benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com
  • #00

    Amedeo

    Della Valle

    Guardia Nato a Alba (Italia) il11/04/1993

    Amedeo Della Valle è arrivato a Milano nell'estate del 2018 proveniente dalla Pallacanestro Reggiana.
    STAGIONE 2018/19 - Ha segnato nove punti nella finale di Supercoppa a Brescia, vinta dall'Olimpia. Ha stabilito il record carriera di assist in una gara del campionato italiano con nove (contro Pesaro). Ha stabilito il record carriera di rimbalzi in una gara con otto a Reggio Emilia.
    LA CARRIERA - Nato a Alba l’11 aprile 1993, 1.94 di statura, figlio dell’ex giocatore Carlo Della Valle, Amedeo è cresciuto nel settore giovanile della Junior Casale Monferrato dov’è rimasto fino al 2011 quando si è trasferito negli Stati Uniti per giocare alla Findlay Prep High School di Henderson nel Nevada, in prossimità di Las Vegas. A Findlay ha stabilito il record scolastico di canestri da tre punti con 66. Nel 2012 ha cominciato a frequentare la Ohio State University dove è rimasto due anni. Dopo il Torneo NCAA del 2014, è tornato in Italia per giocare a Reggio Emilia. Alla Reggiana ha giocato per tre anni e mezzo, vincendo l’Eurochallenge del 2014 e la Supercoppa del 2015, quest’ultima da MVP. Con Reggio Emilia ha giocato anche due finali scudetto nel 2015 e nel 2016. Nel campionato italiano, ha segnato 12.4 punti di media nella stagione 2015/16, 15.2 nella stagione 2016/17 e 14.6 nel 2017/18. Ha giocato tre volte l’Eurocup per complessive 45 presenze con 14.2 punti di media, il 37.6% da tre e l’85.6% dalla lunetta.
    NOTE – Amedeo Della Valle ha giocato con la Nazionale maggiore gli Europei del 2015. Con la Nazionale Under 20 nel 2013 ha vinto l’oro europeo a Tallinn, in Estonia, venendo nominato MVP della competizione (13.0 punti di media, un top di 27 contro la Spagna). Nel 2017/18 ha segnato 17.5 punti di media in Eurocup ed è stato nominato nel primo quintetto della competizione. E’ stato secondo per valutazione e punti per gara, primo per falli subiti, tiri liberi segnati e tentati. Ha vinto la classifica dei tiri liberi in Italia nel 2017/18 con il 90.5%.

    LEGGI TUTTO »
  • #2

    Mike

    James

    Playmaker Nato a Portland (USA) il18/08/1990

    Mike James è arrivato a Milano nell'estate del 2018 proveniente dal Panathinaikos Atene.
    STAGIONE 2018/19 - Ha vinto la Supercoppa segnando 27 punti in due gare. Contro il Khimki in EuroLeague ha segnato i tre tiri liberi della vittoria con 1.2 secondi da giocare. Contro l'Efes ha segnato la tripla della vittoria con un secondo da giocare. Contro il CSKA ha stabilito il proprio record di 12 assist in una gara di EuroLeague che ha eguagliato il record di società detenuto da Omar Cook. Contro il Fenerbahce a Istanbul ha stabilito il suo nuovo record di punti in una gara con 31. In quella gara ha segnato 20 punti nell'ultimo quarto. Nella lega italiana, a Sassari, con 15 assist ha stabilito il record di società per assist in una gara. Nel Round 22 di EuroLeague contro il Darussafaka ha superato Keith Langford (2013/14) stabilendo il nuovo record societario di punti in una stagione (ha finito con 595). E' stato nominato MVP di EuroLeague per il mese di febbraio. Ha superato i 400 assist in carriera in EuroLeague a Mosca contro il CSKA. Ha superato i 1.500 punti in carriera a Milano contro l'Olympiacos e nella stessa gara ha superato i 500 in stagione. E' stato nominato MVP del Round 26 di EuroLeague dopo il suo 31 di valutazione contro l'Olympiacos. A Madrid, ha stabilito i propri record di punti (35) e valutazione (37). Ha finito la regular season di EuroLeague come primo realizzatore (19.8), primo nella valutazione (20.2), secondo negli assist (6.37), quinto nei recuperi. Ha vinto il trofeo Alphonso Ford come miglior scorer ed è stato incluso nel secondo quintetto di EuroLeague. Ha segnato 32 punti, record nel campionato italiano, con otto triple in gara 2 della semifinale contro Sassari.
    LA CARRIERA - Mike James è nato a Portland, in Oregon, il 18 agosto 1990. Play-guardia di 1.85, ha giocato alla Grant High School di Portland vincendo nel 2008 il titolo statale dell’Oregon. Poi per due anni è stato a Eastern Arizona Junior College (quarto realizzatore di tutti i Junior College al secondo anno) e altri due anni alla Lamar University. Nel 2011/12 ha segnato 17.1 punti per gara e Lamar ha vinto il titolo della Southland Conference accedendo al Torneo NCAA. James è stato primo quintetto della Southland e MVP del torneo di conference. Da professionista ha giocato a Zagabria (19.1 di media), all’Hapoel Gilboa (22.8 di media), a Omegna nella seconda lega italiana (21.6 punti a partita), poi al Kolossos Rodi in Grecia (21.0 punti per gara) passando a Vitoria nel corso della stagione 2014/15 con il debutto in EuroLeague (11.1 punti per gara). Ha giocato due stagioni a Vitoria (10.0 di media nel 2015/16 giocando le Final Four) poi è passato al Panathinaikos vincendo due volte il titolo greco e una volta la Coppa di Grecia. In EuroLeague, ha segnato 13.1 punti per gara nel 2016/17 e 16.2 nel 2017/18. Nel 2017/18 ha firmato per i Phoenix Suns della NBA rimanendovi fino a gennaio (con un primato di 26 punti in una singola partita e 10.4 di media in 32 partite) quando è tornato ad Atene per chiudere la stagione dopo una parentesi anche a New Orleans.
    NOTE – A Lamar ha segnato 52 punti in una singola partita contro Louisiana, record di sempre per un giocatore di Lamar. Da senior ha segnato 29 punti contro Kentucky che poi avrebbe vinto il titolo NCAA. Ha giocato le Final Four di EuroLeague nel 2016 (sconfitta in semifinale con il Fenerbahce). Aveva segnato 20 punti ad Atene nella vittoria decisiva per accedere alle Final Four. Ha segnato 18 punti con 30 di valutazione in gara 5 della finale dei playoff greci del 2018 contro l’Olympiacos. Nelle cinque partite della serie finale ha segnato 92 punti complessivi. Ha superato quota 100 recuperi in EuroLeague a Vitoria. Ha avuto una striscia di 25 gare consecutive in EuroLeague con almeno una tripla a segno.

