Successiva
Precedente
lunedì 9 gennaio 2017
Il girone di andata si chiude con il superderby a Desio

Il derby Cantù-Milano chiude il girone di andata della Serie A che l’Olimpia ha vinto in anticipo. Si gioca a Desio, martedì 10 gennaio alle 20.45. Gara rinviata di un giorno rispetto al calendario originale per il ritardo accumulato dall’EA7 nel rientro da Istanbul per cause metereologiche. Desio quest’anno è la casa della Pallacanestro Cantù (per l’occasione gioca con il marchio Forst) ma nelle ultime stagioni è stata sempre una seconda casa anche per Milano (quest’anno, nella gara di EuroLeague con il Baskonia). L’Olimpia è senza due infortunati, Rakim Sanders e Bruno Cerella in ordine di ipotesi di rientro. La gara viene trasmessa in diretta da Sky Sport. Cantù-Olimpia Game Notes

I PRECEDENTI - L’Olimpia ha un vantaggio di 91-66 negli scontri diretti con Cantù, 61-18 nelle partite giocate a Milano, 45-29 per i brianzoli in territorio esterno (3-1 per Cantù nei confronti in campo neutro). Curiosamente, Milano e Cantù si sono incontrate in una finale di Coppa dei Campioni, nel 1983 a Grenoble (69-68 per l’allora Ford), ma non si sono mai incontrate in una finale scudetto. Cinque anni fa Cantù eliminò l’Olimpia in semifinale (3-1). Nella storia dei due club a parte la finale di Coppa dei Campioni, la sfida più appassionante fu la semifinale scudetto del 1981 quando Cantù eliminò Milano sbancando San Siro dopo tre supplementari con 32 punti del 19enne Antonello Riva, ovvero il giocatore più rilevante – assieme a Renzo Bariviera – che abbia militato in tutte e due le squadre. Riva fu acquistato dall’Olimpia dopo la stagione 1988-89. Altri giocatori importanti che abbiano giocato nelle due squadre: Fausto Bargna, Davide Pessina, Andrea Blasi, Jerry McCullough, Piero Montecchi, Thurl Bailey, Dante Calabria, Stefano Mancinelli, Joe Ragland.

LA CANTU’-MILANO CONNECTION – Andrea Cinciarini ha giocato a Cantù una stagione prima di approdare a Reggio Emilia giocando anche in EuroLeague. Un altro ex nell’Olimpia è ovviamente Awudu Abass, passato la scorsa estate da Cantù a Milano. Abass è cresciuto nelle giovanili di Cantù ed era capitano della squadra la stagione passata. Questa è la sua prima volta da avversario. Nella Red October Cantù – che in questa occasione di chiamerà Forst e sta giocando a Desio le sue partite interne – milita Alex Acker, che fu a Milano nella stagione 2009/10. Fuori del campo, Ezio Giani, da quattro anni nello staff medico dell’Olimpia, ha occupato lo stesso ruolo a Cantù, Alberto Rossini, ex playmaker di Cantù, è alla seconda stagione da team manager dell’Olimpia dove è stato per due anni assistente allenatore nello staff di Sergio Scariolo, Cinzia Laura, ex Olimpia, è dirigente responsabile del club canturino.

CANTU’: COSI’ FINO ADESSO – Cantù ha vinto quattro delle ultime cinque partite rimettendosi in corsa anche per un posto nei playoffs dopo numerosi cambiamenti che hanno coinvolto la guida tecnica (da Rimas Kurtinaitis a Kiril Bolshakov) e numerosi giocatori tra cui l’ex milanese Gani Lawal e Dominic Waters, passato all’Olympiacos Pireo. Le pietre angolari della squadra sembrano JaJuan Johnson (18.3 punti di media), il tiratore Fran Pilepic (12.5 punti con il 43.9% da tre) e Tremmell Darden (13.4 punti e 6.3 rimbalzi, giocatore con un passato importante a Kaunas, Real Madrid e Olympiacos).

GLI ARBITRI – La partita tra Cantù e Milano sarà arbitrata da Roberto Begnis, Alessandro Vicino e Denis Quarta.

OLIMPIA PARTENZA RECORD – Per la prima volta dalla stagione 1973/74 l’Olimpia ha vinto più di sei partite per cominciare la stagione. Nella stagione 1983/84 venne sconfitta alla settima giornata da Livorno. Nel 1985/86 la Simac Milano perse soltanto quattro partite nella regular season, ma la prima fu alla settima giornata a Cantù mentre nel 1992/93 la Stefanel Trieste sconfisse la Philips Milano negandole i sette successi iniziali. Nel 1994/95 fu la Birex Verona a fermare Milano dopo sei vittorie consecutive iniziali. Infine nel 2010/11 l’Armani Jeans Milano, dopo aver vinto le prime sei partite, fu sconfitta a Montegranaro. La striscia di quest’anno si è fermata a quota 10.

