benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

L’Olimpia al secondo test di EuroLeague contro l’Efes a Lucca

07/09/2019
TUTTE LE NEWS »

Seconda sfida contro squadre di EuroLeague in due giorni. Dopo la prova fornita contro l’Olympiacos, giocando di squadra, con tanti protagonisti differenti e tanta difesa, l’Olimpia affronta l’Anadolu Efes finalista della passata stagione europea, squadra contro cui ha incrociato le armi in numerose battaglie nelle ultime annate, con esiti spesso rocamboleschi, in una direzione e nell’altra. L’Efes ha battuto la Reyer Venezia, venerdì sera, 71-66: gara equilibrata, alla pari, con l’Efes sempre un passo avanti l’avversaria (18 punti del centro tedesco Tibor Pleiss e 14 di Kruno Simon, ex di turno).

L’Efes ha già giocato sei gare in questo suo precampionato ricco di confronti. Ha sempre giocato in Italia, prima in Valtellina (sconfitta con Monaco, vittoria con Varese), poi in Sardegna (vittoria con l’Urania, una vittoria e una sconfitta con Sassari). E’ alle prese con numerose assenze: Dogus Balbay, Sertac Sanli e Bugrahan Tuncer sono con la Nazionale turca, Vasilje Micic è con quella serba ai Mondiali, Adrien Moerman è infortunato e out per un totale di 14 settimane. A queste defezioni previste si sono aggiunte quelle di Shane Larkin, utilizzato in una parte del precampionato, e Rodrigue Beaubois. Contro Venezia, c’erano Kruno Simon (anche 8 rimbalzi e 7 assist) e James Anderson come esterni in appoggio al playmaker aggregato Nikola Rebic, mentre la batteria di lunghi è quella che è stata protagonista in Europa l’anno scorso (a parte Moerman): Tibor Pleiss e Bryant Dunston come centri, l’americano Alec Peters come ala forte. Quest’ultimo ha giocato un anno al CSKA vincendo l’EuroLeague.

L’Olimpia sta ovviamente ripartendo i minutaggi con grande attenzione in questa preseason. Solo Kaleb Tarczewski è oltre i 25 minuti di utilizzo medio e sta producendo 15.0 punti e 8.3 rimbalzi a partita. Incoraggiante anche il 17/21 dalla lunetta di queste prime uscite. Sergio Rodriguez, impiegato 21 minuti a partita, è l’altro in doppia cifra nei punti. Lui e Shelvin Mack hanno 26 assist totali in tre gare. Aaron White con 6.0 è il secondo rimbalzista di squadra. Ma in generale tutti hanno avuto sprazzi buoni e altri meno buoni, per cui a parte l’aspetto difensivo, promettente, ci sono margini di miglioramento enormi. La palla a due è alle 21. Dopo, l’Olimpia resterà in Toscana per affrontare lunedì sera Pistoia sul suo campo.