benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

L’Alba Berlino a Milano, Messina: “E’ importante, aggressivi mentalmente fin dall’inizio”

03/02/2020
TUTTE LE NEWS »

Inizia un’altra settimana con triplice impegno per l’Olimpia, in un roller-coaster di partite senza pause. Alla gara contro l’Alba Berlino di martedì 4 febbraio, ore 20.45 (CLICCA QUI PER I BIGLIETTI), Milano arriva sulla scia di tre vittorie consecutive tra campionato ed EuroLeague. Si tratta della seconda partita interna di EuroLeague consecutiva dopo tre trasferte. Venerdì l’Olimpia sarà invece a Barcellona. L’Alba ha sette vittorie, in una classifica mai così corta: è reduce da due sconfitte consecutive, ma con il Fenerbahce ha perso di quattro dopo aver condotto a lungo e in trasferta ha vinto tre volte, due ad Atene e una a Belgrado, inoltre ha perso a Istanbul con il Fenerbahce dopo due tempi supplementari. E’ una squadra di grande potenziale offensivo, che produce 83.9 punti di media con il 38.6% da tre, esattamente come l’Olimpia, grazie alla presenza di numerosi specialisti capeggiati dallo svedese Marcus Eriksson, il playmaker Makai Mason e ovviamente Rokas Giedraitis, il top scorer della squadra con 13.5 punti a partita.

L’OLIMPIA – Contro la batteria di tiratori dell’Alba oppone la sua difesa. L’Olimpia concede il 34.6% da tre, terza assoluta in EuroLeague, e con la difesa ha ribaltato l’ultima partita contro il Bayern Monaco. Coach Messina tuttavia non avrà ancora Jeff Brooks, il che da qualche settimana lo obbliga a soluzioni inedite nel ruolo di ala forte nel quale contro il Bayern ha giocato molto Vlado Micov. Non sarà ovviamente disponibile neppure Riccardo Moraschini, mentre Andrea Cinciarini – fermo la scorsa settimana ma utilizzato a Brindisi – proseguirà il lavoro di recupero dal risentimento al polpaccio sinistro che ancora lo infastidisce e non sarà utilizzato contro l’Alba. Paul Biligha, causa risentimeno alla coscia destra, è in dubbio e una decisione sul suo utilizzo sarà presa nell’immediato pregara. Arturas Gudaitis e Amedeo Della Valle sono reduci da stati febbrili, ma hanno recuperato e si sono entrambi allenati. Seconda gara in maglia Olimpia per Drew Crawford che ha debuttato contro il Bayern la scorsa settimana.

COACH ETTORE MESSINA – “L’Alba è una squadra di grande energia e fisicità, come tutte le formazioni allenate da Coach Aito ha una bellissima organizzazione di movimento in attacco ed è anche una delle squadre che eseguono più tiri da tre in Euroleague. Dovremo avere equilibrio in attacco, per recuperare e limitare il numero di tiri da tre aperti che prenderanno. Sappiamo quanto sia importante per noi questa partita quindi dovremo affrontarla con aggressività mentale fin dal primo minuto”.

LA PARTITA DI ANDATA – L’Olimpia ha vinto a Berlino 81-78 con 17 punti di Sergio Rodriguez. L’Olimpia era partita meglio, scattando 7-0, ma l’Alba con una serie di triple aveva assunto il controllo delle operazioni mantenendolo per gran parte del terzo quarto. In quel momento, Milano è esplosa con un parziale di 13-1 incluse quattro triple. Nemanja Nedovic è stato decisivo con quattro canestri da tre punti. L’Olimpia ha segnato 55 punti nella ripresa. Giedraitis ha guidato l’Alba con 20 punti.

L’AVVERSARIO – L’ala piccola Rokas Giedraitis (13.5 punti di media) non è solo un attaccante-tiratore, come racconta il suo terzo posto nella classifica delle palle rubate. Il lituano è alla seconda stagione a Berlino, la prima in EuroLeague. Luke Sikma, alla terza stagione a Berlino, è stato MVP di Eurocup l’anno scorso, è il miglior rimbalzista di squadra con 6.1 di media ed è l’unico giocatore che l’espertissimo coach Aito Garcia Reneses ha sempre schierato in quintetto. Sikma è un’ala forte che distribuisce anche 4.1 assist di media, terzo di squadra dopo i due playmaker Peyton Siva (5.1) e l’islandese (cresciuto però a Long Island University in America) Martin Hermannsson (4.8, ma anche 10.2 punti a partita). Lo svedese Marcus Eriksson non era presente nella gara di andata, ma è ben conosciuto a Milano perché contro l’Olimpia l’anno passato firmò il suo record carriera di 28 punti a Gran Canaria, quando tra l’altro segnò anche la tripla allo scadere del supplementare. Oltre a Sikma, i lunghi più utilizzati sono l’ala forte Tyler Cavanaugh, che dopo 10 gare di assenza per infortunio, è rientrato da un mese e mezzo e ha anche lui oltre il 40% da tre, e Landry Nnoko, camerunense cresciuto a Clemson, reduce da tre gare di fila in doppia cifra. Insidiosi sono anche l’ala Niels Giffey che ha il 50% da tre e il playmaker americano Makai Mason che gioca 10 minuti a partita, ma li usa per segnare 6.1 punti con il 43.3% da tre.

GLI ARBITRI – Damir Javor (Croazia), Seffi Shemmesh (Israele), Josif Radojkovic (Croazia).

I PRECEDENTI VS. ALBA BERLINO – Nell’Eurocup 2015/16, l’Olimpia perse a Berlino 83-67 (18 punti dell’ex Jamel McLean), ma si prese la rivincita a Milano 91-78 con 28 punti di Kruno Simon. Prima che prendesse corpo l’EuroLeague attuale, le due squadre si affrontarono nella finale di Coppa Korac del 1995 quando l’allora Stefanel di Bogdan Tanjevic perse contro l’Alba Berlino. A tutt’oggi si tratta dell’unico successo europeo dell’Alba che pareggiò a Milano 87-87 ma vinse a casa sua 95-87 con i 34 punti di Teo Alibegovic che vanificarono i 29 di Nando Gentile. Coach dell’Alba era Svetislav Pesic. Le due squadre si affrontarono anche nell’edizione della vecchia Eurolega del 1996/97: l’Alba vinse a Milano 91-80, l’Olimpia si rifece nel ritorno espugnando Berlino 78-68. Infine, nella gara di andata, l’Olimpia ha vinto a Berlino 81-78 con 17 punti di Sergio Rodriguez e 14 di Luis Scola. In tutto quindi, il bilancio è 1-0 nell’attuale EuroLeague, ma 3-3-1 in assoluto.

Qui puoi scaricare le note di Milano-Alba Berlino Round 23

L’ALBA CONNECTION – Non ci sono ex in campo, anche se due giocatori dell’Alba sono stati protagonisti del campionato italiano: Peyton Siva (Caserta) e Landry Nnoko (Pesaro). Marcus Eriksson lo scorso anno quando era a Gran Canaria segnò 28 punti contro l’Olimpia stabilendo il record carriera nella gara tuttavia vinta da Milano in trasferta. Rokas Giedraitis e Arturas Gudaitis hanno giocato insieme a Vilnius.

SERGIO RODRIGUEZ Vs PEYTON SIVA
MICHAEL ROLL
NEMANJA NEDOVIC