benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com
STAGIONE 2017/18 /2 GENNAIO 2018, ORE 20:45
VL PESARO
64-78
EA7 ARMANI MILANO

L’Olimpia ruota gli effettivi, soffre un po’ troppo nel terzo quarto ma mette le cose a posto con la difesa e le giocate decisive di Jordan Theodore e Curtis Jerrells con la complicità di Kaleb Tarczewski, per vincere 78-64 a Pesaro. Tarczewski dopo un primo tempo a secco, ma con problemi di falli, gioca un secondo tempo di grande aggressività atletica e aiuta l’Olimpia a chiudere i conti in una gara giocata senza Arturas Gudaitis (febbre) e Dairis Bertans (risentimento al polpaccio).

IL PRIMO TEMPO – L’Olimpia parte lucida in attacco: M’Baye e Cinciarini approfittano degli spazi per segnare due volte da tre. Due liberi di M’Baye, mentre Cusin controlla i rimbalzi (4 lui e 4 Micov nel primo periodo), permettono a Milano di scappare via 8-0. Pesaro risponde con un parziale di 7-0 che include una tripla di Marco Ceron. L’Olimpia però riprende subito a macinare gioco allungando di nuovo a più otto sul 17-9 anche se il bonus bruciato presto (e due falli immediati di Cusin, poi anche di Tarczewski) aiutano Pesaro a superare il momento di difficoltà. Alla fine del primo periodo, l’Olimpia è avanti 20-13. Nel secondo quarto, Milano è costretta a giocare con M’Baye da centro dopo il terzo fallo sanzionato a Cusin su un blocco irregolare. Una fiammata di Abass, jumper dall’angolo allo scadere dei 24″ e contropiede chiuso su assist di Theodore, consente all’Olimpia di proteggere il vantaggio di sette punti quando Coach Leka spende il time-out. Al rientro, una tripla di Abass scava 11 punti tra le due squadre, una di Jerrells li ripristina dopo la risposta di Moore. Ma anche Ceron segna da tre e un paio di errori banali fermano la fuga dell’Olimpia. All’intervallo il vantaggio è ridotto a sei punti sul 37-31.

IL SECONDO TEMPO – Kaleb Tarczewski schiaccia due palloni ad inizio del terzo periodo e spinge Milano di nuovo avanti di 10. Ma Pesaro allunga la difesa, prova a correre di più, mette in ritmo Omogbo e sul terzo fallo dello stesso Tarczewski rientra a meno due sul 45-43. Poi pareggia con Moore due volte anche dopo la terza schiacciata di Tarczewski che si spende su Mika in difesa e attacca con energia in una situazione falli complicata. Pesaro supera con un tiro libero di Diego Monaldi, l’Olimpia replica con un jumper dalla media di Theodore e una tripla di Jerrells che vale il nuovo più quattro ma è annullata da quella di Omogbo. Alla fine del terzo periodo è 52-51 Olimpia. Jordan Theodore con un lay-up rovesciato e un gran “floater” firma il 4-0 di inizio quarto periodo, Curtis Jerrells da tre riapre sette punti di margine e Cinciarini otto con un canestro di rapina che anticipa però la risposta dall’arco di Omogbo. Jerrells in una sequenza unica mette la tripla del più otto e poi i due liberi del 70-60 strappati a rimbalzo. L’Olimpia che nella ripresa trova un Tarczewski strepitoso nell’attaccare il ferro (cinque schiacciate) chiude la partita senza ulteriori patemi, 78-64.