Successiva
Precedente
lunedì 5 novembre 2012
L’Olimpia si riprende Siena: 71-66

L’EA7 è tornata! Costruisce sulla prova incoraggiante di Kaunas, una grande vittoria di squadra con cinque uomini in doppia cifra, subendo solo 66 punti e senza aggrapparsi ad un giocatore specifico. Dopo 18 sconfitte, sbanca Siena. Alessandro Gentile è top scorer della gara ma tutti portano il loro mattone e c’è una grande prova anche di Richard Hendrix, che segna, si sente a rimbalzo, pesa. E nel finale Keith Langford mette i due canestri più difficile

PRIMO TEMPO - Parte fortissimo Bobby Brown. Il playmaker di Siena segna 7 dei primi 9 punti della Montepaschi che schizza sul 9-5. L’EA7 gioca più di squadra in attacco e risponde con un 7-0 sancito da una tripla di Omar Cook che in difesa comunque porta via un paio di palloni all’avversario. Quando Langford dalla linea fa 2/2, l’Olimpia prende cinque punti di vantaggio, sul 19-14, difendendoli fino alla fine del periodo dopo altri due liberi segnati da Alessandro Gentile. Il secondo quarto comincia con due canestri consecutivi di energia di Richard Hendrix. Banchi chiama time-out quando l’Olimpia è avanti di 9, 25-16. L’EA7 tiene Siena senza segnare per 3:40 quando Brown firma due liberi. Ma Cook mette una tripla, Melli un lunghissimo jump e a metà del quarto il vantaggio sale a 16 punti, 34-18. La risposta della Montepaschi arriva da Viktor Sanikidze: il georgiano schiaccia da una parte e stoppa Langford dall’altra. Coach Scariolo chiama subito time-out e fa bene perché Hairston ferma l’emoraggia con un canestro di forza in post-up (sbaglia ma prende il rimbalzo d’attacco) e Bourousis da tre porta l’EA7 avanti di 17, 39-22. All’intervallo è 39-26.

SECONDO TEMPO - Viktor Sanikidze scuote ancora la squadra di casa, con un canestro in contropiede e una tripla. In mezzo ci mette una tripla Cook. Coach Scariolo ferma subito il momento chiamando time-out sul 42-33 EA7. Quando la Montepaschi torna a meno sette, Richard Hendrix segna due volte di forza a rimbalzo d’attacco. Fotsis mette la tripla del 51-37. Siena tiene aggrappata ad un Brown da 21 punti alla fine del terzo quarto, ma quando torna a meno 10, Gentile mette un jump lungo e poi completa un gioco da tre punti che significa 55-41. Alla fine del terzo è 56-45 EA7. Gentile prende l’Olimpia in spalla all’inizio del quarto, prima con un rimbalzo d’attacco convertito in canestro poi con una penetrazione di forza. Quello è il momento in cui Siena produce il massimo sforzo e risale a meno 7, 53-60, con un gioco da tre punti di Brown. La risposta viene da Langford con un tiro da tre per il +10, ma Siena insiste ancora, segna con Ress e Hackett, torna a meno 6. Fotsis rientra per Melli e mette subito la tripla del + 9, 66-57. Segna Langford con una grande penetrazione chiusa da un gancio, poi schiaccia Hairston per il 70-61 entrando negli ultimi due minuti. Siena segna da tre con Kangur e con Hackett dalla linea (ruba una palla su una scivolata di Cook sopra una macchia di sudore). Il finale è rocambolesco, perché l’EA7 sbaglia tre liberi su quattro ma controlla i rimbalzi decisivi e vince.