Successiva
Precedente
domenica 6 ottobre 2013
Da Wroclaw si torna vincenti: 80-66

Comanda dall’inizio alla fine e vince il torneo di Wroclaw, l’EA7 Emporio Armani. Rispetto alla sera prima, quando aveva vinto in rimonta nell’ultimo quarto, l’Olimpia gioca decisamente meglio nel primo tempo, soprattutto in difesa, mentre in attacco le percentuali non sono alte ma le scelte conducono a molti tiri liberi. Il vantaggio fluttua per tutta la gara tra i nove del riavvicinamento più serio del Turow e i 20 della prima parte del terzo quarto dopo una sfuriata offensiva di Langford e Moss. Alla seconda partita in due giorni c’è stato un piccolo calo di energia nel secondo tempo soprattutto nei meno pronti fisicamente o nei più spremuti. Grande la presenza di Samardo Samuels dentro l’area non solo per i 17 punti ma anche per i falli guadagnati con la combinazione di fisicità e dinamismo vicino a canestro. Devastante David Moss non solo in difesa e Langford ha giocato una partita altruista oltre a segnare tanto e conquistarsi il trofeo di Mvp del torneo. Il finale è 80-66.

LA PARTITA - L’Olimpia parte forte con un quintetto che non lascia spazio alle sperimentazioni, Langford e Moss assieme a Wallace e Samuels oltre al solito Jerrells. Wallace segna i primi quatttro punti, due iniziative di Langford producono un canestro e un assist per una tripla dall’angolo destro di Jerrells. Samuels va al lavoro in mezzo all’area e accumula viaggi in lunetta. L’Olimpia scatta 9-2, costruisce un vantaggio di 13 punti sul 22-9, prima di un calo di precisione in attacco, con tre palle perse consecutive, che genera un 7-0 conclusivo per Turow e completa un primo quarto da 22-16. L’avvio del secondo quarto però è ancora forte, Moss dopo un rimbalzo incassa un fallo antisportivo, disteso in contropiede, Gentile segna da tre in transizione e dopo due minuti e mezzo il vantaggio risale in doppia cifra sul 28-18 e poi a +13 sul 35-22 quando Samuels, al rientro in campo, completa un gioco da tre punti. Turow si riavvicina con Adam Wisniewski che segna otto punti all’intervallo. Ma questo periodo l’EA7 lo finisce bene: schiaccia Samuels su assist di Langford che in penetrazione laterale si attira addosso tutta la difesa e mette due liberi Jerrells. All’intervallo è 39-27 Olimpia. L’avvio del terzo periodo in attacco è scoppiettante: sul primo possesso segna Jerrells da tre, nei successivi tre arrivano una schiacciata di Samuels e due triple consecutive di Langford che prima di uscire servirà a Samuels un alley-oop. Il vantaggio cresce a 18 punti, sul 50-32 poi schizza a venti prima che un calo fisiologico riporti Turow, un tiro libero dietro l’altro, riporti Turow a meno 13 sul 62-49 di fine terzo quarto e poi a meno 11 (67-56) a metà del quarto periodo quando è chiaro che la stanchezza comincia a farsi sentire e i due nazionali italiani, brillanti il primo giorno, sono un po’ sulle gambe. Quando Turow si avvicina sotto la doppia cifra, 67-58, a quattro minuti dal termine, l’Olimpia lavora bene per Samuels che prende fallo e mette due liberi. Sul possesso successivo, Moss ruba palla e va ad appoggiare due punti comodi per il nuovo +13 che di fatto chiude la partita.

IL TABELLINO - EA7 Emporio Armani-PGE Turow 80-66. Olimpia: Jerrells 11 (0/4, 3/4, 2 r, 2 a), Langford 16 (3/6, 3/4, 4 r, 4 a), Cerella 2 (1/1, 1 r), Haynes 2 (1/1, 0/1, 2 r, 2 a), Melli 2 (1/3, 0/2, 6 r),  Moss 16 (3/4, 2/4, 4/4 tl, 1 r, 3 a, 5 rec), Chiotti (0/3, 1 r), Gentile 6 (1/3, 1/1, 6 r), Wallace 8 (2/2, 0/2, 4/5 tl, 5 r), Samuels 17 (5/9, 7/9 tl, 3 r). Turow: Kulig 8, Chylinski 5, Karolak, Jaramaz 8, Stelmach 2, Wisniewski 12, Dylewicz 17, Denis 2, Taylor 3, Zigeranovic 9.