    LEGGI TUTTO »
  • #5

    Vladimir

    Micov

    Ala Piccola Nato a Belgrado (Serbia) il16/04/1985

    Vladimir Micov è arrivato a Milano nell'estate del 2017 proveniente dal Galatasaray Istanbul.
    LA STAGIONE 2018/19 - Ha segnato 17 punti con cinque triple nella finale di Supercoppa contro Torino. È stato nominato MVP della competizione. In EuroLeague, ha stabilito il proprio record di rimbalzi difensivi in una gara (7) a Tel Aviv. Ha segnato 13.9 punti di media, settimo assoluto, record personale; è stato secondo nei minuti giocati con 939 (31.1 di media); ha segnato 418 punti per la stagione, terza di sempre in maglia Olimpia dopo MIke James 2018/19 e Keith Langford 2013/14. Nel corso della stagione ha superato quota 400 canestri da due punti e 500 rimbalzi catturati.
    LA STAGIONE 2017/18 - Contro Trento, ha stabilito il suo nuovo primato personale di punti nel campionato italiano con 28. Il suo vecchio record risaliva al 28 gennaio 2012 quando giocava a Cantù e fece 21 a Sassari. Contro Valencia ha stabilito il proprio record di punti in EuroLeague con 27 e di valutazione con 34, quarta prestazione individuale di un giocatore Olimpia. Anche le sette triple di quella gara sono record personale e seconda prestazione di sempre per un giocatore di Milano dopo le nove di Linas Kleiza a Turow nel 2014 (ebbe 8/13) e a pari merito con Luca Vitali che come lui ebbe 7/9 dall’arco contro il Panionios nel 2008. Vlado Micov ha segnato almeno una tripla in 14 partite consecutive. Ha vinto subito la Supercoppa e il campionato italiano.
    LA CARRIERA - Nato il 16 aprile 1985 a Belgrado, in Serbia, Micov è cresciuto nelle giovanili del Beopetrol Belgrado poi nei primi anni di carriera ha militato nel Nova Pazova, nell'OKK Belgrado, nel Buducnost in due momenti diversi vincendo due titolo montenegrini, nel Partizan dove ha conquistato il titolo serbo. Nel marzo del 2009, quando giocava nel Buducnost è stato ceduto al Panionios Atene dove ha finito la stagione. Nel 2009 è passato a Vitoria rimanendovi fino a marzo quando venne rilevato da Cantù debuttando nel campionato italiano e segnando 10.4 punti di media con il 39.4% da tre in EuroLeague nella stagione 2011/12. Vi è rimasto fino alla stagione 2011/12 al termine della quale ha firmato per il CSKA Mosca giocandovi due stagioni durante le quali ha vinto un titolo russo, due volte la VTB League e giocato due Final Four di EuroLeague (nel primo anno ebbe 7.7 punti di media con il 42.3% d tre, nel secondo 7.6 punti per gara ma con il 48.8% da tre). Le successive tre le ha trascorse al Galatasaray Istanbul. Nel 2015/16 ha vinto l’Eurocup ed è stato incluso nel primo quintetto All-Eurocup della competizione (12.9 punti, 42/48 dalla lunetta). Ha superato la soglia delle 250 triple in carriera in EuroLeague.
    NOTE – Nelle sue tre stagioni italiane, ha segnato 11.8 punti per gara nel 2009/10, 10.2 nella stagione seguente quando ha giocato la finale scudetto e ancora 10.2 nel 2011/12… Nel 2015/16 in Turchia ha segnato 14.3 punti di media con il 55% da tre… Ha vinto l’oro agli Europei Under 16 con la Serbia nel 2001 e il bronzo nel 2005 agli Europei Under 20… Ha vinto tre volte la Coppa del Montenegro… E' 21° assoluto in EuroLeague per canestri da tre segnati.

