Successiva
Precedente
mercoledì 11 settembre 2013
CJ Wallace: “Difendo, apro il campo… per vincere”

CJ Wallace ha ripreso a lavorare anche se l’operazione di ernia di agosto richiede ancora un po’ di tempo prima di permettergli di ripresentarsi full-time con la squadra. Wallace ha studiato all’università di Princeton, come due grandi ex dell’Olimpia quali Bill Bradley e l’ex capitano Mason Rocca, poi ha giocato in Europa, in Germania, Italia (Capo d’Orlando e Treviso), Spagna dove il punto più alto della sua carriera è stato Barcellona. Dopo due anni blaugrana, arriva a Milano per rinverdire le tradizioni vincenti del club.

LE SENSAZIONI - “Sto meglio, ma è una questione da rivalutare giorno dopo giorno. Sono felice di essere qui a Milano perché la squadra ha grande tradizione, i tifosi sono super, la città è grande, sono sempre stato un tifoso della città di Milano e la società ha grandi ambizioni. Sono super-motivato di far parte di questo club adesso, qui ho trovato tanti giocatori con una mentalità vincente. E’ quello che serve all’Olimpia e spero davvero che questo gruppo possa riportare lo scudetto dove deve essere, a Milano”.

IL RUOLO - “Farò tutto quello che serve per aiutare la squadra. Se devo segnare, segnerò; se devo aprire il campo, cercherò di aprire il campo; ma prima di tutto c’è la difesa. Cercherò di difendere, di prendere sfondamento, rubare qualche palla, toccarne altre, tutto quello che serve per aiutare la squadra. Credo che questo faccia vincere le partite”.

LA LEGA ITALIANA - “E’ difficile, un po’ come in Spagna. Devi giocare bene ogni sera perché puoi perdere contro chiunque se non giochi bene. Quindi la pressione è quella di giocare bene ogni partita, di difendere forte e fare seriamente il proprio lavoro ogni sera altrimenti tutto si complica”.