benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

Olimpia: contro il CSKA è “The Ultimate Challenge”

06/11/2018
TUTTE LE NEWS »

“The Ultimate Challenge”. Giovedì alle 20.45 al Mediolanum Forum l’Olimpia si cimenta contro l’ostacolo più alto, dopo averci già provato contro il Real Madrid. A Milano arriva il CSKA Mosca imbattuto e primo in classifica con una striscia di sei vittorie in fila in questo scontro diretto. Il record combinato delle due squadre è 9-1. Si tratta quindi a tutti gli effetti di una sfida al momento di alta classifica. Il CSKA fuori casa ha vinto a Tel Aviv e Gran Canaria, guida la classifica in VTB League e non ha ancora conosciuto la sconfitta in questa stagione. CSKA e Olimpia sono terza e quarta per punti segnati ma la squadra di Dimitris Itoudis (che rispetto alla stagione scorsa ha solo aggiunto Daniel Hackett e Alec Peters della rotazione impiegata finora) è prima nei rimbalzi e terza (78.4 di media) per punti subiti. Quattro uomini del CSKA viaggiano in doppia cifra media ma Itoudis per ora non sta spremendo nessuno e utilizza la totale estensione del suo roster: Will Clyburn, il giocatore più utilizzato, resta in campo appena oltre i 26 minuti per partita. Mike James, di contro, ne gioca 34.1 per gara ed è l’uomo più impiegato dell’intera competizione. Vlado Micov con 31.4 minuti è quinto assoluto. La profondità del roster, tutto di livello simile, è la grande caratteristica del CSKA che allinea due MVP della competizione (Sergio Rodriguez e Nando De Colo) e un due volte difensore dell’anno (Kyle Hines).

Qui puoi scaricare tutte le note e curiosità della partita: Milano-CSKA Round 6 Game Notes

LA VLADO MICOV CONNECTION

Vlado Micov ha giocato 61 partite di EuroLeague con la maglia del CSKA Mosca nelle stagioni 2012/13 e 2013/14. In entrambi i casi il CSKA ha giocato le Final Four. In maglia CSKA il suo record di punti in una singola partita è di 20, segnati contro il Fenerbahce nel primo anno e contro lo Zalgiris Kaunas nel secondo. In due anni ha vinto due volte la VTB. E’ stato compagno di squadra in ambedue le stagioni di Andrei Vorontsevich mentre ha giocato un anno con Kyle Hines e Nikita Kurbanov. Micov è l’unico ex in campo.

LA DANIEL HACKETT CONNECTION

Daniel Hackett ha giocato due anni a Milano tra la stagione 2013/14 (non interamente) e la stagione 2014/15. Ha vinto lo scudetto 2014 giocando con Curtis Jerrells. Al termine della sua esperienza a Milano, ha giocato due anni all’Olympiacos e uno al Bamberg, sempre in EuroLeague. Con l’Olimpia ha giocato 42 partite di EuroLeague segnando 10.5 punti per gara nella stagione 2014/15 durante la quale segnò anche il canestro da tre sulla sirena per battere il Bayern Monaco.

LA CSKA CONNECTION

Dairis Bertans ha giocato con Will Clyburn al Darussafaka nella stagione 2016/17. Othello Hunter ha giocato in Italia a Sassari e Siena: nel 2014 ha giocato la finale scudetto contro l’Olimpia perdendola 4-3. Daniel Hackett era in campo con la maglia di Milano assieme a Curtis Jerrells. Kyle Hines ha giocato in Italia a Veroli in A2 e ha avuto come capo allenatore Massimo Cancellieri, attuale assistente di Simone Pianigiani.

