benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

Milano-Maccabi, storia, rivalità e una posta in palio altissima

19/02/2019
TUTTE LE NEWS »

Milano Vs Maccabi. Basta la parola. Stiamo parlando della storia del basket europeo, una sfida che è stata finale di EuroLeague nel 1987 e nel 1988, che è stata quarto di finale nel 2014 quando il Maccabi per l’ultima volta conquistò il titolo europeo, che è stata tante volte una battaglia, inclusa la partita di andata in Israele, drammatica nello svolgimento. L’Olimpia subì l’infortunio del miglior Kaleb Tarczewski della stagione e di Nemanja Nedovic, poi perse la partita su un tiro da tre di Jeff Brooks che venne respinto dal ferro in modo beffardo. Non c’è tempo per piangere su quella sconfitta: si riparte dalla classifica attuale. Olimpia 11-11; Maccabi 10-12. Non è uno spareggio per i playoff, perché sono coinvolte altre squadre e non è una vera gara ad eliminazione diretta perché ce ne saranno, dopo, altre sette e il Maccabi ne avrà quattro in casa di cui tre contro formazioni che la seguono in classifica. Ma è chiaro che giovedì sera al Mediolanum Forum (ore 20.45: qui per acquistare i biglietti) ci si gioca moltissimo. L’Olimpia arriva al Round 23 di EuroLeague pienamente in corsa per la post-season: già questo è un successo. Ma a questo punto il gruppo vuole provarci fino in fondo. Il Maccabi è 3-8 in trasferta ma ha vinto a Mosca contro il CSKA ed è stata l’unica a riuscirci; l’Olimpia è 6-4 in casa. Coach Simone Pianigiani potrà riproporre sia Kaleb Tarczewski (sempre in quintetto nelle gare in cui è stato disponibile) che Nemanja Nedovic sia pure con restrizione di minutaggio. Non ci sarà – a parte Arturas Gudaitis – Amedeo Della Valle, convocato in Nazionale. Rispetto alla partita di andata il Maccabi recupera Tarik Black, centrone con trascorsi NBA, e Jeremy Pargo.

Qui puoi scaricare le note complete della partita con statistiche e curiosità sulla stagione: Milano-Maccabi Round 23 Game Notes

MACCABI-OLIMPIA: I PRECEDENTI

L’Olimpia ha vinto due delle sue tre Coppe dei Campioni battendo in finale il Maccabi Tel-Aviv. A Losanna il 2 aprile 1987, finì 71-69 per Milano, coach Dan Peterson. Un anno dopo, a Gand, finì 90-84 sempre per l’Olimpia nella prima edizione della Coppa dei Campioni assegnata tramite Final Four. L’Olimpia in semifinale eliminò l’Aris Salonicco. L’allenatore era Franco Casalini. In tutto le due squadre si sono affrontate 32 volte e il bilancio è favorevole al Maccabi 18-14. A Milano è 9-5 per Olimpia. A Tel Aviv 13-3 per il Maccabi. In campo neutro è 2-0 per l’Olimpia e i due precedenti riguardano proprio le due finali di EuroLeague vinte da Milano. A queste due gare andrebbero aggiunte le due sfide dell’Euroclassic di Chicago e New York del 2015 con una vittoria per parte. Nell’era EuroLeague il bilancio è 11-4 per il Maccabi, 4-3 per l’Olimpia a Milano. L’Olimpia ha vinto per l’ultima volta contro il Maccabi nella stagione 2016/17, 99-97 con 22 punti di Ricky Hickman e 18 di Milan Macvan ma ha perso le successive quattro gare. Nel 2014, ultima apparizione dell’Olimpia nei playoff, l’avversario fu proprio il Maccabi che si impose 3-1 nella serie. Nella partita di andata, il Maccabi vinse di due 94-92 con la tripla della vittoria di Jeff Brooks respinta dal ferro. Nemanja Nedovic segnò 17 punti, Mike James e Vlado Micov 16 a testa, ma Johnny O’Bryant ne fece 32 per il Maccabi.

LA MACCABI CONNECTION

Per quanto la storia sia ricca di giocatori che hanno militato sia nell’Olimpia che nel Maccabi, quest’anno non ci sono ex in campo. Alex Tyus però ha giocato al Galatasaray assieme a Vlado Micov e a Cantù con Jeff Brooks. Scott Wilbekin invece ha giocato al Darussafaka assieme a Dairis Bertans nella stagione 2016/17. In passato il caso più eclatante riguarda Kenny Barlow che giocò la finale di Coppa dei Campioni nel 1987 con l’Olimpia e nel 1988 con il Maccabi. Ex indimenticabili di ambedue le sponde sono stati tra gli altri Keith Langford, Andrew Goudelock e Ricky Hickman.

NOTE OLIMPIA – Il record di società di assist in una gara di EuroLeague, 29, è stato stabilito nel 2016 proprio contro il Maccabi. Il record di punti in una gara di EuroLeague di Mindaugas Kuzminskas (23) è stato stabilito contro il Maccabi e così il primato personale di assist (9) di Vlado Micov.

