Successiva
Precedente
domenica 24 marzo 2013
Brutto crollo dell’Olimpia: 71-85

Una partita da incubo, la settima sconfitta interna della stagione. L’attesa reazione dopo lo scivolone di Desio non c’è stata. Montegranaro gioca una partita solida al Forum, impiega qualche minuto per prendere le misure a Bourousis, poi inizia uno show con Cinciarini e Burns – in due vanno oltre i 40 – soprattutto. La Sutor merita di vincere, all’Olimpia non resta nulla di una gara giocata senza Hairston e Chiotti, troppo brutta per essere vera. La risposta del quarto periodo è tardiva, anche se serve a contenere lo scarto.

PRIMO TEMPO - Daniele Cinciarini segna sette punti nel primo quarto ed è l’uomo chiave del parziale di 7-0 che permette alla Sutor di passare dal 14-12 Olimpia al +5, sul 19-14, che diventa più sei al primo stop. Ioannis Bourousis è il migliore dell’EA7 nel quarto iniziale con 9 punti, ma a parte un paio di fiammate interne di Fotsis (tornato in quintetto)  c’è poca Olimpia, specie nel tiro da tre (0/6). Il digiuno di canestri dall’arco prosegue nel secondo quarto nonostante l’innesto di JR Bremer, Montegranaro si chiude dentro l’area e in attacco fa qualcosina in più. Il vantaggio tocca due volte il +12. La prima volta Gianluca Basile risponde con la prima tripla della partita biancorossa, la seconda segnano Fotsis da sotto e Basile in contropiede su assist di Langford. L’Olimpia torna a meno sei quando Langford segna da tre, dall’angolo, ma dura poco perché Campani mette due triple, la seconda allo scadere del primo tempo per il 43-31 Sutor dell’intervallo.

SECONDO TEMPO - Si parte con due canestri consecutivi di Alessandro Gentile ma arriva anche il suo terzo fallo. La tripla di Chris Burne spinge Montegranaro avanti di 15, sul 50-35 prima che Gentile segni il settimo punto della ripresa e poi vada in doppia cifra per la sesta volta  consecutiva. Ma dopo una palla persa da Langford a metà campo, la Sutor va 57-42 in totale controllo. Infatti dopo il time-out continua a dominare e dopo otto minuti del terzo quarto, Burns completa un gioco da tre punti per il +22, 64-42. Alla fine del terzo è 66-47 Sutor, nonostante i 12 di Gentile che con Bourousis è l’unico in doppia cifra. Il quarto periodo invece di proporre una reazione purtroppo diventa una lunga agonia.