benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

L’Olimpia nella fortezza di OAKA per sfidare il Panathinaikos

14/12/2017
TUTTE LE NEWS »

Il Panathinaikos (gara venerdì 15 dicembre alle 20.15, Eurosport Player) è imbattuto in casa e ad OAKA non perde da oltre un anno in regular season (però ha perso due volte nei playoffs contro il Fenerbahce). Questo dà la misura della difficoltà dell’impegno che attende l’Olimpia ad Atene. Il Panathinaikos è anche primo per presenze medie e comand alla classifica nella lega greca. Nick Calathes, il playmaker di origini e scuola (Florida) americana, è primo nell’intera EuroLeague negi assist e arma le mani dei due tiratori scelti, Nick Pappas e KC Rivers (ma dalla panchina anche Marcus Denmon). James Gist e Chris Singleton sono i centri atletici e capaci di far male anche nel tiro da fuori. L’Olimpia viene da tre sconfitte europee di misura, maturate tutte negli ultimi due possessi o anche meno. Nelle ultime cinque partite ha migliorato il rendimento difensivo: in quattro di queste gare non ha mai concesso più di 77 punti nei tempi regolamentari ad eccezione della gara con l’Olympiacos, sfumata per un solo punto di scarto. Questa è la direzione per rendere dura la vita anche allo squadrone diretto dallo spagnolo Javi Pascual. Panathinaikos-Milano Game Notes

I PRECEDENTI DI PANATHINAIKOS-MILANO

L’Olimpia ha affrontato il Panathinaikos 14 volte nella sua storia. Il record è 4-10 (3-9 se consideriamo solo l’EuroLeague odierna). Ad Atene, l’Olimpia ha vinto solo nelle Top 16 di EuroLeague del 2011/12 con il punteggio di 67-58. Ad Atene il totale è 6-1 in favore del Panathinaikos. A Milano il record è 3-4. Nella stagione 1997/98 le due squadre si affrontarono nella semifinale di Coppa Europa. Il Panathinaikos vinse la gara di andata 77-58 ma al ritorno, al Forum, l’Olimpia allenata da Franco Casalini si prese la rivincita con un memorabile 86-61 che la qualificò per la finale in cui tuttavia perse contro lo Zalgiris Kaunas. L’attuale general manager dell’Olimpia, Flavio Portaluppi, era in campo allora assieme a Nando Gentile che poi sarebbe passato proprio al Panathinaikos.

LA PANATHINAIKOS CONNECTION

Non ci sono ex nelle due squadre ma ce ne sono stati tanti in passato che hanno giocato su ambedue le sponde. Tra questi: Antonis Fotsis, Ioannis Bourousis, Nando Gentile, Sasha Djordjevic (che ha allenato entrambe le squadre), Dejan Bodiroga, Alessandro Gentile e Miroslav Raduljica. Tuttavia Marcus Denmon (Brindisi), James Gist (Biella) e KC Rivers (Latina, Treviso, Bologna) hanno tutti a tre giocato nel campionato italiano.

PANATHINAIKOS: LA STORIA

Pur avendo avuto un ruolo di altissimo in profilo in Grecia fin dagli anni ’50, il Panathinaikos è diventato una delle grandi potenze del basket europeo nella seconda metà degli anni ’90. Con Dominique Wilkins strappato alla NBA vinse il primo titolo europeo nel 1996, con Bozo Maljkovic come allenatore, vincendone successivamente altri cinque nell’era firmata da coach Zelimir Obradovic. Nel 2000 vinse l’EuroLeague con Nando Gentile come playmaker, nel 2002 la vinse per la terza volta a Bologna battendo in finale la Virtus. In quelle stagioni il leader della squadra era Dejan Bodiroga, un altro ex dell’Olimpia. L’ultima EuroLeague il Panathinaikos l’ha vinta nel 2011 quando sconfisse in semifinale la Montepaschi Siena, allenata allora da Simone Pianigiani. In campionato ha vinto il titolo 35 volte, l’ultima nel 2017 dopo due anni di digiuno. Ha vinto anche 19 volte la Coppa di Grecia comprese le ultime sette edizioni.

