benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

L’urto del Barcellona è troppo per l’Olimpia: 90-85

09/01/2019
TUTTE LE NEWS »

Non ce la fa l’Olimpia a reggere l’urto fisico della difesa del Barcellona in una serata in cui ha dovuto spremere tanto da pochi giocatori (James e Micov 20, Gudaitis 16). Non si è arresa, ha provato a rimontare fino alla fine, rientrando da meno 12 a meno sei all’inizio della volata e tenendo in apprensione il Barcellona fino a 25 secondi dalla fine quando Coach Pesic ha dovuto spendere un ultimo time-out per fronteggiare l’assalto di Milano e poi a otto con la tripla di Micov del meno tre. Alla fine è 90-85.

IL PRIMO TEMPO – Il Barcellona, subita la prima schiacciata di Gudaitis, si chiude dentro l’area, l’Olimpia arma le mani dei tiratori per comodi tiri dall’arco. Vanno dentro i primi due (James e Brooks) ma non i successivi. Così il Barcellona, sotto 8-5, fa 6-0 segnando in contropiede due volte di fila con Adam Hanga. Sotto di cinque, l’Olimpia riesce a correre di più e andare a cercare punti in area o procurandosi tiri liberi. Quattro punti di James e due di Micov generano il nuovo vantaggio sul 16-15. Alla fine del primo quarto, il Barcellona con un semigancio di Kevin Seraphin conduce 17-16. L’Olimpia soffre i rifornimenti interni per il centro francese (10 nel primo tempo), ma ribatte colpo su colpo in avvio di secondo quarto, con James (11 e cinque rimbalzi) e Gudaitis. E’ il centro lituano (10 punti e cinque rimbalzi a metà gara) dalla lunetta a restituire il vantaggio all’Olimpia, subito prima del secondo fallo fischiato a Mike James e di una tripla di Kevin Pangos. Brooks su un passaggio a tutto campo di Micov apre tre punti di margine per l’Olimpia, ma Claver con un gioco da tre li cancella immediatamente. Tomic a rimbalzo rimette la testa avanti per il Barcellona ma l’ultima zampata la firma da tre Curtis Jerrells per il 37-36 Olimpia dell’intervallo.

IL SECONDO TEMPO – L’Olimpia con il fade-away di Micov prende subito tre punti di vantaggio ma la risposta è un parziale di 10-0 nel quale ci sono sette punti di Heurtel. Milano risponde con James, poi Ribas mette un’altra tripla che vale il più sette. La quarta tripla del periodo arriva da Singleton e scava nove punti tra le due squadre anche se il protagonista vero è Heurtel che nessun biancorosso riesce a contenere nelle sue scorribande. Due triple, di Micov e Brooks, riducono lo scarto a cinque punti quando c’è però il quarto fallo di Cinciarini. L’Olimpia torna anche a meno quattro in un periodo da sette punti di Micov ma il periodo finisce male. Oriola “ruba” un canestro da sotto, una palla persa genera un contropiede solitario di Hanga che ripristina otto punti di distacco a favore del Barcellona. Due canestri in avvicinamento di Kuzminskas tengono l’Olimpia a meno sei. Una tripla di Micov su assist di Jerrells ricuce ulteriormente a meno tre. Dopo il time-out di Pesic, il Barcellona rientra lucido: Tomic segna un semigancio, Hanga due volte attaccando il ferro e il margine schizza ancora a nove punti (73-64). L’Olimpia riemerge dal time-out di Pianigiani con un gioco ben eseguito per Kuzminskas ma Hanga s’inventa anche una tripla. Il Barcellona decolla a più 12. Milano risponde come ha sempre fatto in questi momenti: segnano Della Valle e Micov da tre ricucendo a meno sei. Sul possesso successivo, la difesa tiene su Heurtel tranne quando il rimbalzo è schiaffeggiato dentro da Seraphin. L’Olimpia ci prova ancora, torna a meno tre ma gli manca il tempo per completare la rimonta.

CURTIS JERRELLS
MIKE JAMES
VLADO MICOV