Prima squadra Euroleague Campionato
9° Giornata - Regular season - domenica 27 novembre 2016
vs
Enel Brindisi Vs. EA7 Armani Milano 76-83

Sesta vittoria consecutiva in trasferta, il più sette di Brindisi vale l’accesso alle Final Eight con l’ottavo posto (sarebbe stato settimo se Reynolds non avesse segnato l’ultimo tiro, sarebbe stata eliminazione in caso di sconfitta). L’Olimpia affronterà Varese nei quarti di finale, giovedì 7 febbraio da calendario. Gioca un grande primo tempo, l’EA7, soprattutto un secondo quarto difensivamente apprezzabile, ripartisce le conclusioni, sopperisce all’assenza reale di Alessandro Gentile e quella parziale di Keith Langford. Gioca una grande gara Gianluca Basile e nel quarto periodo arrivano anche due triple fondamentali di Melli. Nel quarto periodo, l’Olimpia lotta, va per un attimo sotto ma risponde e vince.

PRIMO TEMPO - Marques Green parte in quintetto per la prima volta in maglia Olimpia, fa viaggiare la palla e controlla il ritmo permettendo all’EA7 di restare incollata all’Enel che con il primo quintetto è atletica e veloce. Scottie Reynolds segna cinque punti, proprio Green risponde con un tiro da tre allo scadere che vale il 15 pari dopo un breve sorpasso di Bourousis su tap-in. Sempre Ioannis pareggia a quota 17 e poi nonostante tre errori consecutivi dalla lunetta, l’Olimpia sorpassa e chiude il primo quarto sul 20-17 quando Melli trasforma due tiri liberi. Il secondo quarto si apre con una tripla di Hairston, un lay-up di Chiotti su assist di Basile e un grande scivolamento lungo la linea di fondo di Hairston che vale la doppia cifra di vantaggio. L’EA7 sale a più 14 dopo due triple consecutive di Basile e un altro lay-up di Chiotti. Piero Bucchi chiama time-out ma si riparte con una palla rubata da Melli e una tripla di Green per il 39-22 che poi diventa +19 due volte grazie a Bourousis (prima due liberi poi un mezzo gancio). La tripla di Fotsis chiude il primo tempo sul 46-29.

SECONDO TEMPO - Brindisi apre con un parziale di 6-0, fermato da una tripla di Green poi però c’è il terzo fallo di Langford oltre ad un tecnico a Hairston per proteste. Brindisi si avvicina a meno 10, ma continua, inanella tira liberi, cattura un rimbalzo con Cedric Simmons e arriva sul 47-45. La risposta è un post-up di Hairston, Basile mette la terza tripla e si respira. Ma solo per poco perché Gibson mette due triple intervallate da una penetrazione di Langford e alla fine del terzo quarto è parità, 57-57 con soli 11 punti segnati. All’inizio del quarto, Simmons sorpassa sul 59-58 ma Basile infila la quarta bomba della sua partita e Bremer un lungo jump per il 63-59. Questa volta è Bucchi a chiamare time-out. Chiotti segna due volte, la seconda è un jump dalla media per il 67-61, poi arriva la tripla di Melli e un jump corto di Green per il 72-63. Melli con la seconda tripla del quarto allunga in doppia cifra, 75-65 entrando negli ultimi cinque minuti di gioco. Un gioco da quattro punti di Gibson riporta Brindisi a meno sei, sul 77-71. Qui la partita diventa una battaglia difensiva, si segna poco, lo fanno Bourousis con un lay-up su assist di Langford e ancora Langford con due tiri liberi per il più otto con 34 secondi da giocare. Quando Reynolds mette la tripla al buzzer finisce 83-76.

Guarda le foto
Note sulla partita

Debuttanti in prima squadra Alberto Navarini e Lorenzo Restelli, ambedue classe '96, non ancora 17enni... Keith Langford nella notte tra sabato e domenica è stato colpito da una forte contrattura cervicale. Non si è allenato domenica mattina, ha riposato con un collare ed è andato in campo comunque anche se in condizioni evidentemente precarie... 30-3 i punti della panchina EA7 contro quella dell'Enel... Nell'ultimo quarto 7/8 da due di squadra e 5 assist... Marques Green 5.5 assist di media nelle prime due uscite... +19 il plus/minus di David Chiotti, il più alto...

  • aoc
  • aon
  • bmw
  • fossil
  • luxottica
  • SAP
  • umana