NOTE OLIMPIA IN EUROLEAGUE

103! – I 103 punti segnati dall’Olimpia a Valencia sono la seconda prestazione di squadra in EuroLeague (dal 2000 in poi) dopo i 105 punti segnati all’Efes la stagione scorsa e il top stagionale anche se ottenuto con l’ausilio di due tempi supplementari. E’ stata la quarta volta dell’Olimpia oltre i 100 in EuroLeague. Il record in queste gare è 3-1, unica sconfitta lo scorso anno a Bamberg anche in quel caso dopo un supplementare.

TRIPLE – Le 17 triple di Valencia sono record societario in EuroLeague. Superate le 16 segnate contro il Maccabi nella stagione 2005/06. Otto giocatori diversi hanno segnato almeno una tripla inclusa la prima stagionale di Andrea Cinciarini e Cory Jefferson.

JERRELLS – I 30 punti segnati da Curtis Jerrells a Valencia sono la terza prestazione realizzativa di un giocatore dell’Olimpia da quando esiste l’EuroLeague. Il record in maglia Olimpia appartiene a Samardo Samuels che fece 36 punti a Nizhny Novgorod nella stagione 2014/15. Luca Vitali ne segnò 32 nella stagione 2008/09 ad Atene contro il Panionios. Tutte le tre prestazioni sono arrivate in coincidenza di altrettante vittorie. Si è trattato anche del record carriera di Jerrells sia in maglia Olimpia che in EuroLeague. In quest’ultima competizione il suo top erano i 27 punti che nella stagione 2012/13 segnò proprio a Bamberg con il Besiktas. In maglia Olimpia il suo top erano i 26 segnati contro Siena in gara 1 della finale scudetto del 2014. Le sei triple messe a segno rappresentano la terza prestazione in singola gara di un giocatore Olimpia dopo le 8 di Linas Kleiza a Turow (2014/15) e le 7 di Luca Vitali ad Atene (2008/09). Sei in EuroLeague le hanno segnate in un’occasione anche Massimo Bulleri (2006, contro il Barcellona) e Dante Calabria (2005, contro il Maccabi).

DREW – Andrew Goudelock ha giocato a Mosca la sua partita numero 50 in EuroLeague. Contro il Fenerbahce si è interrotta a quota 25 la sua striscia di gare consecutiva in doppia cifra, riavviata a Madrid. Ora sono 29 delle ultime 30 giocate.

GUDAITIS – I 20 punti, i 28 di valutazione e le 4 stoppate di Madrid sono tutti record carriera per il centro lituano. Contro l’Olympiacos ha realizzato la prima doppia doppia (19 più 10) della sua carriera in EuroLeague. Sono stati record personale nella stessa gara i 28 di valutazione e i sette rimbalzi d’attacco.

GUDAITIS 2 – A Madrid ha stabilito il record di società per il maggior numero di canestri da due punti senza errori con 9. Il primato di canestri da due è di Samardo Samuels con 14 ma due errori. Pape Sow e Malik Hairston hanno segnato 11 canestri ma anche loro con errori.

GUDAITIS 3 Contro il Barcellona ha stabilito i suoi nuovi primati in rimbalzi (11, prima volta in doppia cifra) e rimbalzi difensivi con sette.

GUDAITIS 4 – Attualmente con 5.82 di media è il decimo rimbalzista di EuroLeague; con 2.09 è il nono rimbalzista offensivo; è quinto nei tiri liberi segnati, con 3.45 di media; con 5.0 per gara è quarto nei tiri liberi procurati; è quarto con il 67.2% nel tiro da due.

KALEB – In questo momento Kaleb Tarczewski è il terzo rimbalzista di EuroLeague con 7.0 per gara, dietro Thomas Robinson del Khimki e Vladimir Stimac dell’Efes. Con 3.09 di media è anche il terzo rimbalzista offensivo del torneo. Tarczewski è quinto assoluto nel tiro da due con il 66.7%.

MK OVER 100 – Kalnietis a Istanbul ha superato quota 100 assist in maglia Olimpia in EuroLeague. Ne aveva 99 prima di scendere in campo. Adesso sono 105.

MICOV – Vlado Micov ha segnato almeno una tripla in 18 delle ultime 19 gare giocate in EuroLeague.

THEODORE – Con 4.82 di media è ottavo nella classifica degli assist capeggiata da Nick Calathes, del Panathinaikos. Con il 90.9% è terzo nei tiri liberi