benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

One Team, un giorno di sorprese con Amedeo Della Valle

01/01/2019
TUTTE LE NEWS »

Alcuni di loro, non sapevano nemmeno cosa fosse il basket, alcuni di loro solo dopo i primi incontri hanno imparato. Hanno iniziato a chiederci di poter vedere quei giocatori, che per loro sono così alti, così forti che giocano in una squadra titolata e importante. Come nelle favole, il loro sogno è diventato realtà, senza che nemmeno avessero il tempo di realizzare.

Dopo aver imparato cos’è il basket, come si gioca di squadra, le regole principali del gioco e non solo, senza screzi o tensioni, hanno potuto fare mille domande a un giocatore che di solito vedono solo in tv. Erano felicissimi, lo si leggeva nei loro volti, anche un po’ imbarazzati, quando all’ingresso da quella porticina così piccola della palestra, è entrato un vero giocatore, un ragazzone “alto alto”, Amedeo Della Valle. Si è rivolto a loro con naturalezza e non tirandosi indietro davanti a un abbraccio o a un classico “batti cinque”.

Quel giorno rimarrà indimenticabile. Il numero 00 dell’Olimpia Milano, ha regalato a tutti una piccola speranza, quando riuniti in cerchio i bambini hanno iniziato a fare mille domande: chi è il tuo migliore amico, che colore ti piace di più, a quella più difficile, tecnica. Nessuno si è tirato indietro, tutti hanno provato a capire e qualcosa di quel ragazzo alto alto che però sembrava così gentile e familiare. Un’ora di gioco, dove Amedeo si è divertito con loro, giocando, tirando a canestro, palleggiando, provando le schiacciate spettacolari o qualche tiro impossibile. Hanno fatto a gara per averlo in squadra, è diventato un loro compagno di classe, con il quale condividere gioie, successi e anche i dispiaceri per un canestro mancato. E’ stata una giornata intensa e ricca di esperienze, che non si è conclusa così, infatti dopo il saluto caloroso dei bambini, i coach e Amedeo si sono lasciasti con l’augurio di rivedersi, ma questa volta al palazzetto, ad assistere a una vera partita.

Così è successo, durante il match di EuroLeague, la classe intera ha assistito a una partita al Mediolanum Forum e la cosa più bella (oltre al giro nella sede e nel campo dove si allena l’Olimpia, la foto in mezzo al campo durante l’intervallo) è stata quella di sentirli tifare a gran voce per Amedeo, che ormai, è diventato il loro  migliore amico.

Le sorprese non sono finite. Il giorno successivo, si sono allenati, con tanta voglia e alla fine dell’incontro, hanno consegnato dei regali bellissimi, fatti da loro per i loro  Coach. Da buona tradizione, Babbo Natale versione Olimpia è passato e ha lasciato dei regali, con l’augurio che quel Natale possa rimanere un ricordo indelebile nei loro cuori, ma che possa avergli anche insegnato i valori dello sport e dell’amicizia.