Prima squadra Euroleague Campionato
1° Giornata - Regular season - domenica 2 ottobre 2016
vs
EA7 Armani Milano Vs. Montepaschi Siena 80-90 (gara 7)

Finisce qui davanti a 8000 spettatori la stagione dell’Olimpia. Finisce nei quarti di finale, alla prima partita della serie vinta dalla squadra che giocava in trasferta. Rimpianti per gara 4 e forse ancora di più per gara 6, ma nella settima partita Siena ha comandato dalla palla a due alla sirena. Il momento migliore dell’Olimpia è stato alla fine del primo tempo, chiuso a meno due, in rimonta. All’inizio del terzo, quando il nervosismo ha catturato entrambe le squadre non c’è stata la lucidità per pareggiare o passare avanti. Siena è stata più veloce a svegliarsi dal torpore e ha condotto in porto la gara avanzando fino alla semifinale contro Varese.

PRIMO TEMPO - Siena parte ispiratissima al tiro con tre triple di tre giocatori diversi e due canestri consecutivi di Moss, uno rubando palla sotto il canestro dell’Olimpia, per il 13-4 in poco più di tre minuti. Dopo il time-out, Bourousis segna cinque punti consecutivi, un canestro lo sigla Green su assist di Gentile, il parziale di 7-0 è stoppato dalla quarta tripla di Siena (Bobby Brown). Il vantaggio di Siena torna a quota nove sul 20-11 dopo una schiacciata sbagliata da Mensah-Bonsu e una bomba di Moss. Bremer allo scadere dei 24″ e Melli su rimbalzo d’attacco riducono lo svantaggio che alla fine del primo periodo è di cinque punti, 22-17. Un gioco da tre punti di Gentile significa meno tre, sul 22-25 ma Siena risponde con un nuovo 6-0 per il meno 9, del 31-22, fermato da Melli e Gentile con un 5-0 di parziale. Una tripla di Carraretto dall’angolo destro porta Siena sul 40-30, Hairston risponde dallo stesso angolo da cui pochi secondi dopo segna anche Fotsis. Antonis prende fallo a rimbalzo, mette i due liberi e l’Olimpia torna a meno due volte, l’ultima alla fine del primo tempo sul 42-44 dopo un’entrata di Gentile.

SECONDO TEMPO - Si parte con grande nervosismo da ambo le parti, ma è più lucida Siena che mette i suoi tiri liberi, si aggrappa ad Hackett, trova canestri insperati da Sanikidze e schizza via a più 12 sul 63-51 mentre l’Olimpia spreca molto anche dalla lunetta. A tenere in partita l’Olimpia sono le penetrazioni di Langford che si guadagna qualche viaggio in lunetta, va in doppia cifra alla fine del terzo periodo che però finisce sul 68-57 Montepaschi. Schiaccia Sanikidze e completa un gioco da tre punti Hackett all’inizio del quarto vanificando il missile da tre punti di Bremer. Il vantaggio continua a restare stabile oltre i 10 punti, Siena è in controllo e vola a più 15, sul 79-64 con 5:54 da giocare. L’Olimpia prova a risalire con un altro siluro di Bremer che vale il meno 11, 70-81, ma Moss da tre ricaccia Milano a meno 14 e a quel punto è troppo tardi per sperare nella rimonta, che pure in parte c’è stata.

  • aoc
  • aon
  • bmw
  • fossil
  • luxottica
  • SAP
  • umana