Storia;

1946

L’era Cesare Rubini

“Il Principe” Cesare Rubini, triestino, approdò a Milano al seguito del suo mentore Adolfo Bogoncelli diventando dell’Olimpia giocatore e allenatore. Fisico bestiale, Rubini è stato uno dei più grandi sportivi italiani di tutti i tempi. Mentre faceva incetta di scudetti nel basket, nella pallanuoto otteneva i medesimi risultati. Rubini nel 1947 vinse l’argento europeo a Ginevra con la Nazionale di basket ma nel 1948 vinse l’oro alle Olimpiadi di Londra nella pallanuoto. Capace diabolicamente di dividersi tra i due sport ad un livello così alto da venire nominato nella Hall of Fame di entrambi (alle Olimpiadi del 1952 da capitano del “settebello” conquisterà un’altra medaglia, di bronzo).

Ma l’Olimpia è il club, anche più della Nazionale, che identifica la storia di Rubini. A Milano, vinse da giocatore e allenatore, sei scudetti di cui cinque consecutivi e nel 1966 il titolo europeo ottenuto battendo lo Slavia Praga a Bologna. Mai una squadra italiana era arrivata così in alto.

Negli anni di Rubini nacque il mito delle scarpette rosse: le scoprì in America e le importò in Italia. La sua squadra era fenomenale, aveva Gianfranco Pieri che fece acquistare dopo aver subito da lui 34 punti in una gara contro Trieste, aveva l’angelo biondo Sandro Riminucci, che segnò 77 punti in una partita,ma negli anni anche Romeo Romanutti, Sergio Stefanini, Ricky Pagani, Sandro Gamba, Nane Vianello, Paolo Vittori, fino ad arrivare a Massimo Masini, Renzo Bariviera, Giulio Iellini, Pino Brumatti, Arthur Kenney negli anni ’70 quando poi – era il 1973 – lasciò la panchina per diventare general manager dell’Olimpia e completare la sua storica carriera che l’avrebbe infine condotto in Nazionale di nuovo al fianco di Sandro Gamba con il quale avrebbe vinto l’oro europeo del 1983.

Cesare Rubini, il Principe
visualizzazioni

Gianfranco Pieri
visualizzazioni

Cesare Rubini

Cesare Rubini da capo allenatore dell’Olimpia ha vinto 10 scudetti. E la Coppa dei Campioni del 1966

Il genio Pieri

Gianfranco Pieri, il genio della regia, è stato uno dei più grandi playmaker nella storia del basket italiano

  • aoc
  • aon
  • bmw
  • fossil
  • luxottica
  • SAP
  • umana