OLIMPIA-CSKA: I PRECEDENTI

Quando l’Olimpia vinse la sua prima Coppa dei Campioni a Bologna nel 1966, battendo lo Slavia Praga, in semifinale sempre a Bologna fu il CSKA ad arrendersi alla squadra diretta da Cesare Rubini per 68-57 con 20 punti di Bill Bradley e 15 di Massimo Masini. Il bilancio totale dei precedenti è 7-3 a favore del CSKA nell’odierna EuroLeague (dal 2000). L’Olimpia ha vinto tre volte di fila – nel 2008/09 in casa 80-79 dopo una grande rimonta e nel 2010/11 prima 88-73 a Mosca e poi 71-65 al Mediolanum Forum – prima di perdere invece in tutte le ultime sei sfide. Tuttavia oltre alla semifinale per il titolo del 1966, l’Olimpia ha battuto il CSKA altre tre volte nella sua storia: nel 1982/83 e due volte nel 1996/97, perdendo nel 1983 a Mosca 79-78. In quella stagione, l’Olimpia raggiunse la finale di Coppa dei Campioni perdendola contro Cantù. Contando tutti i precedenti il bilancio attuale è di 8-7 per il CSKA.

CSKA: LA STORIA

Fondato nel 1924, il CSKA ha vinto tra il 1945 e il 1990 ben 24 titoli sovietici con giocatori leggendari quali Sergei Belov, Vladimir Tkachenko, Gennadiy Volnov, Yuri Andreev, Anatoli Myshkin e Sergei Tarakanov. Il coach storico del club è stato il grande colonnello Alexander Gomelsky. Pur rinunciando ai giocatori stranieri, all’epoca proibiti nell’ex URSS, il CSKA vinse quattro titoli europei, il primo nel 1961 poi nel 1963, nel 1969 e nel 1971 battendo in finale Varese. Dopo un periodo di decadenza a livello internazionale, il CSKA è ritornato alla ribalta alla fine degli anni ’90 e nelle ultime 16 stagioni ha raggiunto le Final Four 15 volte; con un record fantasmagorico di 15 su 15 nelle serie di playoffs (l’unica volta in cui non fece le Final Four in realtà non si qualificò neppure per le Top 16). Nel 2005 con le Final Four a Mosca, la squadra allenata da Dusan Ivkovic arrivò alla semifinale imbattuta solo per perdere con Vitoria. L’anno dopo arrivò l’italiano Ettore Messina a guidare la squadra a quattro consecutive apparizioni in finale. Nel 2006 vinse il titolo europeo a Praga dopo 35 anni di astinenza e nel 2008 riuscì a ripetersi. Entrambe le volte battendo in finale il Maccabi. La squadra è allenata da Dimitris Itoudis, greco, ex assistente di Zeljko Obradovic al Panathinaikos, con cui è tornata a vincere il titolo nel 2016 a Berlino battendo in finale il Fenerbahce diretto proprio da Obradovic.

NANDO DE COLO

Nando De Colo è una delle grandi star di questa EuroLeague. Nella stagione 2015/16 ha realizzato la Triplice Corona vincendo il titolo di MVP delle Final Four, di MVP della stagione e di capocannoniere della competizione. E’ la sua quinta stagione al CSKA Mosca dove è arrivato dopo due anni di NBA tra San Antonio e Toronto. Nelle ultime tre stagioni è sempre stato incluso nel primo quintetto All-EuroLeague. Quest’anno è già stato MVP del Round 4. Il suo 93.7% in carriera dalla lunetta lo pone al numero di sempre in EuroLeague. Il CSKA ha nel proprio roster due MVP della competizione: Sergio Rodriguez lo è stato nella stagione 2013/14 anche se a quei tempi giocava nel Real Madrid. Questa è la sua stagione numero due al CSKA Mosca.

SERGIO RODRIGUEZ

La carriera del Chacho Sergio Rodriguez parla da sola: cresciuto nell’Estudiantes Madrid vi ha giocato fino al 2006 quando si è trasferito nella NBA per giocare prima a Portland, poi a Sacramento e infine a New York. Nel 2010, ha lasciato gli Stati Uniti per tornare a Madrid ma nel Real Madrid. In quelle cinque stagioni ha vinto l’EuroLeague del 2015 a Madrid ed è stato MVP di EuroLeague nel 2014 quando a Milano perse la finale contro il Maccabi. Nel 2016/17 è tornato nella NBA per giocare a Philadelphia. Nel 2017 è rientrato in Europa, nel CSKA Mosca. Con la Nazionale spagnola ha vinto un oro mondiale e uno europeo, ha vinto l’argento Olimpico del 2012. E’ a 22 assist dal quinto posto di sempre nella classifica degli assist in EuroLeague.

