Successiva
Precedente
domenica 21 aprile 2013
Con il verde, l’Olimpia vince!

L’Olimpia onora le maglie verdi indossate per onorare l’Earth Day richiamando l’attenzione del mondo sportivo sulle tematiche ambientali godendosi una serata abbastanza tranquilla contro Biella. Partita controllata fin dall’inizio, buona per ripartire il minutaggio tra 11 giocatori (tutti escluso David Chiotti che martedì si sottoporrà all’ultimo mini-intervento oculistico per correggere il distacco della retina e tornare disponibile a tutti gli effetti a partire dalla gara cion Brindisi), far debuttare Pops Mensah-Bonsu e correggere il bilancio casalingo, adesso in parità, 7-7 prima della chiusura con Brindisi del 5 maggio, dopo il derby di Desio tra una settimana.

PRIMO TEMPO - Alessandro Gentile segna 5 punti veloci, tripla e penetrazione, l’Olimpia spinge sull’acceleratore e dopo quattro minuti costringe Cancellieri al primo time-out sull’11-4 con quattro punti segnati da Radosevic che nel primo quarto accumulerà anche un assist per Marques Green, oltre a sette punti. Il primo quarto finisce 21-12 dopo la prima tripla dall’angolo sinistro di Antonis Fotsis. Il vantaggio sale subito in doppia cifra perché il secondo quarto si apre con una palla rubata da Hairston che Pops Mensah-Bonsu converte in una schiacciata su passaggio alley-oop. Malik mette anche una tripla, schiaccia un rimbalzo d’attacco, esegue una stoppata e spinge l’EA7 avanti in maniera sempre più consistente. Radosevic è il primo ad andare in doppia cifra (11 a 2:52 dall’intervallo sul 38-20). Il più 20, lo firma Langford in contropiede sul 43-23. Il primo tempo finisce sul 46-26 sulla seconda tripla di Gentile.

SECONDO TEMPO - Malik Hairston parte in quintetto e ha energia per volare subito in doppia cifra con un jump dalla media e una schiacciata, segna a ripetizione anche Green ma in sostanza è un quarto che scorre via tranquillo sulla scia del primo tempo. Alla fine del terzo periodo è 60-41 Olimpia con Hairston, Radosevic e Gentile tutti in doppia cifra. Biella prova a tenere e si riporta a meno 14 sul 60-46 prima che una bomba di Nic Melli e dopo un’altra di Bremer la ricacci indietro. Il finale diventa un fatto accademico, in cui si segnalano una tonante schiacciata di Melli e una tripla dall’angolo di Jacopo Giachetti. Finisce 85-67 e l’Olimpia adesso è 9-1 quando tiene gli avversari sotto i 70 punti, 7-0 nel girone di ritorno.