benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

Da Belgrado a Brindisi: il Tour continua, a caccia del riscatto

10/02/2018
TUTTE LE NEWS »

Meglio non farsi ingannare dalla classifica perché Brindisi (si gioca domenica 11 febbraio alle 17.00, diretta su Eurosport Player) delle ultime sei gare ne ha vinte quattro segnando 83.2 punti di media. Il ritmo è da alta classifica anche se i pugliesi sono “partiti” in ritardo e hanno il 33% di successi finora. Né può fare testo la gara dell’andata vinta comodamente nella ripresa perché sono cambiati oltre all’allenatore (Francesco Vitucci ha rimpiazzato Sandro Dell’Agnello) anche tanti giocatori con gli arrivi di Nic Moore (in realtà un ritorno), Donta Smith (esperta ala forte atletica ma pericoloso uno contro uno) e infine del lituano Tautvydas Lydeka, veteranissimo del nostro campionato che debutterà proprio contro l’Olimpia. Per la verità il record di 4-2 è stato composto anche con la presenza di Cady Lalanne, centro passato al Besiktas in settimana, che capeggiava la Serie A nei rimbalzi. Brindisi gioca una pallacanestro fatta di pick and roll ma, soprattutto in cas,a anche di alti ritmi, con un manipolo di giocatori esperti come Smith, Lydeka, Milenko Tepic (avversario dell’Olimpia nei quarti dei playoffs l’anno passato quand’era a Capo d’Orlando) e anche il capitano Cardillo e il solido Marco Giuri, più la leadership del piccolo – ma fisicamente quadrato – playmaker Moore e l’uno contro uno di Scott Suggs. Inutile aggiungere che l’Olimpia giocherà in uno dei palasport più caldi d’Italia, quello intitolato all’allenatore brindisino Elio Pentassuglia, pittoresco e carismatico personaggio che negli anni ’70 portò la squadra locale in Serie A e poi andò a vincere la Coppa Korac e Rieti (in seguito ha allenato tra le altre squadre anche Varese). L’Olimpia, rientrata nella notte di venerdì da Belgrado direttamente su Brindisi, ha svolto l’allenamento di preparazione sul campo di gara. Brindisi-Milano Game Notes

MILANO-BRINDISI: I PRECEDENTI

Sono 25 i precedenti tra Olimpia Milano e Brindisi, con 21 vittorie dell’Olimpia che ha perso solo quattro volte contro i pugliesi, sempre in trasferta, nella stagione 1981/82, debutto di Brindisi nel massimo torneo, per 74-72, poi nella partita di andata del campionato 2013/14, 88-80 e in quella di ritorno delle ultime due stagioni. Tuttavia giova precisare che nove precedenti risalgono alla Coppa Italia, incluso il quarto di finale 2017 vinto a Rimini con canestro allo scadere di Milan Macvan, e uno alla Supercoppa del 2014, in campo neutro a Sassari. In campionato il record per ora è di 11-4 a favore dell’Olimpia. Nella partita di andata l’Olimpia vinse 93-73 con 19 punti di Andrew Goudelock.

LA BRINDISI CONNECTION

L’unico ex in campo è Amath M’Baye che dopo tre anni in Giappone ha esordito nel massimo campionato italiano a Brindisi nella stagione passata segnando 17.8 punti per gara (quinto assoluto) con 5.3 rimbalzi. Per lui è la prima volta a Brindisi da avversario. Un altro ex è uno degli assistenti di Simone Pianigiani, Marco Esposito, brindisino, nelle ultime tre stagioni assistente della squadra locale prima di arrivare a Milano dove peraltro aveva già allenato nelle giovanili biancorosse. Blaz Mesicek si è allenato invece con l’Olimpia ma senza mai farne parte nella primavera del 2015.

CHI SONO GLI ARBITRI

La partita Milano-Brindisi sarà diretta da Carmelo Paternicò, Massimiliano Filippini e Alessandro Nicolini.