KYLE HINES

Altro giocatore leggendario, Kyle Hines ha vinto l’EuroLeague tre volte, due con l’Olympiacos Pireo (2012 e 2013) e una con il CSKA Mosca (2016). E’ stato anche due volte difensore dell’anno, nel 2016 e nel 2018. In precedenza ha giocato in EuroLeague a Bamberg e in Italia in A2 a Veroli. E’ terzo di sempre per numero di rimbalzi offensivi in carriera dietro Felipe Reyes e Paulius Jankunas, quarto per numero di stoppate ed è a 21 punti dai 2.000 segnati in carriera.

IL +24 RECORD DI ATENE

Il +24 di Atene è stata nell’era EuroLeague la terza vittoria di sempre di Milano in termini di scarto dopo il +30 (81-51) rifilato all’Olympiacos nella stagione 2013/14 e il +28 con cui venne sconfitto Oldenburg (79-51) nella stagione 2009/10. Il +24 però rappresenta la più ampia vittoria esterna sempre in epoca EuroLeague, cancellando il +18 con cui l’Olimpia vinse a Vitoria nella stagione 2013/14 (83-65).

LE DOPPIE DOPPIE DI GUDAITIS

Arturas Gudaitis ha stabilito contro il Khimki il suo nuovo record carriera nei rimbalzi con 13. Il suo massimo precedente era di 11 nella passata stagione quando a Milano l’Olimpia vinse contro il Barcellona. Gudaitis ha piazzato una doppia doppia in ognuna delle ultime due vittorie dell’Olimpia, quarta e quinta doppia doppia della carriera. Lo scorso anno fece due volte 19+10 contro l’Olympiacos in casa e a Kaunas. Poi 18 e 10 contro il Panathinaikos nell’ultima uscita stagionale. In questa stagione è andato in doppia cifra nei punti cinque volte su cinque ovvero la sua striscia più lunga in carriera. Gudaitis, che è terzo nella valutazione, è anche primo per tiri liberi segnati e tentati, terzo per falli subiti, quinto nei rimbalzi. Ha superato quest’anno la soglia dei 500 punti e 300 rimbalzi in carriera. Ha anche una striscia di nove gare consecutive in doppia cifra.

JAMES 1.000 PUNTI E ALTRO

Mike James ha superato quota 1.000 punti segnati in EuroLeague nella trasferta di Podgorica; contro il Real Madrid ha anche valicato quota 100 canestri da tre punti; contro l’Olympiacos ha raggiunto e contro il Khimki superato i 250 assist in carriera. James vanta anche una striscia aperta di 12 gare consecutive in doppia cifra. Secondo euroleague.net vanta quattro gare in cui ha segnato il canestro (o tiro libero) della vittoria, due a Milano (il 3/3 dalla lunetta contro il Khimki e la tripla contro l’Efes) e due ad Atene (contro il Maccabi e contro l’Olimpia a Milano). Mike James è secondo nella valutazione, primo per minuti giocati, terzo negli assist e quinto nei falli subiti. Ha una striscia di 11 tiri liberi segnati di fila

MICOV – Vlado Micov ha superato ad Atene i 1.500 punti in carriera. Adesso è a 499 rimbalzi in carriera. Questa è la sua ottava stagione di EuroLeague, attualmente è quarto per minuti giocati.

JERRELLS – Curtis Jerrells è a 18 assist dai 300 in carriera.

TARCZEWSKI – Il centro dell’Olimpia è a due rimbalzi di distanza dai 200 in carriera. Questa è la sua seconda stagione in EuroLeague.

KUZMINSKAS – Kuz è a quattro canestri da due dai 300, a nove triple dalle 100 e a sei rimbalzi dai 400 in carriera. Ma ha raggiunto quota 200 tiri liberi segnati su 256 tentati.

BERTANS – Ha una striscia aperta di 11 tiri liberi a segno.

KYLE HINES
SERGIO RODRIGUEZ
NANDO DE COLO