    LEGGI TUTTO »
  • #7

    Arturas

    Gudaitis

    Centro Nato a Klaipeda (Lituania) il19/06/1993

    Arturas Gudaitis è arrivato a Milano nel settembre del 2017.
    STAGIONE 2018/19 - Ha vinto la Supercoppa segnando 17 punti in finale e conquistando 21 rimbalzi in due partite. Contro il Khimki ha catturato 13 rimbalzi stabilendo il suo nuovo record carriera, che poi ha ritoccato conquistandone 17 contro il Gran Canaria, record di società in una gara di EuroLeague. In quella partita ha anche stabilito il proprio record di valutazione (32), falli subiti (10), tiri liberi segnati (12) e procurati (14). Contro il Panathinaikos ha pareggiato il proprio record di punti con 20. Ha sofferto la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro a Gran Canaria chiudendo anzitempo la stagione. In EuroLeague ha chiuso terzo nei rimbalzi (7.1), terzo nei rimbalzi offensivi (3.3), sesto nelle stoppate (1.00), terzo nei falli subiti (4.8), primo nei tiri liberi segnati (5.1), quarto nella valutazione (18.7).
    STAGIONE 2017/18 - Ha cominciato la carriera italiana con un doppio 17 a Cremona. I 17 rimbalzi sono il massimo per un giocatore dell'Olimpia dal 2005 (18 di James Singleton) all'esordio. I 31 di valutazione di Cremona sono stati il massimo nell’esordio in campionato per un giocatore dell’Olimpia dal 2009 quando Morris Finley fece 34 a Varese. Contro Avellino, ha catturato 20 rimbalzi. Si è trattato della prima prova “over 20” a rimbalzo di un giocatore di Milano dalla stagione 2000/01 quando ne catturò 21 Stefano Rusconi contro Imola. A Madrid ha stabilito il record di società in EuroLeague per il maggior numero di canestri da due punti senza errori con 9. I 20 punti e le 4 stoppate di Madrid sono tutti record carriera.. Le 4 stoppate rappresentano la seconda prestazione di sempre in EuroLeague per un giocatore dell’Olimpia dopo le 5 di Gani Lawal nel 2014 contro l’Olympiacos. E' stato secondo in tutta l’EuroLeague nel tiro da due e nel tiro dal campo con il 67.1%. Gudaitis è stato il secondo rimbalzista di EuroLeague con 6.31 di media dietro James Augustine di Malaga, è stato settimo nei rimbalzi offensivi (2.41) e quarto nelle stoppate con 1.07 per gara. Con 4.97 di media è stato terzo per tiri liberi procurati dietro Luka Doncic e Alexey Shved. Gli 11 tiri liberi segnati a Mosca sono solo due in meno del record societario che appartiene a Danilo Gallinari con 13 contro il Maccabi nel 2011. Contro il Panathinaikos ha fatto 8/8 dalla lunetta. In EuroLeague solo tre giocatori dell’Olimpia sono stati capaci di segnare più tiri liberi in una gara senza errori: Luca Vitali (12 contro il Partizan nel 2008), Daniel Hackett (10 contro il Fenerbahce nel 2014) e Keith Langford (9 contro l’Efes nel 2013). Infine, Gudaitis ha catturato sei rimbalzi d’attacco a Milano contro il Panathinaikos eguagliando il quarto posto di sempre nella classifica di società che apparteneva a Kaleb Tarczewski (contro l’Olympiacos). Meglio hanno fatto Travis Watson due volte (9, nel 2008 contro Le Mans, 8 contro l’Aris) e Mason Rocca (8 contro il Panionios). Gudaitis ha avuto tre doppie doppie in stagione e chiuso la regular season con quattro gare consecutive in doppia cifra. In queste quattro gare ha avuto 15.2 punti di media con 8.5 rimbalzi, il 61.8% da due e 20/22 nei tiri liberi. Gli 11 rimbalzi conquistati a Milano contro il Barcellona sono primato personale. Ha avuto anche otto partite senza errori al tiro. I 29 di valutazione della partita contro il Panathinaikos sono stati anche il suo record carriera. Ha vinto subito la Supercoppa Italiana con 18 punti e 18 rimbalzi nell'arco delle due gare. Ha vinto lo scudetto 2018.
    LA CARRIERA – Nato il 19 giugno 1993 a Klaipeda in Lituania, Gudaitis ha cominciato a giocare nella propria città prima di essere reclutato dallo Zalgiris Kaunas con cui ha debuttato in prima squadra nel 2013. In quella prima stagione ebbe una partita-rivelazione in EuroLeague contro la Lokomotiv Kuban in cui segnò 14 punti con sei rimbalzi. Nel 2014/15 in EuroLeague ha segnato 6.5 punti di media con 4.0 rimbalzi a partita. Nel 2015 ha lasciato Kaunas e firmato per il Lietuvos Rytas Vilnius. Nell’ultima stagione ha segnato 11.4 punti per gara con 6.6 rimbalzi, il 57.3% dal campo, 49 stoppate in 41 partite. Con Vilnius, ha giocato l’Eurocup segnando 13.2 punti con 8.2 rimbalzi, il 52.9% da due, il 70.3% dalla lunetta e 1.89 stoppate per gara. Nella regular season di Eurocup è stato primo in stoppate, rimbalzi offensivi, falli subiti, tiri liberi eseguiti e segnati.
    NOTE – Gudaitis ha vinto il titolo lituano nel 2014 e nel 2015 con lo Zalgiris Kaunas. Ha vinto la Coppa di Lituania nel 2016 con Vilnius. Ha partecipato agli Europei del 2017 con la sua Nazionale. E’ stato scelto nei draft NBA del 2015 con il numero 47 da Philadelphia e successivamente ceduto ai Sacramento Kings. Nel febbraio del 2018 i suoi diritti sono stati rilevati da Cleveland.

