olimpia segna appena due punti in cinque minuti. Segue un parziale di 7-0 che comprende un gioco da tre punti di Ioannis Bourousis e riporta l’Olimpia a meno 8, 31-23. Il primo tempo però si chiude senza squilli: una buona difesa che forza un’infrazione di cinque secondi di Moraschini (che successivamente esce per un colpo al naso) produce poi due tiri liberi che Bourousis sbaglia. All’intervallo è 35-23 per la Virtus. Per l’Olimpia 1/8 da tre e il 34% globale dal campo. Il secondo tempo comincia con un’Olimpia differente. Scariolo parte con Basile, Melli e Hendrix. Il parziale è 9-2 prima che Alex Finelli chiami time-out e l’EA7 sia a meno 5, 32-37. Langford sbaglia la tripla del sorpasso, ma la reazione di Bologna è ancora forte e a metà terzo periodo il disavanzo torna in doppia cifra, 47-37. Alla fine del terzo è 53-42 Virtus, tornata in controllo della gara. La reazione migliore del quarto periodo avviene dopo la metà, comincia Fotsis con una tripla, prosegue Langford con un’entrata. Ci sono un paio di buone difese che forzano la Virtus ad un’infrazione di 24″ ma in quel momento Langford sbaglia due tiri liberi. Ancora Langford firma il meno 4, Basile ha la tripla del meno 1 ma sbaglia. Poi sbaglia quella del meno 2. La Virtus recupera le energie e tira meglio dalla lunetta, così vince 67-62.

IL TABELLINO - EA7-SAIE3 BOLOGNA 62-67. EA7: Langford 10 (4 assist), Giachetti, Stipcevic 3, Hairston 8, Cook 4 (3 recuperi), Basile 2, Fotsis 7 (8 rimbalzi), Tsiaras 2, Melli 2, Hendrix 13 (7 rimbalzi), Bourousis 11 (6 rimbalzi). SAIE3: Gaddefors 4, Imbrò, Poeta 10, Rocca 14, Gigli 8, Minard 13, S.Smith 13.

LE PROSSIME - Oggi ultima gara del torneo di Caorle, poi la squadra lascia l’Italia da Milano per giocare tre gare in Spagna di cui due contro il CAja Laboral, futuro avversario anche nella regular season di Eurolega. Per la tournee iberica si tenterà il recupero di David Chiotti (ginocchio sinistro), mentre Alessandro Gentile continua la rieducazione della spalla sinistra operata.

IL TOP SCORER

Richard Hendrix è stato il top scorer dell'Olimpia a Caorle con 13 punti in 15 minuti. Ha anche catturato 7 rimbalzi

IL TIRO DEL BASO

Il tiro di Gianluca Basile non è ancora in ritmo come si è visto nel finale della gara di Caorle contro la Virtus Bologna