benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

Sabato 26 l’esordio ufficiale a Castelletto Ticino

25/08/2017
TUTTE LE NEWS »

Sabato 26 agosto è anche il giorno del debutto ufficiale: dopo la sgambata contro Treviglio, l’Olimpia affronta la Junior Casale, squadra che disputa il campionato di A2 e ha già a sua volta debuttato battendo l’università del Colorado nei giorni scorsi. Si gioca a Castelletto Ticino. Palla a due alle 19.00.

Casale è una squadra di eccellente qualità per la categoria: non avrà domani Jamarr Sanders (ex Trento), il giocatore più atteso, ma ci sarà Brett Blizzard, un veterano dei campionati italiani, e con lui il croato Aleksandar Marcius, un 27enne che ha giocato in America a DePaul e Purdue. Marcius è un centro che fa coppia sotto canestro con la bandiera Niccolò Martinoni. In regia c’è Giovanni Tomassini. La panchina è molto giovane: spiccano Simone Bellan e Davide Denegri, tiratore che ha vinto l’argento mondiale Under 19 quest’estate.

L’Olimpia ha proseguito con un lavoro fatto per lo più di due sedute giornaliere. L’amichevole di Castelletto in sostanza chiude la prima parte del lavoro, poi il training camp entrerà nel vivo a Bormio (partenza lunedì). La squadra di Castelletto sarà la stessa che ha giocato lo sgambata con Treviglio: Jordan Theodore con tre allenamenti in più nelle gambe, Andrew Goudelock, Vlado Micov, Amath M’Baye, Kaleb Tarczewski, Zoran Dragic, Andrea La Torre e Simone Fontecchio. L’elenco degli assenti è lunghissimo: Mantas Kalnietis, Andrea Cinciarini, Dairis Bertans, Awudu Abass, Davide Pascolo, Cory Jefferson, Marco Cusin.Per ovviare, saranno a disposizione gli aggregati Bane Ratkovica, Benjamin Ortner, Lorenzo Bartoli e Manuel Pastori. La partita sarà visibile sui canali youtube e Facebook della Junior Casale, organizzatrice della gara, cliccando qui.

La partita di Castelletto sarà la prima di otto amichevoli ufficiali di cui tre a Bormio (Ulm, Tofas, Galatasaray), la presentazione di Desio contro il Khimki, il torneo di Lucca (semifinale contro Reggio Emilia), e poi la gara di Cremona che precede la Supercoppa.