Livio Proli
Livio Proli
Presidente

Livio Proli è stato per sei stagioni presidente dell'Olimpia Milano. In questo arco di tempo la squadra ha vinto lo scudetto nel 2014 e raggiunto altre tre volte la finale, tre volte le Top 16 di Eurolega e una volta i playoff. Sotto la sua guida l'Olimpia ha ottenuto la licenza A di Eurolega e ottenuto due volte il diritto di giocare a Milano contro una squadra NBA, i New York Knicks nel 2010 e i Boston Celtics nel 2012. Nel 2014 Livio Proli è stato nominato "Executive dell'anno" di Eurolega. Dopo un anno senza cariche, è tornato nell'estate del 2015 alla guida del club e nel febbraio del 2016 ha vinto la sua prima Coppa Italia. Nel giugno del 2016 ha vinto anche il suo secondo scudetto e nel settembre la Supercoppa.
LA CARRIERA - Livio Proli, nato a Mondovì, ha lavorato alla Vestimenta di Trento, alla Reporter di Ancona, ha aperto una catena retail in Austria tramite la sua società Plad Gmbh, per oltre quattro anni ha lavorato a RTL 102.5 ed è stato amministratore delegato e direttore generale della Simint SpA di Modena, società della "Giorgio Armani SpA" fino al 2009. Sotto la sua gestione figuravano i marchi Armani Jeans e Armani Junior. Il primo di questi marchi venne scelto per sponsorizzare l'Olimpia dal 2004, anno in cui il Signor Giorgio Armani entrò nella società come main sponsor. In quell'anno, Proli entrò come membro del Consiglo d'Amministrazione nel club. Nel 2008 ha gestito l'acquisizione della società da parte "Giorgio Armani SpA" assumendo la carica di presidente. Dall'1 gennaio 2010 è direttore generale della "Giorgio Armani Spa".
NOTE - Sotto la gestione di Livio Proli, l'Olimpia oltre ad ottenere la licenza A di Eurolega, è stata scelta due volte per ospitare una gara della tournèe europea di squadre NBA, prima nel 2010 (New York Knicks) e poi nel 2012 (Boston). Inoltre è stato rilanciato il settore giovanile che ha prodotto lo scudetto Under 15 nel 2011, Under 17 nel 2013 e Under 14 nel 2014, e varato l'Armani Junior Program che raccoglie oltre 70 club. E' stato artefice del ritorno a Milano di Danilo Gallinari nel 2011 e lanciato il general manager Gianluca Pascucci, decollato verso la NBA (Houston) nell'estate del 2012.