Prima squadra Serie A Euroleague
5° Giornata - Regular season - giovedì 8 novembre 2012
Final Eight
08/11/2012 ore 20:45
EA7 Armani MilanovsOlympiacos Piraeus
7184
EA7 Armani Milano Vs. Olympiacos Pireo 71-84

L’assalto ai campioni d’Europa dell’Olympiacos è infruttuoso: l’Olimpia insegue per quasi tutta la partita ma non trova mai il ritmo per prenderla in mano, penalizzata anche da una situazione falli subito difficile con i lunghi, Fotsis costretto subito alla panchina con due falli, poi anche Melli e infine Bourousis. Quando Scariolo può tornare ad usare una rotazione normale nella ripresa la situazione è compromessa e ad esempio Fotsis non riesce a riemettersi in ritmo. Ne esce fuori la terza sconfitta di fila in Eurolega, la seconda in casa: l’Olimpia gira la boa di metà regular season con 2-3 di bilancio e dovendo giocare tre volte in trasferta nel ritorno avrà probabilmente bisogno di un successo esterno tra Istanbul, Vitoria e il Pireo.

PRIMO TEMPO - Vassilis Spanoulis parte assatanato, il gioco dell’Olympiacos nasce tutto attorno alle sue penetrazioni e la capacità di creare dal palleggio. Segna cinque dei primi sette punti greci e ispira il primo vantaggio consistente, 13-6 dopo quattro minuti di gioco. Coach Scariolo evita il time-out ma manda in campo Gentile e Melli. La difesa si chiude e l’attacco si apopoggia dentro a Ioannis Bourousis. Il centro segna sei punti e scatta il 6-0 che ricuce il primo strappo. L’Olimpia salta avanti usando un gioco da tre punti di Richard Hendrix e una penetrazione di Langford, ma una serie di palle perse e il bonus che frutta all’Olympiacos sette viaggi in lunetta nel primo quarto scava il break di nuovo a favore dei campioni d’Europa, per il 17-24 di fine primo periodo. L’Olimpia comincia il secondo quarto martellando la palla dentro a Bourousis: Ioannis risponde con un gioco da tre punti e poi altri due falli subiti in situazione di post basso che producono altri tre punti. Sul meno uno 23-24, Pero Antic risponde con una tripla ma l’EA7 è ancora lì. Pareggia con Cook e supera con un libero di Chiotti. Ma la risposta dell’Olympiacos non tarda: Spanoulis penetra e Papanikolau segna da tre, Mantzaris mette due liberi. Hairston ferma solo per un attimo la fuga dell’Olympiacos con un jump lungo da due punti. Papanikolau segna da tre ancora e Printezis lo imita. Entrando nell’ultimo minuto di primo tempo è 30-40. Cook segna da tre dall’angolo sinistro, dal quale si ripete poco dopo Hairston su assist di Gentile. L’Olympiacos in mezzo ci mette un libero di Mavroeidis. E’ 36-41 al riposo.

SECONDO TEMPO - L’avvio è sofferto. C’è subito un 9-2 di parziale per l’Olympiacos che schizza a più 12, sul 38-50. Ad arginare la fuga è Bourousis (che poi però commette il terzo fallo) e Langford con un gioco da tre punti. Ma sono i greci a controllare la partita nel terzo periodo tenendo l’EA7 a soli nove punti totali. Così è 50-59 alla fine del terzo e con Fotsis, Bourousis e Melli tutti gravati di tre falli. Un gioco da tre punti di Hairston riporta l’Olimpia a meno sei, sul 53-59, nel quarto periodo. Ma è solo un attimo perché Spanoulis piazza la tripla e Papanikolau lo imita e ricaccia l’EA7 a meno 12, 55-67. Il vantaggio dell’Olympiacos sale a 15 punti a metà del quarto periodo sul 55-70 prima di un’entrata di Gentile. Ma c’è anche un meno 17 sul 57-74 prima che Langford valichi la doppia cifra segnando da tre e poi su rimbalzo d’attacco. Qui Papanikolau allo scadere dei 24 secondi trova una tripla spettacolare che frustra la difesa biancorossa e certifica la vittoria dell’Olympiacos, che finisce per dilagare.

Guarda le foto
Note sulla partita

Gianluca Basile è diventato il secondo di sempre in Eurolega per numero di gare giocate eguagliando Jaka Lakovic. Primo in graduatoria è Theo Papaloukas, che non sta giocando... Keith Langford adesso ha 16 gare di Eurolega delle ultime 17 in doppia cifra...

  • aoc
  • aon
  • bmw
  • fossil
  • luxottica
  • SAP
  • umana