benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

L’Olimpia centra gli obiettivi di giornata, torna Nedovic e vince 111-74

10/02/2019
TUTTE LE NEWS »

L’Olimpia centra i suoi obiettivi di giornata, ovvero vincere senza patemi contro Pesaro, far risposare i giocatori più spremuti o bisognosi di riposo (Mike James ma anche Jeff Brooks che ha donato i primi sette minuti alla causa in una serata in cui era previsto si fermasse), non rischiare problemi ulteriori con Kuzminskas e Cinciarini, permettere a Nedovic di assaggiare il campo dopo la lunga assenza rispettando i 12 minuti di restrizone e infine far debuttare in campo i due “bambini” Francesco De Capitani (che ha anche segnato) e Federico Ferraris (che ha smazzato un assist per Burns). E’ finita 111-74, record stagionale di punti segnati.

IL PRIMO TEMPO – L’Olimpia parte subito forte, trascinata da un James Nunnally stratosferico, che segna in tutti i modi, quattro volte da tre (16 nel primo periodo) e, accompagnato da Curtis Jerrells, apre subito un divario importante, sopra la doppia cifra, 16-5 poi 23-10 quando Pesaro comincia a trovare un po’ di ritmo. Lamond Murray segna tre volte di fila, due con jumper dalla media, mentre Milano modifica il quintetto e mostra Della Valle da playmaker. Un tap-in di Shashkov ricuce il divario a otto punti ma proprio Della Valle dall’angolo firma il 29-18 della fine del primo periodo. Nel secondo, è Fontecchio (10 nel periodo) a cavalcare il suo buon momento schiacciando due volte dopo una tripla a segno e generando il più 17. La particolarità del roster obbliga Coach Pianigiani a sperimentare: così dopo Della Valle tocca a Micov agire da playmaker con Nedovic di supporto. Una tripla di Micov dall’angolo dopo quella di Nedovic scava il primo vantaggio oltre i venti punti della gara. Nedovic con una palla rubata e schiacciata tocca il +31 che chiude il primo tempo, 59-28.

IL SECONDO TEMPO – Nunnally mette subito la quinta bomba della sua gara ma non è l’unico ispirato, perché da tre segnano anche Fontecchio e Della Valle, così il margine continua a crescere, oltre i trenta punti di divario. E’ Erik McCree con cinque punti consecutivi a riportare il distacco sotto i trenta, ma succede subito prima della sesta tripla della gara di Nunnally che vale l’80-49 della fine del terzo periodo. L’inizio del quarto quarto è l’unico momento della gara in cui l’Olimpia perde un po’ di fluidità in attacco per un paio di minuti, quelli necessari per rimettere Bertans in campo e ricavarne subito due triple. Il vantaggio torna a crescere nonostante un paio di fiondate di McCree. Della Valle oltre a segnare arma le mani dei compagni, due volte di fila Burns sotto canestro poi Micov dall’angolo, scollinando oltre i 100 punti e oltre i 40 di scarto. Alla fine è 111-74.

INJURY REPORT – Mike James non ha giocato per semplice turnover, Mindaugas Kuzminskas per una contrattura, Kaleb Tarczewski sta ultimando il recupero dall’operazione alla mano, Andrea Cinciarini è uscito dalla stato febbrile della settimana ma non era ancora in condizioni di giocare. Nemanja Nedovic ha giocato con limitazione a 12 minuti, tutti spesi nel primo tempo consette punti, quattro rimbalzi, quattro assist, due palle rubate e 14 di valutazione.

SIMONE FONTECCHIO
JAMES NUNNALLY
AMEDEO DELLA VALLE