benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

Assist, corsa e stoppate: ecco le armi di Avellino

15/05/2019
TUTTE LE NEWS »

La Sidigas Avellino è una squadra da contropiede, ma con un roster profondo – dovrà tenere fuori due stranieri ogni gara – e la possibilità di cambiare volto, giocando con due playmaker oppure con quintetti molto alti potendo contare su un’ala piccola come Demetris Nichols che ha la taglia di un “4”. O ancora con tre piccoli, spostando Demonte Harper nel ruolo di ala. Inoltre, è una delle poche squadre italiane che abbiano due centri veri (Hamady Ndiaye e Patric Young) e un’ala forte interna specialista dei rimbalzi come Ike Udanoh, arrivato da Cantù nel corso della stagione.

Avellino ha comandato la stagione regolare in due graduatorie statistiche, gli assist e le stoppate. Ariel Filloy ha distribuito 4.5 assist per gara, il suo college Keifer Sykes ne ha 4.1 a partita ed è letteralmente esploso dopo la partenza di Norris Cole per il Buducnost. Da quel momento, Sykes ha segnato oltre 20 punti per gara. E’ un playmaker di grande impatto fisico. Hamady Ndiaye è il miglior stoppatore del campionato con 1.8 per gara, ma non è l’unico specialista. Young (8.5) e Udanoh hanno numeri migliori a rimbalzo, ma generalmente Coach Massimo Maffezzoli, che ha sostituito Nenad Vucinic, ai centri chiede soprattutto rimbalzi e intimidazione.

Il carico realizzativo è nelle mani di Sykes (31 punti contro l’Olimpia nella partita vinta in Irpinia) e di Caleb Green, affrontato dall’Olimpia sia quando era a Sassari che a Malaga in EuroLeague dove giocava assieme a Mindaugas Kuzminskas. Green, che di recente ha saltato alcune partite per infortunio, ha segnato oltre 17 punti con quasi sette rimbalzi di media ed è il giocatore che subisce più falli (6.5 a partita). Il miglior tiratore da tre punti invece è Demetris Nichols, ala da 44.7% nel tiro da tre, che ha grande esperienza di alto livello in Europa, al CSKA Mosca e al Panathinaikos (82 presenze in EuroLeague). Ojars Silins è ovviamente un altro grande tiratore, che Milano ha affrontato due volte in due diverse finali scudetto quando era a Reggio Emilia e a Trento. Il lettone è arrivato a stagione in corso come la guardia Demonte Harper, altro eccellente contropiedista.

Qui il video dedicato agli avversari dell’Olimpia