Successiva
Precedente
venerdì 1 febbraio 2013
Contro Avellino per difendere la striscia

Va in campo per l’ultimo impegno prima della Coppa Italia, l’EA7 Emporio Armani. Avversario di domenica alle 18.15 al Mediolanum Forum è la Sidigas Avellino, molto diversa da quella che vinse la partita di andata. Dopo Jaka Lakovic, annunciato un altro ingaggio quello di Jimmy Lee Hunter, lo scorso anno a Brindisi. Marques Green gioca contro la sua ex squadra. L’Olimpia cavalca una striscia di tre vittorie consecutive. Se riuscirà a recuperare dall’infortunio della scorsa settimana Gianluca Basile andrebbe a referto in Serie A per la partita numero 450. Rientra Alessandro Gentile dopo un mese di stop (ultima gara a Biella il 30 dicembre 2012). Qui un po’ di note: EA7-Sidigas Game Notes. Nella foto un’immagine della partita di andata con Alessandro Gentile al tiro.

MILANO-AVELLINO: I PRECEDENTI

27 i precedenti tra queste due squadre, l’Olimpia comanda 17-10. 12 i precedenti invece a Milano, 9-3 il bilancio a favore dell’Olimpia. L’attuale Sidigas ha ottenuto i risultati migliori in Coppa Italia eliminando l’Olimpia nei quarti di finale due volte, nel 2010 ad Avellino (allenatore Cesare Pancotto come oggi) e nel 2011 a Torino (coach dell’Olimpia era Dan Peterson), nella gara in cui Marques Green distribuì 20 assist.

LA MILANO-AVELLINO CONNECTION

C’è solo un ex in campo ed è Marques Green, tre stagioni ad Avellino, una nel 2007/08 si chiuse con la vittoria della Coppa Italia e poi la semifinale scudetto con qualificazione all’Eurolega. Green, dopo una stagione al Fenerbahce e una a Pesaro, è tornato ad Avellino per le ultime due stagioni vincendo la classifica degli assist. Ha giocato esattamente 100 partite di campionato con la maglia di Avellino. I 16.1 punti di media di un anno fa sono il suo top in carriera. Gli assist ad Avellino sono stati 6.7, 6.5 e 6.8 in tre anni. Il 42.4% da tre e l’89.6% dalla lunetta sono i suoi massimi in carriera e risalgono ambedue alla prima stagione irpina.

 

GLI ARBITRI DI MILANO-AVELLINO

Enrico Sabetta: è la sua terza uscita con l’Olimpia in questa stagione, sempre in casa, ovvero vittoria con Roma e sconfitta con Varese.

Saverio Lanzarini: al debutto quest’anno in gare dell’Olimpia

Denny Borgioni: aveva arbitrato Milano a Biella.

 

TIRI LIBERI: LANGFORD E HAIRSTON

A Caserta, Keith Langford ha segnato i primi 10 tiri liberi eseguiti, ha sbagliato l’11° e poi ha segnato il 12°. Adesso è 62/68 per la stagione (1/1 contro Bologna), ovvero il 91.0%. A Biella e Bologna nelle sue prime due annate italiane aveva il 67.6%. In classifica è terzo assoluto dietro Gigi Datome di Roma e Drake Diener di Sassari. Sta salendo in classifica anche Malik Hairston che ha ora l’82.1%. I due americani, a Caserta, hanno fatto 19/20 in coppia, 11/12 Langford e 8/8 Hairston. Ma stranamente contro Bologna hanno tirato un solo tiro libero in coppia.

MALIK 14 GARE IN DOPPIA CIFRA

Malik Hairston cavalca una striscia di 14 gare consecutive in doppia cifra, la più lunga della sua carriera. In totale ha segnato in doppia cifra in 16 gare su 17, unica eccezione la partita di Avellino in cui segnò 9 punti. Hairston ha anche una striscia aperta di 14 tiri liberi a segno consecutivamente, l’ultimo tirato a Biella e poi tutti quelli tentati contro Cantù, Brindisi e Caserta (non ne ha tirati contro Bologna). L’8/8 di Caserta è primato stagionale, ma in carriera vanta un 9/9 in gara 3 della finale scudetto 2012 contro Siena.

