benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

Le venti giocate che svelano le armi di Michael Roll

25/04/2020
TUTTE LE NEWS »

Michael Roll è superficialmente noto in Europa come uno specialista del tiro da tre. Ogni squadra ormai ne ha uno, dal momento che il tiro da tre è diventato sempre più parte integrante dell’attacco di ogni formazione e certamente Roll è uno dei migliori interpreti d’Europa. In tre stagioni di milizia in EuroLeague, Roll ha il 41.8% da tre e non ha mai avuto una stagione al di sotto del 40% che è considerata la soglia dell’eccellenza (il 40% da tre equivale, in termini numerici, al 60% da due). Quest’anno ha tirato con il 43.8%, il miglior dato in carriera, settimo assoluto tra chi ha eseguito almeno 80 tiri da tre in stagione. Ma Roll ha eseguito praticamente lo stesso numero di tiri da due e da tre. In questo è simile a specialisti creativi come Kruno Simon o Kyle Kuric del Barcellona, mentre altri tiratori hanno eeguito il doppio di tiri da tre rispetto a quelli da due, vedi Petteri Koponen del Bayern, Marcus Eriksson dell’Alba o Alex Abrines del Barcellona per citarne alcuni.

Roll infatti non è solo un tiratore puro, è un grande interprete del cosiddetto “mid-range game”: è micidiale nel palleggio, arresto e tiro dalla media (con cui batte il “closeout” del difensore che intende negargli il tiro da tre) e del tiro al termine di un taglio “curl” (ricciolo), cioè non eseguendo una linea dritta nel movimento senza palla ma curca ricevendo mentre si avvicina al canestro piuttosto che allontanarsi.

Nel video sotto, un esempio di tiro dopo un “curl” è nella giocata numero 20 (direttamente da rimessa) e nella 19; in altre situazioni si vede il palleggio, arresto e tiro che non ha limiti di raggio, lo esegue in avvicinamento ma anche dall’arco dei tre punti. Infine, dove è probabilmente sottovalutato è come passatore. Nel video si nota la sua efficacia in alcune situazioni in cui gestisce il pick and roll da palleggiatore, in altri momenti inventa assist con fucilate che tagliano il campo (vedi a Mosca-Khimki per Nedovic sull’angolo opposto oppure lo scarico per Keifer Sykes dal centro area).