    LEGGI TUTTO »
  • #13

    Simone

    Fontecchio

    Ala Piccola Nato a Pescara (Italia) il09/12/1995

    Simone Fontecchio è arrivato a Milano nell'estate del 2016. Dopo un periodo in prestito a Cremona nella stagione 2017/18, è tornato all'Olimpia.
    LA CARRIERA - Simone Fontecchio ha debuttato in Serie A nella Virtus Bologna, il club che ha rilevato da Pescara sia lui che, in precedenza, il fratello Luca. Nel 2014/15, Fontecchio ha segnato 7.4 punti di media in 24.5 minuti di utilizzo con 2.3 rimbalzi di media, assicurandosi anche il premio di miglior Under 22 del campionato. Si segnalò segnando due volte da tre il tiro della vittoria della sua squadra, a Pistoia e contro Avellino. Nella stagione 2015/16 ha giocato 27.5 minuti di media con 9.2 punti per gara, il 32.8% da tre, l’83.8% dalla lunetta e 3.5 rimbalzi per partita. Per lui anche 1.9 assist. Nell'estate del 2016 l'arrivo a Milano e l'esordio in EuroLeague. Nella stagione 2017/18 è stato ceduto in prestito a Cremona dove ha segnato 10.6 punti di media.
    NOTES – Fontecchio è figlio d’arte: la madre Malì Pomilio è stata nazionale e ha vinto due titoli europei per club con la maglia di Vicenza. Il padre Daniele Fontecchio è stato il miglior ostacolista italiano negli anni ’80 con un quarto posto europeo nei 110 ostacoli. Ha vinto due titoli italiani giovanili con la Virtus Bologna, partecipato al Jordan Classic del 2011. Fontecchio ha giocato ben cinque Europei giovanili (due volte Under 18, due volte Under 20, una volta Under 16). Agli Under 18 del 2013 ebbe 15.8 punti per gara, con 4.9 rimbalzi. Agli Europei Under 20 del 2015 ha segnato 10.6 punti di media con 3.9 rimbalzi.

    LEGGI TUTTO »
  • #15

    Kaleb

    Tarczewski

    Centro Nato a Claremont, NH (Stati Uniti) il26/02/1993

    Kaleb Tarczewski è arrivato a Milano nel marzo del 2017 nella sua prima stagione professionistica, proveniente dagli Oklahoma City Blue della D-League. È un centro di 2.11.
    STAGIONE 2018/19 - Ha vinto la Supercoppa. Contro Brescia ha stabilito il suo nuovo primato nel campionato italiano di punti (23), tiri segnati (10) e tentati (12). Contro Torino ha stabilito il suo record di canestri segnati in una gara del campionato italiano senza errori con otto. A Varese ha stabilito il primato personale di rimbalzi offensivi in una gara con 5 e pareggiato quello di rimbalzi totali con 12, successivamente battuto quando ne ha catturati 15 contro Avellino. Ha chiuso la stagione regolare al primo posto nel plus/minus medio nel campionato italiano. A Mosca, contro il Khimki, ha stabilito il suo record di valutazione in una gara di EuroLeague con 25. Ha pareggiato contro l'Olympiacos il suo record di rimbalzi in una gara con 10. Ha superato quota 100 rimbalzi offensivi in carriera in EuroLeague. Ha finito la stagione al terzo posto nella percentuale di tiro da due punti con il 72.4%. E' diventato primo di sempre nella storia dell'Olimpia per schiacciate e schiacciate eseguite nei playoffs. L'84.1% da due nella lega italiana è il valore più alto per una stagione nella storia del club e del campionato.
    STAGIONE 2017/18 - In EuroLeague è partito in quintetto in 29 gare su 30. Con 5.7 ha chiuso al nono posto nella classifica dei rimbalzi, con 2.4 è stato settimo nei rimbalzi offensivi. Con 0.8 è stato nono nelle stoppate. Con il 64.4% è stato settimo nel tiro dal campo. E' stato il miglior rimbalzista per minuto giocato del campionato sia in regular season che nei playoff.
    LA CARRIERA - Tarczewski ha frequentato la Stevens High School di Claremont per due anni. Si è trasferito poi a St.Mark's High School di Southborough nel Massachusetts. Nella sua stagione da senior è stato MVP della Independent School League segnando 20.7 punti di media con 10.2 rimbalzi e 2.7 stoppate per partita. Ha segnato 14 punti con 10 rimbalzi nel "Jordan Classic" di Charlotte, partita con i migliori liceali d'America, e ha partecipato all'Hoop Summitt di Portland, la sfida tra i migliori 18enni statunitensi e quelli europei. Successivamente, ha giocato quattro anni ad Arizona durante i quali ha vinto 110 partite, primo di sempre nella storia dell'ateneo. Ha giocato 131 gare su 135 in quintetto, nell'ultimo anno ha segnato 9.4 punti di media con 9.3 rimbalzi, 1.4 stoppate, il 63.3% dal campo e il 71.2% dalla lunetta. E' stato secondo quintetto della Pac-12 e primo quintetto difensivo della Pac-12. Non scelto nei draft NBA del 2016, Tarczewski ha giocato la summer league di Orlando con i Detroit Pistons e quella di Las Vegas con i Washington Wizards. Il 23 settembre è stato firmato dagli Oklahoma City Thunder con i quali ha trascorso tutta la preseason prima di essere tagliato alla vigilia della stagione. Tarczewski ha poi firmato per gli Oklahoma City Blue della D-League dove in 25.5 minuti di utilizzo medio ha segnato 10.0 punti con il 63.3% dal campo, il 72.7% nei tiri liberi e 7.3 rimbalzi a partita. E’ arrivato a Milano nella stagione 2016/17 producendo 6.7 punti e 5.1 rimbalzi di media.
    NOTE - Tra i suoi compagni di squadra ad Arizona, TJ McConnell che è diventato il playmaker dei Philadelphia 76ers, l'ala Rondae Hollis-Jefferson, l'ala forte Aaron Gordon, l'ala Stanley Johnson, e Gabe York, ex Cremona. Il suo allenatore era Sean Miller ma l'assistente, specializzato nella cura dei lunghi, era Joseph Blair che ha giocato a Milano e fece la finale scudetto del 2005...