LA STRISCIA IN DOPPIA CIFRA – Le 10 vittorie consecutive dell’Olimpia in questo campionato rappresentano la quarta striscia in doppia cifra all’interno di una singola stagione, in regular season della squadra. Il record assoluto appartiene al campionato 1962/63 che l’Olimpia chiuse imbattuta a quota 26 successi. Nella stagione 2014/15 l’Olimpia vinse 20 partite di fila superando le 19 della stagione precedente quando tuttavia diventarono 21 con le prime due di playoffs. Il record assoluto coprendo più stagioni è di 47 ed è il più lungo nella storia del basket italiano.

Striscia Stagione Note
26 1962/63 Imbattuta, Coach Cesare Rubini
20 2014/15 Coach Luca Banchi
19 2013/14 Striscia allungata a 21 nei playoff
10 2016/17 Coach Jasmin Repesa
8 2011/12 Striscia allungata a 13 nei playoff
8 1992/93 Mike D’Antoni allenatore
8 1993/94 Mike D’Antoni allenatore
8 2008/09 Primo anno di Piero Bucchi allenatore

NOTE OLIMPIA – L’Olimpia ha vinto 53 delle ultime 54 partite di regular season giocate in casa in Italia. Le ultime tre della stagione 2012/13, tutte quelle delle stagioni 2013/14 e 2014/15, 14 su 15 nella stagione 2015/16 e tutte quelle giocate finora in questa stagione… I sette canestri da due punti segnati da Milan Macvan contro Pistoia pareggiano il suo record nel campionato italiano stabilito nella prima giornata di ritorno della passata stagione, sempre in casa, contro Trento. Ma allora Macvan, che pure stabilì il proprio primato personale con 24 punti, ebbe bisogno di 11 tiri. Nella gara vinta con Pistoia invece ha fatto 7/7 da due (da tre l’unico errore dal campo). Il suo massimo numero di canestri da due senza errori era di quattro in gara 5 della semifinale scudetto contro Venezia… Jamel McLean è settimo nei tiri da due con il 60.0% dietro il 66.7 di Kyrylo Fesenko di Avellino…. I 26 punti segnati da Kruno Simon a Brescia sono record personale nel campionato italiano (precedente 25) ma non in maglia Olimpia con la quale ha segnato anche 28 punti in Eurocup la passata stagione… Milan Macvan è il secondo rimbalzista offensivo del campionato con 3.0 a partita… L’Olimpia è stata la prima squadra in Serie A a raggiungere i 100 punti in una singola gara, contro Caserta. Sono attualmente tre le prove over 100 stagionali con il top di 104 segnati contro Pistoia… Per Awudu Abass contro Caserta non c’è stata solo la miglior prestazione con la maglia di Milano (21 punti), ma per la prima volta in carriera ha terminato la gara senza alcun errore al tiro: 5/5 da due, 3/3 da tre punti e 2/2 ai liberi. Il suo record di punti resta di 34 nella stagione 2015/16 con la maglia di Cantù realizzato a Venezia… Milan Macvan è il miglior giocatore del campionato nel plus/minus, la statistica che misura il punteggio con ogni giocatore in campo. Con lui sul parquet l’Olimpia in media supera gli avversari di 9.8 punti per gara. Al secondo posto figura Davide Pascolo con +7.3. Ricky Hickman è quarto con +6.5 e Simone Fontecchio quinto con +6.4…

L’ATTACCO DELL’OLIMPIA – L’Olimpia è prima nel campionato di Serie A in valutazione, punti, rimbalzi difensivi, tiri da due, tiri da tre e assist. Ecco il dettaglio.

Statistica Valore Pos. Note
Valutazione 102.9 Avellino 2° con 91.9
Punti 89.3 Brindisi 2° con 83.7
Rimbalzi 39.4 Pistoia 2° con 38.6
Rimb. Off 11.9 Trento 1° con 12.6
Rimb. Dif. 27.4 Torino 2° con 27.0
Assist 20.4 Cantù 2° con 18.6
Tiri da 2 55.8% R.Emilia 1° con 56.2%
Tiri da 3 40.9% Avellino 2° con 39.5%