LE STOPPATE DI HAIRSTON

Malik Hairston ha dato via 6 stoppate nelle ultime quattro gare, striscia quindi aperta. Con 0.6 di media è anche l’unico giocatore di perimetro che figura nei primi venti della speciale graduatoria. Adesso ha anche un saldo attivo stoppate date/stoppate subite con 11-9.

 

LA RINASCITA DI GIACHETTI

Fuori Alessandro Gentile, fuori Gianluca Basile, Jacopo Giachetti sapeva che sarebbe arrivato contro Bologna il suo momento. Il playmaker livornese, 29 anni compiuti a dicembre, ha segnato 13 punti nel secondo quarto, spaccando la partita. Ne aveva segnati 8 fino a questo momento e nelle ultime tre gare non era entrato. E’ stata la sua sesta gara in doppia cifra da quando gioca a Milano. Il record personale è di 17 punti, li segnò contro Avellino in 18 minuti la stagione scorsa, girone di andata.

 

LA CRESCITA DI CHIOTTI

La crescita di David Chiotti, probabilmente aiutata dalla presenza di Marques Green in regia, è confermata dalle cifre. Il minutaggio, quadruplicato a partire dall’ottava giornata, è stato supportato da numeri in crescendo. Nelle ultime quattro segna 6.3 punti oltre il 70% dal campo.

 

Periodo Minuti Punti Tiri Rimbalzi
1-7 giornata 18 (2.57) 9 (1.28) 4/6 (66.7%) 3 (0.43)
8-13 giornata 72 (12.0) 14 (2.3) 6/9 (66.7%) 18 (3.0)
14-17 giornata 46 (11.5) 25 (6.3) 12/17 (70.6%) 12 (3.1)

 

ALTRE NOTE SULLA STAGIONE

Keith Langford è 11° realizzatore della serie A con 15.6 punti di media. L’Olimpia ha due uomini tra i primi venti, l’altro è Malik Hairston, 19°. Langford è 3° anche nel tiro da tre con il 48.0%, graduatoria nella quale Antonis Fotsis figura al 14° posto con il 43.1%. Nel tiro da due Hairston è il 16° con il 57.5% Negli assist Marques Green sarebbe terzo assoluto con 5.5 se avesse un numero di partite sufficiente per entrare in classifica. Nicolò Melli contro Cantù con 3/5 da due e 3/5 da tre più 2/2 dalla lunetta ha stabilito il proprio record di punti stagionale e il proprio record di punti in maglia Olimpia, pareggiando il record di punti assoluto che aveva stabilito quando giocava a Pesaro. Alessandro Gentile – prima di infortunarsi (starà fermo alcune settimana per una lesione ai flessori della coscia destra) ha stabilito a Biella il suo nuovo primato di punti in una singola gara del campionato, con 24. Il suo record precedente apparteneva ai tempi in cui giocava a Treviso e ne segnò 23 a Caserta, stagione 2009/10. A Milano aveva segnato al massimo 18 punti, contro Cantù, nella stagione scorsa. Sono massimo stagionale anche i 31 minuti giocati.

NOTE DI SQUADRA

L’Olimpia è salita al quinto posto nella classifica dei punti segnati per gara con 79.9 a partita, è quarta negli assist con 13.6 di media (5.5 di Marques Green), quarta nei tiri da due con il 54.6%, seconda nei tiri liberi con il 78.4%, quinta nelle stoppate con 2.9 dopo l’arrivo di Leon Radosevic e la crescita di Malik Hairston (sei nelle ultime quattro) e Ioannis Bourousis (sette nelle ultime sette). L’Olimpia è anche quarta nella percentuale di tiro da due punti concessa (44.5%). E nelle ultime due partite ha concesso 68.5 punti di media

BASILE MENO 1 A QUOTA 450

Gianluca Basile in carriera è andato a referto 449 volte. La prossima partita sarà la numero 450 della sua carriera. In totale però ne ha giocate 441. Una partita diventa “giocata” quando si mette piede in campo. In questa stagione, ha giocato 15 gare sulle 16 in cui è andato a referto. Lo scorso anno furono 30 su 34 a Cantù. Ecco le sue cifre globali.

Presenze

Giocate

Minuti

Punti

Tiri da 2

Tiri da 3

Liberi

Assist

449

441

12193

4722

971/1847

648/1740

836/1109

728