Successiva
Precedente
domenica 3 marzo 2013
Sì, vince l’Olimpia!

Difesa, tiri liberi sbagliati, rimonte, sorpassi, una battaglia per 7000 spettatori e cuori forti. L’Olimpia ce la fa, senza Keith Langford lotta con il cuore, sopravvive ad un quarto (il secondo) da tre punti, si gode un Gentile stratosferico (22 punti). Melli mette il canestro più importante e infine arriva la vittoria che vale il 2-0 negli socntri diretti.

PRIMO TEMPO - Parte subito forte, 5-0, l’Olimpia con un canestro in entrata di Gentile e una tripla di Bourousis. Il greco “controlla” il primo quarto, segna 10 punti con due triple, ci sono due schiacciate di Malik Hairston e sei punti di Gentile, tutti in avvicinamento. Siena sfrutta i jump di Kangur e i “runners” di Bobby Brown ma sbaglia anche tre tiri liberi. Melli si fa sentire a rimbalzo. Quando Gentile segna e prende fallo, l’Olimpia costruisce il massimo vantaggio sul +8, 23-15 che poi è il parziale alla fine del primo periodo. Un tiro libero di Radosevic vale il più 9 a inizio secondo quarto. Siena torna in partita con Brown e un contropiede chiuso da Sanikidze. Sul 24-19 coach Scariolo chiama time-out. La zona di Siena ha effetto, Sanikidze segna ancora in contropiede e prende fallo. A 4 minuti dall’intervallo è pari dopo la tripla dall’angolo di David Moss. E’ Moss a commettere fallo su Bourousis, che dal parapiglia in campo esce rimediando un antisportivo e un tecnico. Così Siena mette la testa avanti. Il momento di nervosismo premia Rasic con una tripla dallo stesso angolo di Moss. In attacco non entra nulla. Siena va 33-26 che chiude il primo tempo. Secondo quarto da incubo, appena tre punti segnati, un libero di Radosevic e un’entrata di Gentile.

SECONDO TEMPO - Melli e Green segnando per l’Olimpia in avvio di ripresa. Bourousis induce Eze al quarto fallo. Dopo 4’45″ nonostante un errore dalla lunetta per Ioannis e un altro di Green è pari 33 con 7-0 di parziale. Gentile in “coast to coast” firma il sorpasso sul 35-33.  Poi dalla media segna il +4. Bourousis commette il quarto fallo su una penetrazione di Brown ed è di nuovo 39-39. Battaglia difensiva, con tanti errori dalla lunetta, anche Green commette il terzo fallo. Alla fine del terzo è 43-41 per l’Olimpia. Basile mette il primo canestro del quarto periodo con una triplona che vale il 46-41. Brown segna quattro volte dalla lunetta e ricuce a meno 1. Hairston commette il quarto fallo. Moss sorpassa dalla linea, Rasic allunga sul 49-46. Radosevic schiaccia e prende fallo. Brown segna in entrata, Gentile risponde da tre per il 51 pari. Melli sorpassa con un jump corto. Brown pareggia ancora con un “teardrop” ma Radosevic schiaccia il 55-53 e Malik appoggia il + 4 e dalla lunetta il +5. Moss risponde da tre, Gentile dopo due rimbalzi d’attacco (Bourousis e Hairston) si estende per segnare il 60-56. Poi da tre dall’angolo valica quota venti e firma il 63-57 che Brown vanifica segnando anche lui da tre. Melli segna due liberi. C’è il quinto fallo di Radosevic dopo un errore di Janning per il pareggio. Kangur sbaglia due tiri liberi ma il rimbalzo premia Siena e Janning dall’angolo questa volta pareggia. 35 secondi alla fine. Melli dall’angolo segna la tripla del 68-65 ma subito dopo commette fallo su Kangur in azione di tiro da tre. L’estone segna solo il primo tiro libero. Bourousis cattura il rimbalzo e va in lunetta a 15 secondi dalla fine. Fa 1/2 per il 69-66. Brown dopo il fallo tattico di Green segna due liberi. Olimpia avanti di uno. Sulla rimessa Samikidze ruba palla e poi la perde. Green prende fallo antisportivo e chiude la gara