Successiva
Precedente
sabato 15 settembre 2012
L’EA7 ritrova il tiro: 105-78 a Caorle

Il torneo di Caorle che ha chiuso la parentesi italiana del precampionato si chiude con una nota positiva. I tedeschi di Braunshweig sono travolti in modo progressivo da un’EA7 ispiratissima al tiro nonostante alle previste assenza di Alessandro Gentile e David Chiotti si sia aggiunta in extremis quella di Malik Hairston, colpito da un virus influenzale con attacchi di vomito, e in corso d’opera sia uscito a scopo preventivo anche Nicolò Melli.

LA CRONACA - Richard Hendrix, schierato nel quintetto iniziale da coach Scariolo, si mette subito in ritmo al tiro, segna quattro canestri, due jump dalla media e due usando il tabellone. Robert Kulawick, che mette tutte le prime tre triple tentate, tiene Braunschweig in partita. Nonostante due errori inusuali di Stipcevic dalla linea alla fine del primo periodo, l’Olimpia va avanti 21-16 nel quarto inaugurale. Il secondo periodo comincia meglio, Ioannis Bourousis prosegue il lavoro di Hendrix attaccando l’area, Nicolò Melli dà energia alla squadra sia in difesa che in attacco, coach Scariolo gioca forzatamente tanto con due playmaker. Il vantaggio sale a quota 12, 31-19 dopo un fallo antisportivo subito da Melli, poi a 18. Due triple consecutive di Keith Langford mantengono l’EA7 sul +15 all’intervallo nonostante un lieve calo difensivo negli ultimi minuti. L’Olimpia al riposo ha il 63% dal campo, 12/15 da due e 7/15 da tre (3/3 di Langford). Nel terzo quarto, con Melli a riposo precauzionale per un colpo al ginocchio, l’EA7 macina punti e dilata il vantaggio che arriva a quota 23 all’ultimo intervallo con Langford salito a 22 punti in 22 minuti con 9 assist e 4/4 da tre, oltre ad uno spaventoso 30 di valutazione. La squadra ha 23/27 da due con tre giocatori, Fotsis, Bourousis e Langford a quota 14/14. Nel quarto periodo, Scariolo parte con Stipcevic, Giachetti e Basile sul perimetro. Il croato segna tre volte da tre e l’ultimo periodo è accademia. Il vantaggio massimo tocca i 30 punti sul 100-70 quando Langford centra il decimo canestro della gara senza errori. L’EA7 chiude con il 79% da due, 14/25 da tre e 24 assist.

IL TABELLINO - EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-NY PHAMTOMS BRAUNSCHWEIG 105-78. EA7: Langford 28 (5/5 da due, 5/5 da tre, 9 assist, 36 valutazione in 28 minuti), Giachetti 6 (3 assist), Stipcevic 14 (4/4 da tre), Cook 3 (4 assist), Basile 11 (3/4 da tre), Fotsis 12 (5/5 da due), Tsiaras 5, Melli 3, Hendrix 12, Bourousis 11. NY: Kulawick 14, Mittmann 10, Davis 4, Harding 17, Schneiders 2, Mitchell 13, McFadden 2, SChroeder 8, Wessels, Land, McElroy 8.

ADESSO - La squadra rientra a Milano e poi vola in Spagna per giocare tre amichevoli, di cui due con il Caja Labora, la prima martedì sera alle 20.30 a Logrono. Contemporaneamente, David Chiotti proverà a riaggregarsi al resto del gruppo.