Successiva
Precedente
domenica 25 novembre 2012
Langford (30) strepitoso: 82-76 ad Ancona

Tre quarti complicati, poi un giro di vite alla difesa e un quarto periodo scoppiettante in attacco. Il record carriera in Italia di Keith Langford (30, il precedente era stato di 28 il 19 maggio 2009, quando giocava a Bologna contro la Benetton) ispira la rimonta dell’ultimo quarto dell’EA7 ad Ancona. E’ la terza vittoria esterna consecutiva in campionato, la terza vittoria dell’ultima settimana cominciata a Cremona e proseguita con il Cedevita in Eurolega. Il quintetto che rimonta è con Rok Stipcevic da playmaker (mette due triple fondamentali) e David Chiotti a coprire l’area in difesa dopo che Bourousis aveva avuto un rendimento alto nel primo e nel terzo quarto quando la scelta era stata quella di dargli la palla.

PRIMO TEMPO - L’EA7 parte appoggiando la palla dentro a Ioannis Bourousis che tre volte va a canestro in situazione di post-up. Ma la Sutor corre e fa contropiede, regge il primo urto fisico dell’Olimpia e va avanti 16-10 a metà del primo periodo con i missili di Ronald Steele e il gioco dentro-fuori di Christian Burns. Quando Valerio Mazzola segna da tre, Montegranaro va avanti 21-10 prima che un canestro e due tiri liberi di Melli accorcino le distanze. 21-14 Sutor alla fine del primo quarto. Il vantaggio Sutor torna in doppia cifra dopo un jump lungo di Tamar Slay. L’Olimpia tiene con due triple di Keith Langford che rompe il digiuno di canestri dall’arco del primo periodo. Un canestro da tre di Fotsis ricuce fino a meno cinque, sul 34-29, ma i sette punti di Mazzola, un canestro in entrata di Cinciarini e uno di Burns riaprono 11 punti di vantaggio a favore della Sutor, 42-31. Basile dall’angolo tampona sul 42-34 dell’intervallo.

SECONDO TEMPO - Langford segna subito in post-up, poco dopo mette una tripla alla quale segue una schiacciata di Hairston in contropiede. Recalcati chiama time-out a 6’29″ dalla fine del terzo sul 48-43 Sutor. Rolands Freimanis segna cinque punti consecutivi, intervallati da due liberi di Bourousis e un gioco da tre punti di Langford. C’è anche un alley-oop di Cook per Bourousis. Ma dopo 28 minuti di partita, la Sutor è ancora a +11, sul 61-50. Il massimo vantaggio sale per un attimo a quota 13, poi Langford segna da tre, mette due liberi e Hairston segna in entrata allo scadere: nel mezzo c’è un tiro libero di Kyle Johnson. Alla fine del terzo periodo è 64-57 Sutor. Nel quarto, parte attaccando Hairston con un’altra penetrazione di forza, poi segna da tre Stipcevic e dalla media Langford. In due minuti e mezzo con un 7-0 che spinge Recalcati al time-out, l’Olimpia è a meno 2, 66-64. Al rientro Stipcevic sorpassa subito dall’angolo, poi segna Langford ancora da tre, schiaccia Hairston, mette una tripla dall’angolo Fotsis e in un attimo siamo 75-68 EA7. Qui l’EA7 non trova i canestri per chiudere subito ma controlla la gara.