benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

L’Olimpia cade nel corpo a corpo con il Bayern, perde 80-78

19/12/2018
TUTTE LE NEWS »

Il finale in volata è beffardo, l’Olimpia non capitalizza sulla tripla di Nedovic del più quattro e cade 80-78, incassando il gioco da tre decisivo di Derrick Williams. Il tiro libero sbagliato da Dedovic, offre un’ultima chance ma il lay-up di Mike James è respinto dal ferro, e non arriva la smanacciata finale di Brooks né il rimbalzo d’attacco di Gudaitis perché il tempo ormai si esaurisce. E’ stata una partita nervosa, molto fisica in cui l’Olimpia è andata a sprazzi, ha provato ad allungare all’inizio della ripresa ma non ce l’ha fatta poi ha risposto con orgoglio al momento migliore del Bayern, trascinato da Williams, ma il più quattro con 65 secondi da giocare non è bastato.

IL PRIMO TEMPO – L’Olimpia parte difendendo forte e controllando i rimbalzi, così riesce a scappare via sul 5-0 con un gioco da tre punti di Nedovic e un floater di Micov. Però non concretizza le opportunità, butta via qualche pallone in modo superficiale, le percentuali sono basse (5/15 nel primo quarto) e il Bayern ne approfitta per rispondere e mettere la testa avanti. L’Olimpia continua a macinare gioco energico più che brillante. Tre tiri liberi di Gudaitis la spingono avanti 10-6, ma non entra un jumper e il Bayern quando si sblocca fa 7-0 e va avanti di tre forzando il primo time-out di Coach Simone Pianigiani. Sotto 15-10, l’Olimpia trova due triple consecutive, tutte e due firmate da Curtis Jerrells, per chiudere il primo quarto 16-15. Nel secondo quarto, il Bayern punta sul gioco uno contro uno di Derrick Williams che va subito in lunetta e forza il secondo fallo di Gudaitis segnando sei punti consecutivi. Bertans con la tripla dall’angolo firma il 21-17 Milano. Koponen pareggia di nuovo a quota 25 poi Williams (10 nel secondo quarto) sorpassa con un jumper dall’angolo e il Bayern, che in questo frangente si fa sentire a rimbalzo d’attacco, schizza a più sei. L’Olimpia risponde con quattro tiri liberi consecutivi (James e Micov) poi due triple, di Kuzminskas e James, per il 37-35 che vale il time-out di Coach Radonjic. Ma una tripla di Maodo Lo chiude il primo tempo sul 41-40 Bayern.

IL SECONDO TEMPO – Milano parte con un 4-0 ma il tentativo di fuga è subito cancellato dalla tripla di Dangubic. L’Olimpia ci riprova con un lungo jumper di James poi un secondo di Nedovic nel momento in cui la difesa riesce a sorreggere lo sforzo dell’attacco. Sul 52-46 Olimpia, Radonjic ferma la partita e il Bayern rientra con il 7-0 che lo riporta avanti. James con un arcobaleno impatta nuovamente a quota 54 rompendo il digiuno, poi Jerrells supera con la sua terza tripla, bruciata però dal fade-away di Williams sulla sirena. Alla fine del terzo, il Bayern ha ancora un punto di vantaggio, 58-57. Koponen tenta di alimentare l’allungo del Bayern all’inizio del quarto, con due triple consecutive che valgono il più quattro e il time-out urgente di Coach Pianigiani. Sul meno sei un assist inventato da James genera un fallo antisportivo su Gudaitis. Il lituano segna quattro punti nello stesso possesso e ricuce a meno due. Subito dopo Micov direttamente da rimessa impatta a quota 65 con sei minuti da giocare. Il sottomano di Micov dopo il time-out amplifica il parziale favorevole all’Olimpia (8-0). Qui la partita diventa una battaglia, più fisica che lucida. Una tripla di Koponen in un contropiede rocambolesco vale il 72-69 Bayern. James risponde subito con un tiro libero e un’entrata. Una tripla di Micov riporta Milano avanti dopo il jumper di Jovic. L’Olimpia difende con le unghie, un rimbalzo offensivo di Gudaitis genera il possesso su cui Nedovic segna la bomba del 78-74 con 1’05” da giocare. Ma Williams stampa il gioco da tre punti dopo il canestro di Barthel che restituisce al Bayern il controllo della partita. L’ultimo possesso non produce nulla, l’Olimpia perde 80-78.

MINDAUGAS KUZMINSKAS
CURTIS JERRELLS
ARTURAS GUDAITIS