    LEGGI TUTTO »
  • #16

    Nemanja

    Nedovic

    Guardia Nato a Nova Varos (Serbia) il16/06/1991

    Nemanja Nedovic è arrivato a Milano nell'estate del 2018 proveniente dall'Unicaja Malaga.
    STAGIONE 2018/19 - Ha vinto la Supercoppa segnando 37 punti in due partite, 23 nella semifinale contro Brescia. Durante la stagione di EuroLeague ha superato quota 100 triple, 100 rimbalzi e 200 assist in carriera.
    LA CARRIERA – Nato a Nova Varos il 16 giugno 1991, ha cominciato a giocare in Italia, ad Ascoli Piceno, quando il padre Predrag giocava a pallamano a San Benedetto del Tronto (in precedenza anche a Sassari e Marsala). Nel 2005, è entrato nelle giovanili della Stella Rossa dove ha militato fino al 2012 quando si è trasferito al Lietuvos Rytas Vilnius debuttando anche in EuroLeague. Nel 2013 è stato scelto nei draft NBA al numero 30 dai Phoenix Suns ma subito ceduto ai Golden State Warriors. In America ha giocato un anno (24 apparizioni) che include 17 presenze nei Santa Cruz Warriors della G-League (13.9 punti di media). Rilasciato dai Warriors nel novembre del 2014, ha firmato per Valencia in Spagna rimanendovi un anno. Nel 2015 si è trasferito a Malaga dove è rimasto tre anni, vincendo l’Eurocup del 2017 (9.3 punti e 3.5 assist per partita). Nella stagione 2017/18 in EuroLeague ha segnato 16.8 punti per gara con 4.8 assist e il 35.8% nel tiro da tre (84.5% nei tiri liberi); nella lega spagnola ha segnato 13.6 punti con 3.8 assist.
    NOTE – Nel 2013 è stato All-Star della lega lituana. Nel 2017 è stato primo quintetto della Lega spagnola. Ha giocato gli Europei del 2013 e 2015 e ha vinto la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio del 2016 (5.6 punti per gara).

    LEGGI TUTTO »
  • #19

    Mindaugas

    Kuzminskas

    Ala Grande Nato a Vilnius (Lituania) il19/10/1989

    Mindaugas Kuzminskas è arrivato a Milano nel gennaio del 2018 proveniente dai New York Knicks. E' un'ala forte di 2.05.
    STAGIONE 2018/19 - Ha vinto la Supercoppa. Ha stabilito il suo record di tiri liberi tirati e segnati in una gara di EuroLeague con il 10/10 di Gran Canaria (ne ha segnati 18 di fila prima di sbagliarne uno). In EuroLeague, Kuzminskas ha raggiunto i 400 rimbalzi nella partita di Barcellona; a Kaunas ha superato quota 300 canestri da due in carriera e a Tel Aviv ha messo la tripla numero 100 della sua carriera.
    STAGIONE 2017-18 - Ha segnato contro Cremona il canestro della vittoria (schiacciata su passaggio alley-oop) nella terza partita della sua carriera italiana. A Kaunas ha valicato quota 1000 punti in carriera in EuroLeague. Ha segnato 24 punti nella vittoria di gara 4 a Brescia che ha qualificato l'Olimpia per la finale. Ha vinto lo scudetto 2018: nella decisiva gara 6 a Trento ha fatto 5/6 da tre. Nei playoff ha avuto il 46.3% nel tiro da tre, secondo assoluto.
    LA CARRIERA - Kuzminskas ha cominciato a giocare nel Sakalai Vilnius con il quale nel 2006 ha debuttato in prima squadra giocandovi fino al 2010 (nel 2009/10 l’esordio in Eurocup con 14.0 punti di media). Nel 2010 si è trasferito allo Zalgiris Kaunas esordendo anche in EuroLeague con minutaggio crescente fino ai 7.1 punti per gara della stagione 2012/13. A Kaunas ha vinto due volte la lega Baltica, tre volte il titolo lituano, due volte la Coppa lituana e una volta la Supercoppa. Nel suo ultimo anno a Kaunas era allanato dallo spagnolo Joan Plaza che se lo portò dietro all’Unicaja Malaga dove ha giocato le successive tre stagioni. Nel 2015/16 in EuroLeague ebbe 12.0 punti di media con il 54.9% da due e il 37.7% da tre. Ebbe anche il 78.3% dalla lunetta. Nell’estate del 2016 è stato firmato dai New York Knicks: da rookie ha giocato 68 partite con 6.3 punti di media in 14.9 minuti di impiego. E’ stato rilasciato all’inizio di questa stagione.
    NOTE – Con la Nazionale lituana ha vinto la medaglia d’argento europea nel 2013 e nel 2015, ha giocato i Mondiali del 2014 e le Olimpiadi del 2016 (10.8 punti, 4.5 rimbalzi), oltre agli Europei del 2017 (15.3 punti, 4.3 rimbalzi). Il fratello maggiore Saulius ha giocato a California-Berkeley e poi ha avuto una lunga carriera professionale in Europa prima di ritirarsi nel 2015 a 33 anni. La madre Zita è stata una giocatrice, il padre è stato un atleta internazionale nel tennis tavolo. In EuroLeague ha superato la soglia dei 400 rimbalzi, 100 triple segnate, 200 tiri liberi e 300 canestri da due.

