benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

Pianigiani: “Il Real è il livello più alto ma il pubblico ci spingerà a giocare al nostro top”

16/10/2018
TUTTE LE NEWS »

La striscia vincente del Real Madrid a Milano è di cinque vittorie in fila ma più che la tradizione sfavorevole preoccupa la forza della squadra spagnola, imbattuta finora in ogni competizione, detentrice del trofeo, rodata da anni e con giocatori di livello mondiale. “È fin troppo facile parlare del Real Madrid – dice il Coach dell’Olimpia, Simone Pianigiani – perché è la squadra campione d’Europa ed è già pronta ad esprimersi ad un livello altissimo potendo contare su un nucleo di giocatori che stanno insieme da anni e da anni con lo stesso allenatore. Siamo  all’inizio della stagione ma loro non hanno bisogno di trovare equilibri, li hanno già consolidati da tempo e quando la partita si decide loro sanno cosa fare. In questo momento giocano già un basket scintillante come del resto dicono i risultati: hanno vinto la Supercoppa battendo in finale Vitoria dopo una gara bellissima, sono imbattuti in campionato e hanno vinto all’esordio in EuroLeague. Ovviamente è una partita della difficoltà massima”.

Entrando nello specifico, il Real Madrid non ha più l’MVP della scorsa stagione, Luka Doncic, che sta per debuttare a Dallas nella NBA ma il valore del roster resta intatto. “Non hanno più Doncic ma lo scorso anno hanno avuto Sergio Llull solo alla fine, nei playoff, mentre quest’anno è già pronto. Il fatto è che il loro roster può coprire ogni situazione. Hanno centri di taglia e ali forti di ogni tipo come Randolph che in questo momento fa la differenza. Gli esterni ti attaccano fin dai primi secondi del possesso e poi dalla panchina entrano elementi micidiali, con compiti specifici come Carroll o Prepelic”, racconta Pianigiani.

Per quanto riguarda l’Olimpia, il morale è alto. “Arriviamo a questa partita, contro un avversario del livello più alto, in uno stato mentale positivo perché finora abbiamo fatto molto bene. Dobbiamo per la verità trovare ancora qualche equilibrio perché da un lato abbiamo tanti giocatori confermati ma dall’altro la trazione posteriore è stata ricomposta. Dobbiamo affrontare la gara sereni nella gioia di vivere serate come questa e il nostro pubblico ci aiuterà a fare uno sforzo extra per rimanere aggrappati alla partita il più a lungo possibile per giocare al meglio delle nostre possibilità. La gara comunque vada ci darà spunti necessari per crescere ulteriormente, anzi questo desiderio di miglioramento deve essere esaltato dalle difficoltà. Abbiamo fatto finora tutto quello che dovevamo, quindi non avrebbe potuto esserci una partita migliore per ricevere un ulteriore impulso nel nostro entusiasmo e autostima”.

Qui il video integrale dell’intervista