Successiva
Precedente
sabato 5 ottobre 2013
La difesa sale di colpi e rimonta: 71-60

Soffre l’Olimpia nel primo tempo l’Olimpia contro lo Zielona Gora, squadra campione di Polonia che partecipa all’Eurolega, ma nel secondo prende ritmo in attacco ispirata prima da Langford e nel quarto periodo da una difesa arcigna che azzera l’attacco dello Stelmet e genera un attacco finalmente fluido, con le triple di David Moss e una fiammata importante di Haynes. L’Olimpia vince 71-60 segnando 46 punti nel secondo tempo ma soprattutto tenendo a 26 lo Stelmet. Strepitosa la prova di Langford, con qualche minuto anche da playmaker, decisivo Moss nell’ultimo quarto, notevoli Gentile (anche a rimbalzo) e Melli, tenace CJ Wallace che ha giocato 31 minuti orgogliosi. Alle 19.00 di domenica la finale.

LA PARTITA - CJ Wallace va in quintetto per la prima volta (non c’è Kristjan Kangur), parte con tre rimbalzi difensivi, una tripla e un assist. I suoi primi cinque minuti sono promettenti. Tiene meno la difesa e così coach Banchi prima manda in campo Haynes e Moss e poi chiama time-out dopo il secondo canestro consecutivo dell’ex biellese Craig Brackins (15-9 Stelmet). Dopo la sospensione, le cose migliorano in difesa ma la sequenza di tiri sbagliati prosegue e alla fine del primo periodo è 18-9 Zielona Gora con una tripla di Zamojski sull’ultimo possesso. Nicolò Melli firma il miglior momento del secondo quarto prima con una tripla su scarico e dopo rubando palla per andare a schiacciare in contropiede, ma non c’è continuità in attacco e nonostante lo Zielona Gora venga tenuto ad un punteggio basso, il ritardo scivola in doppia cifra sul 28-16 e sale fino a 14 punti. Qui Alessandro Gentile segna due volte in entrata e mette due liberi riavvicinando l’Olimpia a meno 9, sul 34-25 a metà gara. L’inizio della ripresa è difficoltoso, il bonus viene bruciato in fretta anche per un paio di chiamate discutibili. Lo Stelmet fugge a più 15, sul 40-25. Keith Langford prova a rispondere con due giochi da tre punti, uno sfondamento preso da Eyenga e una tripla che riporta l’Olimpia a meno otto. Ma dopo il time-out, esce bene lo Stelmet, piazza un 6-0 con schiacciata conclusiva del parziale di Brackins. La nuova risposta arriva sull’asse Gentile-Melli. Uno completa un gioco da tre punti, l’altro ruba un rimbalzo d’attacco su tiro libero sbagliato da Samuels e segna dalla linea. Con Langford che brucia la retina dall’arco al buzzer è 55-47 Zielona Gora alla fine del terzo. L’EA7 stringe la difesa in modo imponente nella prima metà del quarto periodo in cui lo Stelmet segna solo su un rimbalzo d’attacco di Eyenga convertito. In attacco segna due volte da tre Moss e una volta Melli per il 13-2 di parziale che porta Milano avanti sul 60-57. MarQuez Haynes si sblocca, segna cinque punti consecutivi e firma la fuga improvvisa. Rientra Gentile e si nota per i tre rimbalzi di fila conquistati. L’Olimpia finisce un quarto periodo spettacolare in difesa ma segna anche 24 punti.

IL TABELLINO - Stelmet Zielona Gora-EA7 Emporio Armani 60-71 . Stelmet: Cel 2, Walker, Robinson 1, Barlow 5, Chanas, Hrycaniuk 9, Eyenga 15, Brackins 10, Sroka 3, Guinn 2, Zamojski 6, Koszarek 7. Olimpia: Jerrells 2 (1/3, 0/1, 4 r), Langford 19 (4/6, 2/3, 3 r), Cerella, Haynes 5 (1/2, 1/4, 2 r), Melli 10 (1/4, 2/3, 2 r), Moss 11 (0/1, 3/4, 6 r), Chiotti 2 (1/2), Gentile 12 (3/6. 0/1, 6/7 tl, 5 r), Wallace 5 (1/2, 1/4, 7 r), Samuels 5 (2/6, 1 r).