    LEGGI TUTTO »
  • #20

    Andrea

    Cinciarini

    Playmaker Nato a Cattolica (Italia) il21/06/1986

    Andrea Cinciarini è stato acquistato dall'Olimpia nell'estate del 2015 da Reggio Emilia. A Milano ha vinto subito Coppa Italia e campionato. E poi è stato nominato Capitano della squadra per la stagione 2016/17 nella quale ha vinto la Supercoppa e poi la Coppa Italia. Ha ripetuto la vittoria in Supercoppa nel 2017 e nel 2018, e nel campionato 2018.
    STAGIONE 2018/19 - Ha vinto la Supercoppa ed è diventato primo di sempre negli assist in gare di Supercoppa. A Varese, ha superato quota 1.200 assist in carriera. Ha superato quota 300 assist in carriera nei playoff e i 400 in assoluto in maglia Olimpia, diventando terzo di sempre nella storia del club dietro Mike D'Antoni e Alessandro Gentile.
    STAGIONE 2017/18 - A Reggio Emilia ha raggiunto quota 1.000 rimbalzi in carriera. A Bologna è entrato nella Top 10 di sempre di assist nel campionato italiano. Nella gara giocata contro Torino a Milano è entrato nella Top 10 di sempre negli assist in maglia Olimpia. Durante i playoff è salito nella Top 5. E' primo assoluto negli assist sia nei playoff che nella finale scudetto.
    STAGIONE 2016/17 - Ha segnato un canestro da tre decisivo nel finale della semifinale di Coppa Italia contro Reggio Emilia. In EuroLeague ha stabilito i suoi nuovi primati di punti (17, a Kaunas) e rimbalzi (8, ad Atene-Panathinaikos). E' diventato il terzo di sempre negli assist nei playoffs del campionato italiano.
    LA CARRIERA - Nato il 21 giugno 1986 a Cattolica, playmaker di 1.93, figlio d’arte (il padre Franco ha giocato a Pesaro, anche in Serie A, e a Cremona dov’era uno dei massimi cannoniere di Serie B), Andrea Cinciarini è cresciuto nelle giovanili della Scavolini Pesaro con la quale ha debuttato a referto in Serie A nella stagione 2003/04. In seguito ha giocato sempre a Pesaro in B, poi Senigallia, in Legadue a Pistoia. Nel 2007/08 il debutto vero in Serie A, a Montegranaro, poi un anno ancora in Legadue a Pavia e il ritorno a Montegranaro dove ha giocato fino al 2010/11. Nel 2011 il trasferimento a Cantù con il debutto in Eurolega e dopo tre anni a Reggio Emilia con le migliori cifre in carriera: 12.3 punti di media nel 2012/13, 12.4 nel 2013/14 e 10.3 nel 2014/15 su 48 gare giocate. Ha vinto la classifica degli assist nel 2014 e 2015.
    NOTE – Ha giocato gli Europei del 2011, del 2013, del 2015 e del 2017... Vanta anche una partecipazione ai Giochi del Mediterraneo… Ha giocato un Eurocup a Reggio Emilia con 5.2 assist di media nella prima fase… E’ sposato con Alessia e padre di Alessandro... E' diventato terzo assoluto nella storia dell'Olimpia per numero di assist in biancorosso.

    LEGGI TUTTO »
  • #21

    James

    Nunnally

    Guardia, Ala Piccola Nato a San Josè (USA) il14/07/1990

    James Nunnally, guardia-ala di 2.01, è arrivato all'Olimpia nel gennaio del 2019 proveniente dagli Houston Rockets della NBA. Nella stessa stagione 2018/19 aveva militato anche nei Minnesota Timberwolves.
    STAGIONE 2018/19 - In EuroLeague ha debuttato segnando 22 punti a Gran Canaria, eguagliando il proprio record personale. A Mosca contro il Khimki ha stabilito il suo record di assist in una gara con 7. Ha superato quota 100 assist e 500 punti in carriera in EuroLeague. Ha finito la stagione italiana mettendo a segno 26 tiri liberi consecutivi.
    LA CARRIERA - James Nunnally è nato a San Josè in California il 14 luglio 1990. Ha cominciato a giocatore alla Weston Ranch High School di Stockton dove nel suo ultimo anno segnò 22.1 punti per gara con 8.3 rimbalzi portando la sua squadra ad un record di 14-0 e il titolo della Valley Oak Lague. Weston Ranch ha ritirato proprio quest’anno il numero 21 in suo onore. Dal 2008 al 2012 ha giocato per l’università della California at Santa Barbara. Nel suo secondo anno a UCSB segnò 14.7 punti con 5.6 rimbalzi di media e venne incluso nel secondo quintetto della Big West Conference vincendo il titolo. Nel terzo anno ha ricondotto la squadra al titolo segnando 16.3 punti e 5.3 rimbalzi per gara. Infine da senior ha segnato 16.0 punti con 5.9 rimbalzi. Nel 2012/13 ha giocato a Kavala in Grecia e poi a Baskersfield nell’attuale G-League. Nel 2013/14 ha cominciato a Baskersfield, ha debuttato nella NBA ad Atlanta e poi è passato ai Texas Legends sempre della G-League, è stato convocato per l’All-Star Game e infine ha giocato altre nove partite nella NBA, a Philadelphia. Nel 2014/15 ha giocato all’Estudiantes Madrid e poi al Maccabi Ashdod in Israele (17.3 punti di media). Nel 2015/16 è stato MVP del campionato italiano ad Avellino, raggiungendo la semifinale scudetto, persa in sette gare contro Reggio Emilia (18.4 punti a partita, il 41.2% da tre, il 90.5% dalla lunetta). Nel 2016 ha firmato per il Fenerbahce dove è rimasto due anni giocando due finali di EuroLeague di cui la prima vinta. Ha vinto anche due volte il titolo turco (nel 2016/17 11.9 punti con il 57.1% da tre; nel secondo anno 11.3 punti con il 48.8% dall’arco) e due volte la Coppa del Presidente (equivalente della nostra Supercoppa). Nell’estate del 2018 ha firmato per Minnesota: rilasciato dopo 13 partite, ha firmato un decadale e giocato due gare per Houston.
    NOTE – Nella stagione 2017/18 ha chiuso la regular season di EuroLeague al primo posto nel tiro da tre con il 59.5%. Il suo 50.6% da tre lo pone al primo posto tra i giocatori eleggibili nella classifica specifica di sempre in EuroLeague… Nel 2013 è stato incluso nel primo quintetto di rookie della G-League; nel 2014 nel secondo quintetto assoluto

