Successiva
Precedente
giovedì 22 novembre 2012
L’EA7 dilaga nella ripresa: 75-60

Allunga nel secondo tempo, vince e torna ad avvicinarsi alle Top 16, l’EA7 contro il Cedevita Zagabria che nelle ultime tre di Eurolega aveva due vittorie e una sconfitta di due in trasferta al Pireo. Interrotta una striscia di quattro sconfitte europee, ma oltre alla terza vittoria c’è la seconda ministriscia stagionale di due vittorie. Il 2-0 sul Cedevita, con due punti di vantaggio, almeno nei confronti dei croati mette l’Olimpia al riparo da sorprese. Gioca una grande partita Antonis Fotsis, ma ci sono applausi per tutti, cinque uomini segnano in doppia cifra, Bourousis ci riesce segnando nel solo secondo tempo.

PRIMO TEMPO - Antonis Fotsis aggredisce la partita segnando sette punti istantanei, una tripla, due liberi, un contropiede concluso. Il Cedevita va avanti 9-5 dopo un parziale di 7-0, ma la risposta dell’EA7 non manca: Hendrix segna sei punti, con due schiacciata, una su passaggio alley-oop di Langford, e al primo time-out è 13-11 Olimpia. La tripla di Goran Suton permette al Cedevita di allungare a +3, ma due canestri ad alto coefficiente di difficoltà di Langford ristabiliscono la parità e la tripla di Melli, appena entrato, vale il 20-18 EA7 alla fine del primo quarto. L’EA7 sale a più sette due volte nel secondo quarto prima con una tripla di Stipcevic e poi con un jump di Basile. Ma il Cedevita corre e tiene, tripla di Wright, libero di Andric e torna a meno 4, sul 29-25. Due triple, di Ilievski e Green, sanciscono il sorpasso Cedevita. I croati prendono anche tre punti di vantaggio, l’Olimpia tiene ma non riesce a superare di nuovo in chiusura di tempo.

SECONDO TEMPO - Omar Cook, senza punti nel primo tempo, mette subito la tripla del sorpasso. Dopo tre tiri liberi segnati di fila da Gelabale, Fotsis e Hairston segnando da tre in due possessi consecutivi per dare all’EA7 cinque punti di vantaggio, 47-42. Ma il parziale decisivo non si ferma qui, perché schiaccia Hairston, segna Bourousis, Fotsis corregge in tap-in e sul +8 arrivano due triple in fila di Basile e ancora Fotsis che scavano il solco. Quando Bourousis mette due liberi, l’EA7 allunga a più 20, 61-41 e di fatto trasforma il resto della partita in una passerella. Dopo quattro sconfitte consecutive, arriva la terza vittoria che rilancia le chance di accesso alle Top 16, con una difesa stavolta convincente e una eccellente prova di squadra.