I RIMBALZI DI ARTURAS GUDAITIS

Contro Avellino, Gudaitis ha catturato 20 rimbalzi. Si è trattato della prima prova “over 20” a rimbalzo di un giocatore di Milano dalla stagione 2000/01 quando ne catturò 21 Stefano Rusconi contro Imola. Il record di rimbalzi societario appartiene con 23 ad Antonio Davis e Cozell McQueen. Dalla stagione 1987/88 in poi, è la settima volta che un giocatore dell’Olimpia cattura almeno 20 rimbalzi, ma Gudaitis è solo il quinto giocatore a riuscirci. Zan Tabak e Stefano Rusconi infatti vantano due prestazioni del genere. Degli autori di prove da almeno 20 rimbalzi, McQueen è stato colui che ha chiuso la stagione con la media rimbalzi più alta (12.1 per partita). Rusconi ne catturò 11.2 nel 1999/00 e 10.3 l’anno seguente, Tabak finì a 10.6, Antonio Davis a 9.3.

LA VALUTAZIONE DI ARTURAS GUDAITIS

I 31 di valutazione di Arturas Gudaitis a Cremona sono stati il massimo nell’esordio in campionato per un giocatore dell’Olimpia dal 2009 quando Morris Finley fece 34 a Varese. Dal 1987/88, da quando sono disponibili le statistiche gara per gara, si tratta della 14° volta in cui un giocatore dell’Olimpia tocca o supera i 30 di valutazione nella prima partita della stagione. Il record appartiene ad Antonello Riva con 40, contro Firenze, nel 1989. Gudaitis ha battuto i 31 contro Avellino quando ha fatto 34 di valutazione.

NOTE OLIMPIA IN CAMPIONATO

L’Olimpia ha girato la boa di metà regular season con un record di 11-4, al secondo posto per numero di vittorie, al terzo a causa della classifica avulsa. La curiosità è che negli ultimi cinque anni la squadra che ha girato l’andata al comando della classifica non ha mai vinto lo scudetto.

2012/13: prima nel girone di andata fu Varese (13-2) ma vinse lo scudetto Siena (seconda, 11-4).

2013/14: prima nel girone di andata fu Brindisi (11-4) ma vinse lo scudetto l’Olimpia (terza, 10-5).

2014/15: prima nel girone di andata fu Milano (13-2) ma vinse lo scudetto Sassari (seconda, 11-4).

2015/16: prima nel girone di andata fu Reggio Emilia (11-4) ma vinse lo scudetto l’Olimpia (seconda, 11-4).

2016/17: prima nel girone di andata fu Milano (13-2) ma vinse lo scudetto Venezia (seconda, 11-4).

GUDA – Contro Capo d’Orlando (13+12) Arturas Gudaitis ha piazzato la quinta doppia doppia nel campionato italiano. Aveva fatto un 17+17 a Cremona, un 16+11 contro Bologna, un 17+20 contro Avellino, un 17+11 con Venezia.

CINCIA FOR 1000 ASSIST – Con i 7 assist distribuiti contro Capo d’Orlando, Andrea Cinciarini è arrivato a quota 1057 in carriera, superando nella classifica storica del campionato Francesco Vescovi (1054) e salendo al 12° posto a 4 assist da Piero Montecchi.

CINCIA IN DOPPIA – Contro Brindisi nella gara di andata, Andrea Cinciarini ha segnato 13 punti. Ne ha aggiunti altrettanti contro Capo d’Orlando. Si è trattato della sua prova in doppia cifra numero 12 in campionato a Milano. In queste gare, il record di squadra è 9-3.

GOUDELOCK – I 28 punti segnati contro Venezia sono il suo nuovo record nel campionato italiano e la sua terza prova “over 20”. Il precedente record era stato stabilito con 23 contro Cantù. Sono record anche le sue sei triple e i cinque rimbalzi catturati. Goudelock con +8.9 è il giocatore del campionato italiano con il plus/minus medio migliore.

BERTANS – Dairis Bertans è secono nel tiro da tre con il 44.6%. I suoi 16 punti di Pistoia sono il massimo per lui nel campionato italiano.