    LEGGI TUTTO »
  • #23

    Christian

    Burns

    Ala Grande Nato a Trenton (USA) il04/09/1985

    Christian Burns è arrivato a Milano da Cantù nel corso dell'estate del 2015. E' un'ala forte di 2.03.
    STAGIONE 2018/19 - Ha vinto la Supercoppa.
    LA CARRIERA – Nato a Trenton, nel New Jersey, il 4 settembre 1985, Christian Burns ha cominciato a giocare alla Hamilton High School di Hamilton nel New Jersey dove nella sua ultima stagione è stato giocatore dell’anno della Mercer County e terzo quintetto dello stato. La sua carriera a livello di college è cominciata a Quinnipiac nel 2003 ma dopo due anni si è trasferito alla Philadelphia University. Nel suo secondo anno, 2006/07, ha fatto incetta di trofei individuali tra cui quello di giocatore dell’anno di Division II, con medie di 21.7 punti, 11.2 rimbalzi e 2.1 stoppate per gare. Non scelto nei draft NBA del 2007, ha poi giocato in Polonia (AZS Koszalin), Portogallo (FC Porto), Germania (Ulm), Ucraina (Ferro Zaporozhye) e Israele (Elitzur Netanya) con il debutto in Italia nel 2012/13 a Montegranaro (14.9 punti, 7.0 rimbalzi). L’anno successivo ha giocato in Russia (Enisey Krasnoyark), poi nella Repubblica Ceca (Nymburk dove ha vinto il titolo nazionale), negli Emirati Arabi (Al Wasl) e infine il ritorno in Italia prima a Brescia (11.4 punti, 6.6 rimbalzi in 23.1 minuti) e poi a Cantù (14.2 punti, 10.0 rimbalzi per gara in 30.5 minuti).
    NOTE – Burns ha giocato gli Europei del 2017 con la Nazionale italiana. Nella stagione 2017/18 ha vinto la classifica della valutazione (25.4 di media) e dei rimbalzi (10.0) nel campionato italiano.

    LEGGI TUTTO »
  • #32

    Jeff

    Brooks

    Ala Grande Nato a Louisville () il12/06/1989

    Jeff Brooks è arrivato a Milano nell'estate del 2018 proveniente dall'Unicaja Malaga. E' un'ala forte di 2.03.
    STAGIONE 2018/19 - Ha vinto la Supercoppa. Ha catturato 13 rimbalzi di cui otto difensivi contro il CSKA Mosca stabilendo i suoi nuovi record personali in EuroLeague.
    LA CARRIERA – Nato a Louisville, in Kentucky, il 12 giugno 1989, Jeff Brooks ha cominciato a giocare alla Doss High School di Louisville e poi per quattro anni alla Penn State University dove nel 2009 ha vinto il NIT e nel 2010/11 ha segnato 13.1 punti per gara con il 40.3% nel tiro da tre e 6.3 rimbalzi per partita. Nel 2011 ha cominciato la sua carriera professionistica a Jesi, in Serie A2 (17.0 punti, 6.9 rimbalzi), per poi passare a Cantù dove ha debuttato in EuroLeague (8.3 punti e 4.9 rimbalzi) e vinto la Supercoppa (7.8 di media in Italia), quindi a Caserta (14.4 punti, 6.3 rimbalzi) e Sassari (la sua seconda stagione di EuroLeague, 9.3 punti e 5.0 rimbalzi) dove ha vinto il titolo italiano, la Coppa Italia e la Supercoppa (9.0 punti e 6.5 rimbalzi a partita in campionato). Nella stagione 2015/16 ha giocato a Saratov in Russia e nel 2016 si è trasferito a Malaga dove ha giocato due stagioni. Nel 2017 ha vinto l’Eurocup con l’Unicaja con 7.3 punti e 4.1 rimbalzi di media. Nella stagione 2017/18 ha segnato 8.8 punti a partita in EuroLeague con il 39.5% da tre.
    NOTE – Ha debuttato nella Nazionale italiana durante le qualificazioni ai Mondiali, nell'estate del 2018.