MACCABI: LA STORIA

Il Maccabi Tel Aviv è sempre stato il simbolo dello sport israeliano, con i suoi 52 titoli nazionali in 64 stagioni a partire dal 1954. Il club è sempre stato una potenza internazionale, mixando i migliori giocatori israeliani con americani di alto livello. La storia del Maccabi è una storia di eccellenza. Nel 2004 e nel 2005 fu in grado di vincere due titoli europei consecutivi. Nella sua storia, ne ha vinti ben sei partecipando a 15 finali e vincendo anche 44 coppe nazionali e la Lega Adriatica del 2012. L’ultimo trionfo europeo avvenne nel 2014, a Milano dopo aver eliminato nei quarti l’Olimpia per 3-1. Il Maccabi è stato anche la prima squadra internazionale a battere una formazione NBA, nel 1978 a Tel Aviv contro i Washington Bullets. E poi è stata la prima a battere una squadra NBA sul suo campo, nel 2005 a Toronto. Tra i grandi campioni della sua storia i bomber israeliani Miky Berkovitz e Doron Jamchy, il playmaker Motti Aroesti, gli americani Tal Brody, Aulcie Perry, Anthony Parker, Derrick Skarp, il lituano Sarunas Jasikevicius, il compianto centro Nate Huffman, Nikola Vujicic che ora è team manager, Devin Smith, e allenatori storici come Zvi Sherf, Pini Gershon e David Blatt.

NOTE SUL MACCABI – Nella partita di andata Johnny O’Bryant con 32 punti ha stabilito il suo primato personale, così come il 44 di valutazione. Furono record individuale anche i 15 rimbalzi di Alex Tyus contro l’Olimpia nella passata stagione. Alex Tyus ha eseguito una stoppata in 10 delle ultime 11 partite ed è terzo di sempre con 202 stoppate in EuroLeague. Tyus è anche il terzo nella classifica stagionale delle stoppate. Scottie Wilbekin è andato in doppia cifra nella valutazione in 10 delle ultime 11 gare.

IL RECORD OLIMPIA DI PUNTI DI MJ

Mike James è diventato il nuovo recordman Olimpia per maggior numero di punti segnati in una sola stagione di EuroLeague che apparteneva con 439 a Keith Langford. Mike James adesso ne ha 444 con una media per gara di circa tre punti per incontro superiore a quella che ebbe Langford nel 2013/14 (17.6 punti di media, fu capocannoniere della competizione).

MICOV TRA I PIU’ GRANDI DI SEMPRE NEL TIRO DA TRE

Vlado Micov ha segnato 256 triple in carriera in EuroLeague e figura attualmente al 23° posto di sempre con 256/609 in 182 partite, pari al 42.0%. Nell’ultimo turno ha scavalcato Jonas Maciulis e si trova a due triple dal 22° posto di Henry Domercant. Tra i 22 che lo precedono solo quattro vantano una percentuale di realizzazione superiore alla sua, ovvero Jaycee Carroll, Trajan Langdon, Arturas Milaknis e ancora Domercant.

LE CIFRE DI VLADO – Vlado Micov è secondo in EuroLeague con 32.29 minuti di utilizzo medio ed è quinto con 14.5 di media nella classifica marcatori.

VERSO I 100 RIMBALZI OFFENSIVI – Micov è a un rimbalzo offensivo di distanza dai 100 in carriera.

STARTER – Vlado Micov è partito in quintetto come Mike James in tutte le partite dell’Olimpia in questa stagione.

BERTANS SECONDO NEL TIRO DA TRE

Dairis Bertans ha stabilito il nuovo primato di punti in maglia Olimpia contro il Buducnost con 17 e poi l’ha eguagliato contro lo Zalgiris Kaunas. Bertans, che ha anche superato quota 500 punti in carriera quest’anno, è secondo nel tiro da tre con il 53.6%. In classifica ci sono cinque giocatori che vantano almeno il 50.0% nel tiro da tre. Bertans ha il 46.9% da tre in carriera ed è a quattro assist di distanza dai 100 in carriera.

KUZMINSKAS DA RECORD DALLA LINEA

Mindaugas Kuzminskas a Gran Canaria ha stabilito il suo record di tiri liberi realizzati e procurati in una gara. Il suo record precedente era di 7 tiri liberi a segno (lo scorso anno, contro la sua ex squadra, Malaga) e 8 tiri liberi procurati (quando giocava a Malaga contro l’Efes). A Gran Canaria ha fatto 10/10. Dopo aver superato i 200 tiri liberi segnati in carriera, Kuzminskas ha raggiunto i 400 rimbalzi nella partita di Barcellona; a Kaunas ha superato quota 300 canestri da due in carriera e a Tel Aviv ha messo la tripla numero 100 della sua carriera. Contro il Buducnost ha stabilito il suo top in maglia Olimpia con 19 punti. Il primato assoluto risale ad una gara giocata con Malaga in cui ebbe 23 punti. Kuzminskas ha una striscia aperta di 13 tiri liberi consecutivamente a segno.

LE STRISCE DI NEMANJA NEDOVIC

Nemanja Nedovic ha segnato in doppia cifra in 25 delle ultime 26 gare giocate incluse cinque su sei in maglia Olimpia. L’unica gara in cui non ha segnato in doppia cifra è stata quella con il Real Madrid. Nedovic ha anche segnato almeno una tripla in 24 delle ultime 25 gare giocate in EuroLeague: l’eccezione è stata la gara di questa stagione ad Atene contro l’Olympiacos in cui segnò comunque 20 punti.

IL RECORD DI JAMES NUNNALLY

James Nunnally a Gran Canaria ha immediatamente pareggiato il suo record in carriera in EuroLeague con 22 punti. Li aveva segnati anche l’anno precedente quando giocava nel Fenerbahce contro l’Olympiacos. Nunnally si trova a sette punti di distanza dai 500 in carriera e ha raggiunto contro il Darussafaka i 100 assist in carriera.

KALEB TARCZEWSKI – Tarczewski è a 4 rimbalzi offensivi dai 100 in carriera.