Successiva
Precedente
venerdì 10 maggio 2013
Strepitosa la prima: 103-79

Grande prestazione dell’Olimpia, che aggredisce i playoff con determinazione feroce, recupera Ioannis Bourousis ma non Keith Langford, sbaglia tanti tiri liberi ma esegue alla perfezione in attacco, difende forte e comanda le operazioni dall’inizio alla fine. Non poteva esserci modo migliore per iniziare la post-season, anche se la serie resta lunghissima, e per onorare lo spirito di Arthur Kenney, presente a bordo campo per il ritiro della maglia numero 18. Anche il pubblico presente ha fatto la sua parte con grande trasporto. Adesso la serie è 1-0 ma già domenica (alle 19.00) si va in campo per la seconda. E’ solo un primo passo. Bellissimo ma un primo passo.

PRIMO TEMPO - Parte forte l’Olimpia, tripla di Green che dopo poco replica, in mezzo segna due volte Bourousis e mette un canestro da tre anche Gentile. Siena chiama time-out con 5:22 da giocare nel primo quarto, sul 16-6. Il massimo vantaggio sale a 11 punti quando Malik Hairston dall’angolo segna da tre per il 23-12. Daniel Hackett risponde con cinque punti consecutivi, poi arriva la tripla di Dionte Christmas e allo scadere il jump corto di Kangur. Il primo quarto si chiude sul 25-22 Olimpia. Siena si avvicina e ha con Kangur dall’angolo la tripla del pareggio. La sbaglia. L’Olimpia risponde. JR Bremer segna da tre e in penetrazione, Mensah-Bonsu schiaccia due volte, Gentile vola in doppia cifra e il vantaggio ritorna anche a 11 punti sul 41-30, firmato da una schiacciata di Hairston. Malik segna ancora in contropiede e Gentile dall’angolo prende una stoppata ma recupera la palla e segna per il 47-35 del nuovo massimo vantaggio con un un minuto da giocare nel primo tempo. Bobby Brown in penetrazione completa un gioco da tre punti dopo il time-out. All’intervallo è 48-40 Olimpia.

SECONDO TEMPO - Si parte con una schiacciata di Eze ma anche un gioco da quattro punti di Gentile e il vantaggio sale due volte a 15 punti con una tripla di Fotsis e dopo con un canestro di forza in entrata di Hairston. Bourousis siglia un fade-away che signficia Olimpia +16, 62-46 prima della risposta di Siena, un 5-0 con quattro liberi di Christmas. Nonostante i quattro falli di Gentile e i tre di Green – tutti e due in panchina – l’EA7 riprende subito in mano la partita sull’asse Hairston-Bourousis. A tre minuti dalla fine è 68-51 ma si avanti. esplode ancora Hairston e si dilaga a +15, sul 77-52. Alla fine del terzo è 77-55 con una schiacciata finale di Daniel Hackett. Il quarto periodo comincia con una schiacciata di Mensah-Bonsu e poi un altro appoggio di Pops che schizza in doppia cifra. Siena chiede time-out ma la partita è vinta, nonostante la sfuriata strepitosa di tiri da tre di Christmas nel finale.