    LEGGI TUTTO »
  • #55

    Curtis

    Jerrells

    Playmaker Nato a Austin (USA) il05/02/1987

    Curtis Jerrells è tornato a Milano nel novembre del 2017 dopo esserci stato da grande protagonista dello scudetto nel 2013/14. E' un playmaker-guardia di 1.85.
    STAGIONE 2018/19 - Membro della squadra che ha vinto la Supercoppa. Ha superato i 300 assist in carriera in EuroLeague. E' diventato nono di sempre in maglia Olimpia per canestri da tre punti segnati nel campionato italiano e secondo di sempre dietro Mike D'Antoni per triple segnate nei playoff.
    STAGIONE 2017/18 - Ha debuttato a Valencia stabilendo subito il suo record di punti in una gara di EuroLeague con 30 di cui 18 nel tempo supplementare. I 30 punti segnati da Curtis Jerrells a Valencia sono la terza prestazione realizzativa di un giocatore dell’Olimpia da quando esiste l’EuroLeague. Il record in maglia Olimpia appartiene a Samardo Samuels che fece 36 punti a Nizhny Novgorod nella stagione 2014/15. Luca Vitali ne segnò 32 nella stagione 2008/09 ad Atene contro il Panionios. Tutte le tre prestazioni sono arrivate in coincidenza di altrettante vittorie. Jerrells ha chiuso l’EuroLeague con una striscia aperta di nove gare con almeno una tripla a segno. Ha segnato 27 punti in gara 2 della finale dei playoff italiani, nuovo record carriera nella lega italiana. Ha vinto lo scudetto 2018.
    LA CARRIERA - Nato ad Austin, Texas, il 5 febbraio 1987, Curtis Jerrells ha frequentato la Del Valle High School di Austin, Texas, dov’è stato uno starter per quattro stagioni consecutive. Nel 2005 ha guidato la Del Valle High School alla finale per il titolo del Texas perdendola 82-79 dopo un supplementare contro Sam Houston di San Antonio. Da senior ha segnato 20.2 punti di media, con 5.3 rimbalzi e 4.5 assist a partita ed è stato nominato MVP del proprio distretto. Reclutato da Scott Drew per l’università di Baylor a Waco, Texas, è stato primo quintetto di rookie nel 2006 nella Big 12 Conference, ha guidato la squadra in punti (13.6), assist e palle recuperate. Da sophomore è stato nominato nel quintetto ideale del torneo post-stagionale della Big 12, è stato di nuovo primo realizzatore (15.0 punti) e primo passatore della squadra. Da junior (2007/08) è stato inserito nel primo quintetto della Big 12, ha segnato in doppia cifra in 24 gare su 32, ha segnato 36 punti nella storica vittoria di Baylor dopo cinque supplementari contro Texas A&M, ha portato Baylor al Torneo NCAA e segnato 27 punti contro Purdue. Da senior nel 2008/09 ha portato Baylor alla finale del NIT ed è stato primo quintetto del torneo, finendo l’anno con 16.3 punti di media. Nel 2009/10 ha giocato 43 gare negli Austin Toros della D-League mentre era sotto contratto con i San Antonio Spurs. Nella stagione 2010/11 ha giocato nel Partizan Belgrado (9.7 punti e 3.8 assist in EuroLeague, 12.1 punti nella Lega Adriatica) e nel 2011/12 al Fenerbahce Istanbul (oltre a due gare in Spagna a Murcia) con 8.6 di media. Nel 2012/13, è stato al Besiktas dove ha segnato in EuroLeague 14.2 punti per gara con 2.9 assist, il 38.5% nel tiro da tre, l’83.3% dalla lunetta, e poi ai Maine Red Claws della D-League. Nel 2013/14, la sua iconica stagione milanese con 28 presneze in EuroLeague con 11.3 punti di media e il 42.1% nel tiro da tre (12.5 con il 47.8% da tre nelle Top 16); in campionato ebbe 8.5 punti per gara. L'anno seguente andò a Kazan, 9.8 punti di media in VTB, 10.0 in Eurocup; dopo un infortunio il ritorno in campo nel 2015/16 per finire la stagione al Galatasaray vincendo l'Eurocup. Nel 2016/17 ha giocato nell'Hapoel Gerusalemme con 16.8 punti per gara in Eurocup incluso il 44.0% nel tiro da tre e l'inclusione nel primo quintetto della competizione. In Israele ha vinto la Supercoppa e il campionato (13.3 punti per partita).
    NOTE – Jerrells detiene il record della Del Valle High School per più punti segnati in una gara con 47, più punti segnati in una stagione con 688, più tiri liberi a segno in una partita con 27, miglior percentuale di tiro da tre in un anno con il 48.1% e dalla lunetta con l’84.6%… La Del Valle High School ha ritirato la sua maglia numero 0, primo giocatore di sempre della scuola… L’1 febbraio 2006 ha segnato da tre sulla sirena il canestro della sorprendente vittoria di Baylor su Kansas… Primo giocatore nella storia di Baylor a guidare la squadra in punti e assist per tutte le quattro stagioni di permanenza… Ha finito la sua carriera universitaria come primo giocatore di sempre a Baylor in partite vinte, partite giocate, partite in quintetto (119 su 119), terzo nei punti, secondo negli assist… Ad Austin (D-League) 20.7 punti e 5.7 assist per gara… Al Partizan ha vinto campionato, coppa nazionale e Lega Adriatica… Nel 2010 ha giocato l’All-Star Game della D-League... Al Besiktas ha vinto la Coppa del Presidente in Turchia... Galatasaray ha vinto l'Eurocup del 2016. All'Hapoel Gerusalemme campionato (il terzo in Europa) e Supercoppa (da MVP)... MVP del Round 2 dei playoffs di EuroLeague del 2014.

    LEGGI TUTTO »